venerdì 3 luglio 2020

Nuove Recensioni di Accessori!

 Ciao a Tutti!
Torno anche oggi a parlarvi di qualche accessorio che ho utilizzato negli ultimi tempi:

Comincio col parlare di un prodotto che in realtà non ho utilizzato in prima persona, ma che ha utilizzato negli ultimi mesi il mio ragazzo:

Ebelin – Konjac Gesichtsreinigungs-Schwamm – Grüner Tee:


1 pz
2,45 €

Qualche anno fa mi ero trovata bene ad usare una spugna di Konjac, l’avevo presa da Primark, da quando però non ho più modo di andarci con una certa frequenza, ho trovato un equivalente economico da dm.
In realtà ho perso l’abitudine di usare questo tipo di spugne sul viso da quando ho avuto problemi con gli occhi, mi sento più sicura ad usare le dita, così ho fatto aprire la spugna al mio fidanzato per vedere se poteva essere un trattamento adatto a lui.
Effettivamente mi è parso il prodotto giusto per lui, più che per me, la sua pelle è meno delicata, e tollera molto bene una leggera esfoliazione quotidiana, mentre io ho aree dove mi sensibilizzo, ha quindi più senso usare un esfoliante chimico solo dove serve.
Questa in particolare è una spugna di Konjac “normale”, nel senso, non noto differenze rispetto a quella di Primark, se non il colore!
Il costo è indicativamente lo stesso, quindi la consiglio ugualmente se vi trovate con questo tipo di trattamento!

Kiko – Green Me – Maxi Temperino:


1 pz
incluso con il matitone Green Me

Si tratta del Maxi Temperino incluso con il matitone della prima linea Green Me di Kiko, di due anni fa, ma che ho visto comunque inserito come linea permanente (almeno in alcuni negozi Kiko).
Ho quindi deciso di parlarvene!
Sostanzialmente non ho notato differenze rispetto al corrispettivo che usavo in precedenza, che era un vecchissimo acquisto da The Body Shop, tempera il giusto, ovviamente per i matitoni non è cruciale la mina perfettamente appuntita come per le matite occhi/labbra normali, quindi non serve per forza prendere un temperino extra professionale (a meno che non si debbano fare lavori particolari, sinceramente non penso, nella logica del matitone), direi che questo è perfetto, ed è pure incluso col matitone!

Miomare – Applicatore e pennello per ombretto duo:



1 pz
1,99 €

Si tratta di un pennello che ho trovato in vendita da Lidl all’inizio dell’anno, durante la vendita temporanea di un variegato assortimento di prodotti beauty.
Purtroppo quando sono riuscita ad andare a fare la spesa da Lidl non ho trovato molti pezzi, tra i prodotti interessanti ho trovato solo questo.
In passato non ho trovato male la qualità delle setole sintetiche dei vecchi pennelli Miomare, così ho voluto dargli una possibilità.
Questo in particolare è un pennello doppio:

  • Un lato con lingua di gatto classica
  • Un lato con lingua di gatto a setole più corte
In effetti all’uso ho verificato che si tratta di setole migliori di quelle mediamente diffuse in commercio, sono abbastanza morbide, ma non cedono, è da parecchio che non vedevo pennelli low cost con setole del genere, solitamente sono troppo cedevoli o troppo lisce.
Insomma, Miomare non mi ha deluso nemmeno questa volta!
Ovviamente sono entrambi pennelli che non funzionano per utilizzare gli ombretti, in quanto le setole sintetiche non sono al pari delle setole naturali, ma funzionano piuttosto bene per sfumare prodotti cremosi, come matite e ombretti (ma non solo) colati.
Il lato con le setole più lunghe lo trovo più adatto per applicare e sfumare le basi cremose a palpebra piena o sulla piega, mentre il lato con le setole più corte l’ho trovato molto azzeccato per fare la rima inferiore, soprattutto quando voglio mantenerla piuttosto contenuta.
Insomma… per un prezzo così basso è davvero un buon prodotto, non posso che consigliarlo!

Ebelin – Nature – 60 Bio-Wattenpads:


60 pz
0,95 €

Questi ultimi sono i dischetti che ho esaurito nel periodo, ho voluto provarli così, d’impulso, durante un giro di acquisti da dm, ma ammetto che non li ho guardati troppo bene prima di acquistarli.
Infatti, rispetto alla tipologia di dischetti che apprezzo di più, questi sono dischetti di cotone del tutto lisci, e anche poco pressati.
Direi che mi ricordano un po’ i biologici dell’Esselunga, ma restano comunque un po' più soffici.
Questo tipo di dischetti solitamente non mi soddisfa pienamente, perché tendono a sfaldarsi troppo con lo sfregamento e rimuovono anche meno il trucco.
Quindi in sostanza finiscono per essere comodi solamente per applicare tonici, lozioni o Essence!
Non li trovo male, anzi, a questo scopo sono molto validi, ma non avendo zigrinatura ed essendo piuttosto morbidi, sono poco validi per rimuovere il trucco anche vagamente ostinato.
Io li ho usati principalmente per struccare le labbra, ma quando ho usato prodotti abbastanza tranquilli, come rossetti cremosi e gloss, quando serve eliminare un rossetto liquido long lasting funzionano poco, anche con un ottimo struccante (ovvero il prodotto viene via dalle labbra, ma si spalma un po’ attorno e fatica ad essere “catturato” dal dischetto.

Anche per oggi è tutto!
Alla prossima!

Rasmus

Si ringraziano il Forum di Lola, il Forum di Sai Cosa Ti Spalmi, Promiseland.it, Ecobiocontrol.it, e la fondazione Wikipedia inesauribili fonti di informazioni e di ispirazione

martedì 30 giugno 2020

Novità d'Assortimento da Lidl!

Ciao a Tutti!
Oggi vi parlo di alcune recenti (o meno) aggiunte all'assortimento fisso di Lidl, oppure di qualche linea temporanea.

Comincio col parlarvi delle ultime e più recenti aggiunte Cien Nature, linea ormai presente da molto tempo in assortimento fisso:

Cien Nature – Latte Detergente Viso – Avena:

Aqua, Helianthus Annuus Seed Oil, Cetearyl Alcohol, Sorbitan Olivate, Cetearyl Olivate, Avena Sativa Meal Extract, Glycerin, Butyrospermum Parkii Butter, Simmondsia Chinensis Seed Oil, Tocopheryl Acetate, Xanthan Gum, Lactic Acid, Parfum, Benzyl Alcohol, Sodium Benzoate, Potassium Sorbate, Hydroxycitronellal, Limonene, Citral

250 ml
2,29 €

Si tratta proprio del prodotto che mancava, l'assortimento base della linea era concentrata su creme (viso e contorno occhi), e aveva un detergente, ma non prevedeva un detergente per affinità.
Con la seconda ondata sono stati introdotti i detergenti, ma mancava proprio qualcosa di specifico per il viso, soprattutto per le pelli secche.
Questo in particolare è molto carino, la formula è del tutto verde, ad esclusione degli allergeni del profumo, e trovo che sia anche ben studiata per detergere in modo extradelicato anche le pelli più secche!
Non posso garantire sull'efficacia struccante, dipende da cosa usate, ma ipotizzo che per rimuovere il trucco dal viso (non dagli occhi), vada benissimo, ad esclusione dei prodotti waterproof, su cui magari ci vuole qualcosa di più specifico.

Cien Nature – Sapone Liquido – Aloe e The Verde:

Aqua,  Aloe Barbadensis Leaf Juice, Cocamidopropyl Betaine, Glycerin, Sodium Lauroyl Sarcosinate, Sodium Lauryl Sulfoacetate, Camellia Sinensis Leaf Extract, Parfum, Lactic Acid, Benzyl Alcohol, Sodium Benzoate, Potassium Sorbate, Limonene, Hexyl Cinnamal, Linalool

300 ml
2,15 €

Cien Nature – Sapone Liquido – Argan e Calendula:

Aqua,  Aloe Barbadensis Leaf Juice, Cocamidopropyl Betaine, Glycerin, Sodium Lauroyl Sarcosinate, Sodium Lauryl Sulfoacetate, Argania Spinosa Kernel Oil, Calendula Officinalis Flower Extract, Parfum, Lactic Acid, Benzyl Alcohol, Sodium Benzoate, Potassium Sorbate

300 ml
2,15 €

Ecco un'altra categoria di prodotti che mancava!
Sono stati inseriti i detergenti corpo e lo shampoo, ma mancava ancora il sapone liquido!
La formula si scosta davvero poco dai precedenti, direi che tra questo e il detergente intimo, per esempio, non c'è un abisso.
In tutti i casi abbiamo prodotti dall'INCI verde, ma questi detergenti contengono, almeno sulla carta  tensioattivi meno delicati, più adatti a pulire a fondo le mani, rispetto ai detergenti intimi.
Anche la stessa formula, condivisa nelle due varianti, comprende meno lenitivi e addolcenti, cosa logica, visto lo scopo del prodotto.
Io personalmente mi trovo molto meglio ad usare saponi solidi, ma se cercate un sapone liquido (questi sono comunque detergenti, non vero e proprio sapone liquido), questi sono economici, bio e anche delicati.

Parlo ora delle nuove aggiunte all'assortimento della linea normale, non bio:

Cien – Thalasso Scrub Esfoliante:

Sodium Chloride, PEG-7 Glyceryl Cocoate, Olus Oil, Parfum, Tocopheryl Acetate, Lecithin, Aqua, Tocopherol, Maris Sal, Ascophyllum Nodosum Extract, Butylene Glycol, Ascorbyl Palmitate, Citric Acid, Benzyl Salicylate, C.I. 42090

600 g
2,99-3,99 €

Si tratta di un prodotto molto semplice da realizzare a casa, vi avevo mostrato anche come fare, ma se proprio cercate un prodotto commerciale perché non riuscite proprio a realizzarlo in casa, questo almeno costa poco.
Non è malaccio l'INCI, ha giusto un emulsionante a pallino rosso e un estratto vegetale a base glicolica (ipotizzo che sia quello il motivo della presenza di Butylene Glycol e Acqua).
Insomma, economico, ma funzionale!

Questi altri prodotti penso che siano anche loro temporanei, li ho visti soltanto un annetto fa, non erano fra le offerte temporanee, ma non li ho più visti... ma chissà, io ve ne parlo, magari torneranno per l'inverno!

Cien – Hand Lotion – Asian Cherry Blossom:

Aqua, Glycerin, Glyceryl Stearate SE, Octyldodecanol, Cetearyl Alcohol, Butylene Glycol, Dicaprylyl Ether, Propylene Glycol, Nylon-12, Phenoxyethanol, Panthenol, Sodium Cetearyl Sulfate, Parfum, Sodium Anisate, Sodium Levulinate, Allantoin, Benzoic Acid, Disodium EDTA, Dehydroacetic Acid, Sodium Hydroxide, Hexyl Cinnamal, Linalool, Limonene, Citronellol, Benzyl Alcohol, Avena Strigosa Seed Extract, Lecithin, Geraniol, Potassium Sorbate

30 ml
0,99 €

Cien – Hand Lotion – Milk & Lavender:

Aqua, Glycerin, Glyceryl Stearate SE, Octyldodecanol, Cetearyl Alcohol, Butylene Glycol, Dicaprylyl Ether, Propylene Glycol, Nylon-12, Phenoxyethanol, Panthenol, Sodium Cetearyl Sulfate, Parfum, Sodium Anisate, Sodium Levulinate, Allantoin, Benzoic Acid, Disodium EDTA, Dehydroacetic Acid, Sodium Hydroxide, Benzyl Alcohol, Linalool, Avena Strigosa Seed Extract, Lecithin, Citronellol, Potassium Sorbate

30 ml
0,99 €

In entrambi i casi abbiamo a che fare con una crema mani “basic”, insomma un po' come le altre in vendita, nessuna può efficacemente lavorare come “restitutiva”, ma penso vadano benissimo per tamponare i danni durante la giornata.
La formula non è 100% verde, ma accettabile, considerando anche che qualche ingrediente sintetico aiuta la permanenza del prodotto sulla pelle, senza la sensazione di unto.
Visto il formato non devono essere male come prodotti d'emergenza da tenere in borsa!

Cien – Vaniglia&Frutti – Acqua Profumata&Acqua Micellare:


Acqua Profumata con Aloe Vera Bio: 
Alcohol Denat., Aqua, Parfum, Aloe Barbadensis Leaf Juice, Citric Acid, Sodium Benzoate, Potassium Sorbate, Limonene, Linalool, Butylphenyl Methylpropional, Citronellol, Cinnamyl Alcohol, Citral

Acqua Micellare:
Aqua, Hamamelis Virginiana Distillate, Centaurea Cyanus Flower Water, Potassium Sorbate, Sodium Benzoate, Benzyl Alcohol, Sodium Lauroyl Sarcosinate

150+150 ml
4,99 €

Questo è un cofanetto che ho già visto comparire per due anni di fila nel periodo natalizio, purtroppo per un motivo o per l'altro non sono mai riuscita a parlarvene prima... così lo inserisco ora!
Mi interessa specialmente parlarvi dell'Acqua Micellare, in quanto il primo prodotto è più che altro assimilabile ad un profumo, ha una base alcolica, quindi sarà poco persistente (il motivo per cui viene chiamato “Acqua”), ma è un profumo con formulazione “canonica”.
Invece, per quanto riguarda l'Acqua Micellare, ha una formula molto, molto particolare, non viene usato un tensioattivo “canonico” per questo tipo di formula, ma mi piace molto che si tratti di un prodotto 100% verde!
L'unico mio dubbio è: a che cosa serve? Sarà davvero un'Acqua Micellare da definizione? Oppure è stato usato questo termine “famoso” per qualcosa che i tensioattivi li vede col binocolo è non è altro che un tonico?
Io considererei quest'ipotesi... e vi direi... provate il prodotto, non regalatelo se non lo conoscete!

Cien – Elisir – Olio Capelli&Olio Corpo:


Olio Capelli:
Cyclopentasiloxane, Dimethicone, Cyclomethicone, Tocopheryl Acetate, Parfum, Argania Spinosa Kernel Oil, Linalool, Coumarin, Limonene, Citronellol, Hydroxyisohexyl 3-Cyclohexene Carboxaldehyde

Olio Corpo:
Ethylhexyl Palmitate, Prunus Amygdalus Dulcis Oil, Cocos Nucifera Oil, Rosa Moschata Oil, Oryza Sativa Bran Oil, Tocopherol, Parfum, Linalool, Coumarin, Limonene, Citronellol, Hydroxyisohexyl 3-Cyclohexene Carboxaldehyde, Hydroxycitronellal

100+150 ml
5,99 €

Quest'altro cofanetto lo definirei un po’ istrionico, abbiamo due oli piuttosto diversi il primo fondamentalmente non è un vero olio, si tratta di un classico prodotto similare ai “Cristalli Liquidi”, e non lo consiglio per nulla… è quasi solamente siliconi, con giusto uno spruzzo di Tocoferile Acetato e Olio di Argan!
Se vi trovate bene usatelo, ma io personalmente non tollero i siliconi sui capelli, me li trovo subito unti e appiccicosi, anche con piccolissime quantità!
Il secondo invece è un vero e proprio olio vegetale, utilizzabilissimo anche sui capelli!
Come componente principale abbiamo un estere medio, e vengono poi aggiunti Mandorla, Cocco, Rosa Mosqueta e Riso come oli vegetali, è inoltre arricchito di Tocoferolo come antiossidante.
Insomma, niente di esagerato, ma per il prezzo non è così male! Soprattutto se vi trovate bene con i siliconi per i capelli!

Gli ultimi prodotti sono alcuni complementi ad una linea già vista, la linea Cien Med, che prevede prodotti quanto più possibile anallergici (quantomeno nelle fragranze usate).

Cien – Med – Sensitive – Deodorant:

Alcohol, Aqua, Parfum, Ethylhexylglycerin, Phenoxyethanol, Allantoin, Lactic Acid

100 ml
1,99 €

L’Alcol è certamente un’opzione, anche se non è il metodo migliore per tutti, ma se tendenzialmente non tollerate gli antitraspiranti, e contemporaneamente non avete particolare sensibilità con i prodotti contenenti alcolici è sicuramente un'opzione, soprattutto questo in particolare.
Purtroppo non so quanto sia efficace a lungo termine (ma vale per tutti i deodoranti a base alcolica, purtroppo l'Alcol evapora piuttosto in fretta), ma può essere un’alternativa per chi proprio non regge gli antitraspiranti e non trova sufficiente l’uso di Allume o comunque di deodoranti a base di Allume, sempre antitraspiranti, ma generalmente più tollerati.

Cien – Med – Sensitive – Hand Cream:

Aqua, Glycerin, Glyceryl Stearate SE, Cetearyl Alcohol, Octyldodecanol, Propylene Glycol, Butylene Glycol, Dicaprylyl Ether, Phenoxyethanol, Butyrospermum Parkii Butter, Parfum, Sodium Cetearyl Sulfate, Sodium Anisate, Sodium Levulinate, Allantoin, Benzoic Acid, Disodium EDTA, Dehydroacetic Acid, Sodium Hydroxide

75 ml
1,99 €

Si tratta di una crema mani dalla formulazione piuttosto semplice, basic, che secondo me funziona abbastanza bene come rimedio temporaneo, durante la giornata.
Non la trovo ricostituente, probabilmente non è particolarmente unta, come le creme mani dell’assortimento fisso, ma non è assolutamente male per il prezzo e per il fatto di essere comunque un prodotto della larga distribuzione.
Mi piace anche l’uso di conservanti a pallino verde!

Cien – Med – Sensitive – Body Lotion:

Aqua, Isopropyl Palmitate, Alcohol, Glycerin, Polyglyceryl-3 Polyricinoleate, Ethylhexyl Palmitate, Ricinus Communis Seed Oil, Zinc Stearate, Magnesium Sulfate, Benzyl Alcohol, Butyrospermum Parkii Butter, Cetyl Palmitate, Parfum, Methylparaben, Allantoin, Tocopheryl Acetate

300 ml
1,99 €

Praticamente perfetto per il suo prezzo!
Di fatto abbiamo una crema analoga a quella presente nell’assortimento fisso, in particolare a quella con emulsione A/O!
La differenza rispetto a questa che cito effettivamente è limitata, ma sono sorpresa perché abbiamo di fatto un prodotto quasi del tutto a pallino verde!
Personalmente non considero i parabeni problematici, in quanto i sospetti sui rischi sono risultati infondati, quindi ho lasciato la vecchia assegnazione a pallino verde, visto che l’assegnazione più recente è solo un eccesso di cautela, e i parabeni restano comunque conservanti migliori di altri.

Cien – Med – Sensitive – Face Cream:

Aqua, Glycerin, Aloe Barbadensis Leaf Juice, Cetearyl Isononanoate, Isopropyl Palmitate, Octocrylene, Ricinus Communis, Cetearyl Alcohol, Dicaprylyl Ether, Glyceryl Stearate Citrate, Theobroma Cacao Butter, Tocopheryl Acetate, Phenoxyethanol, Sucrose Stearate, Xanthan Gum, Dimethicone, Panthenol, Butyl Metthoxydibenzoylmethane, Methylparaben, Parfum, Sodium Anisate, Sodium Levulinate, Allantoin, Benzoic Acid, Dehydroacetic Acid, Palmitic Acid, Sodium Hyaluronate, Stearic Acid, Sodium Hydroxide, Potassium Sorbate, Citric Acid, Sodium Benzoate

75 ml
2,99 €

Anche la crema viso non mi dispiace, la formula non è super verde come la variante corpo, ma non è male!
Abbiamo sicuramente dei filtri solari a pallino giallo, ma non viene dichiarato un filtro SPF sulla confezione, quindi sono sicuramente non ci conterei troppo.
Per il resto i pallini non verdi sono un goccio di silicone e il mix di conservanti, comunque meglio di molti altri (a parte possibili allergie, come sempre).
Insomma, globalmente la trovo proprio una bella crema, anche se di attivi abbiamo giusto qualcosa di basic: Gel d’Aloe, Pantenolo, Allantoina e Sodio Ialuronato, non si sa in quali percentuali specifiche.

Anche per oggi è tutto!
Alla prossima!

Rasmus

Si ringraziano il Forum di Lola, il Forum di Sai Cosa Ti Spalmi, Biodizionario.it, Promiseland.it, e la fondazione Wikipedia inesauribili fonti di informazioni e di ispirazione

venerdì 26 giugno 2020

Make Up Reviews di Maggio!

Ciao a Tutti!
Torno anche oggi a parlarvi di qualche prodotto di Make Up che ho utilizzato soprattutto in questo periodo!
In particolare oggi mi concentrerò più sui prodotti occhi, dato che in questo periodo mi trucco ancora meno del solito, visto che uscendo, come tutti, devo usare per forza di cose la mascherina!

Kiko – Long Lasting Eyeshadows Stick – 20 – Black:

Cyclopentasiloxane, Trimethylsiloxysilicate, Polyethylene, Lauroyl Lysine, Ozokerite, Octyldodecanol, Synthetic Beeswax, Mica, Lecithin, Disteardimonium Hectorite, Tocopherol, Propylene Carbonate, Synthetic Fluorphlogopite, Citric Acid, Calcium Aluminum Borosilicate, Calcium Sodium Borosilicate, Silica, Tin Oxide
May Contain (+/-):
Titanium Dioxide (C.I. 77891), Iron Oxides (C.I. 77491, C.I. 77499), Black 2 (C.I. 77266)

1,6 g
3,50-6,99 €

Bramo questo acquisto già da anni, e probabilmente è un po' il prodotto che avrei dovuto acquistare fin da quando ero ragazza goth e metallara! 😂
Forse era proprio il prodotto che mi serviva quando provavo a fare per le prime volte gli smoky... e non riuscivo a fare nulla di utile!
Ovviamente all'epoca non sapevo molto di trucco, e di certo non c'erano i mezzi di oggi per saperne di più!
Insomma, mi è piaciuto fin da subito, dal primo utilizzo!
La formula, a prescindere dal colore, mi è piaciuta molto anche nella variante viola che avevo recensito qualche anno fa, quindi sapevo che per la texture non avrei avuto problemi.
Avevo una discreta certezza anche sulla resa del nero, mi pareva che lo swatch sulla pelle che ho fatto in negozio lasciasse una certa intensità.
Sulla palpebra effettivamente la resa non è proprio la stessa, lascia comunque un alone più grigiastro, che va ripreso dalle polveri se si vuole realizzare un trucco proprio nero-nero, probabilmente questo dipende anche dalla pelle e da quello che si usa prima di questo prodotto.
Resta comunque che la resa è davvero perfetta con il doppio passaggio!
Io che non riesco ad usare un prodotto secco e “duro” come una matita sulla mobile (forse unica eccezione era l'Everlasting Kajal di Kiko che era una matita estremamente morbida, fin troppo da utilizzare su tutta la palpebra), mi sono trovata perfettamente con questo ombretto!
Lo consiglio a chiunque voglia fare smoky a base nera intensi e scuri, che ovviamente sono da ripassare con un ombretto in polvere nero.
Io a questo scopo sono trovata bene sia con Blackout e col nero della KVD, ma è andato benissimo anche il più economico Occhi di Gatto di Nevecosmetics!
Ma ovviamente non è un prodotto utile solo a realizzare uno smoky nero, la sua versatilità sta soprattutto nella realizzazione di Halo Smoky, e più in generale smoky, non per forza a base nera.
Usando una base nera a tutta palpebra viene molto più semplice lavorare l'intensità con un ombretto in polvere nero, ma andando a smorzare l'intensità nelle zone della mobile in cui si diffonde la bordatura, e per fare questo basterà sfumare la bordatura con ombretti marroni.
Rispetto alla stessa realizzazione con matite e ombretti resta una procedura che io trovo infinitamente più semplice! Senza contare che la mia pelle lo preferisce, sia quanto a texture, sia a livello di tenuta, perché come base grassa asciuga senza necessità di incipriare e funge anche un po' da primer occhi (ovviamente questo aspetto secondario è soggettivo).
Allo stesso modo, mi sono trovata perfettamente per realizzare gli Halo, la costruzione di base che vado a realizzare è la stessa, con la differenza dell'aggiunta shimmer al centro della palpebra mobile, solitamente si tratta degli ombretti che più facilmente migrano, ma con questa costruzione ho visto che la tenuta resta perfetta anche in questo caso!

Diego dalla Palma – Cream Eyeshadow – Taupe:

Isododecane, Dimethicone, Mica, Phenyl Trimethicone, Dimethicone/Vinyl Dimethicone Crosspolymer, Hydrogenated Polycyclopentadiene, Caprylyl Trimethicone, Hydrogenated Castor Oil, Sorbitan Sesquiisostearate, Silica, Polyethylene, Copernicia Cerifera Cera, Phenoxyethanol, Disteardimonium Hectorite, Boron Nitride, Hydrogen Dimethicone, Synthetic Wax, Hydrogenated Microcrystalline Wax, Propylene Carbonate, Tocopherol, Titanium Dioxide (C.I. 77891), Iron Oxides (C.I. 77491, C.I. 77492, C.I. 77499)

3,5 g
9,95-19,90 €

Anche questo è un prodotto per la base occhi che ho usato abbastanza di frequente in questi mesi, l'ho aperto quasi subito, a differenza del suo compagno in stick, che non ho ancora aperto!
Ho sperato proprio di trovarmi di fronte ad una base perfetta per un trucco rapido, da mattinata lavorativa, e devo dire che, visto l'acquisto online a scatola chiusa, mi è andata piuttosto bene!
Si tratta di un bel marroncino neutro-freddo, lo trovo a base gialla, ma non caldo, direi che sulla mia carnagione si sposa molto bene per andare ad ombreggiare leggermente l'area “smoky” delle palpebre per andare a creare un trucco veloce e naturale.
Insomma, se usato da solo (esclusa la bordatura) non tira caldo da gonfiare la piega, e non risulta troppo freddo da ingrigire, già è una gran cosa!
La texture in realtà ricorda abbastanza l'ombretto in crema di Pupa che usavo anni fa, anzi, direi che globalmente lo sostituisce, e pure in meglio, perché è leggermente più chiaro.
Il Kiko è forse quello che ho sempre più preferito come sfumabilità, non che il Diego dalla Palma si sfumi male, ma ha una consistenza leggermente più pastosa, mentre il Kiko ha quasi un effetto “cream-to-powder”, estremamente setoso e anche più modulabile.

Royal Beauty – Matita Contorno Labbra:

Ricinus Communis Seed Oil, Cera Microcristallina, Cera Alba, Ethylhexyl Palmitate, Bis-Diglyceryl Polyacyladipate-2, Euphorbia Cerifera Cera, Hydrogenated Polyisobutene, Synthetic Wax, Caprylyl Glycol, Ethylhexylglycerin, Phenoxyethanol, Piroctone Olamine
May Contain (+/-):
Titanium Dioxide (C.I. 77891), Red 7 Lake (C.I. 15850)

1,1 g
venduto in kit col gloss

Torno parlando di prodotti labbra, nonostante la situazione imponga la mascherina, spesso mi sono trovata a fare un trucco completo per delle videochiamate con amici e amiche, ne ho così approfittato per fare un po' di test!
Ho deciso così di mettere per bene alla prova questa matita labbra, ricevuta in regalo, e chiaramente non scelta di persona, visto questo colore particolare!
Si tratta infatti di una matita di un bel rosso freddo e molto cromato, ipotizzo che possa andare bene per IP, sicuramente anche per IB, ma non la vedo fredda e gelida da assolute.
Come prodotto non lo definirei di alta qualità, si tratta di un prodotto lowcost, e di conseguenza la qualità è ridotta.
Il colore è pieno e non lascia troppa trasparenza, ma la mina è proprio morbidina, si consuma tantissimo, e il tratto non è per nulla facile da gestire.
Insomma, poca spesa, ma poca resa, per forza di cose!

Essence – This Is Me Lipstick – 06 – Real:

Ethylhexyl Palmitate, Calcium Carbonate, Kaolin, Microcrystalline Wax, Euphorbia Cerifera Wax, Synthetic Wax, Disteardimonium Hectorite, Petrolatum, Silica Dimethyl Silylate, Tocopherol, Glyceryl Caprylate, VP/Hexadecene Copolymer, BHT, Octyldodecanol, Aluminum Hydroxide, Parfum, Hexyl Cinnamal, Linalool, Red 6 Lake (C.I. 15850), Red 7 Lake (C.I. 15850), Iron Oxides (C.I. 77491), Iron Oxides (C.I. 77499), Titanium Dioxide (C.I. 77891)

3,5 g
2,89 €

Questo rossetto, invece, mi è stato ceduto ad uno swap l'anno scorso, poco dopo la sua uscita, effettivamente è stato consigliato come rosa freddo, ma certamente non lo definirei freddo!
Sulla carta dovrebbe essere un MLBB neutro caldo, ma ovviamente la reazione sulla pelle è soggettiva.
Come mi capita spesso, come rossetto su di me ingrigisce e incupisce abbastanza, risultando un po' più marroncino cupo di quanto dovrebbe.
Non lo definirei né particolarmente caldo, né freddo di base, ma penso che come tonalità sia proprio difficile, basta poco perché sulla carnagione faccia effetto marrone o effetto violaceo, probabilmente funziona come nude su carnagioni un po' scure, ma bisogna vedere tanti fattori.
Su di me ammetto che non è un disastro, ma resta troppo difficile da gestire, serve una matita che non incupisca ulteriormente il prodotto, e devo evitare quanto più possibile di applicare la matita su tutte le labbra, sempre per lo stesso motivo.
Insomma... ammetto che all'inizio pensavo fosse adatto a me, mentre facendo prove, man mano l'ho bocciato e aggiunto al cestino per il prossimo swap (chissà quando 🙄).
Ne sono dispiaciuta eh, perché tra l'altro ho trovato ottime texture e finish!
Si tratta di un rossetto cremoso ad effetto particolarmente lucido, ma allo stesso tempo molto coprente, non ha minimamente effetto sheer, e scorre in modo piacevolissimo sulle labbra.
Insomma, se dovessi pensare al rossetto più confortevole del mondo... questo ci andrebbe molto vicino! E tutto questo anche con una tenuta notevole!
Una volta fissato, il rossetto resiste piuttosto bene per essere lucido, basta fare attenzione, e resiste anche ad un pasto frugale, ovviamente niente panini/hamburger e niente cibi unti come frittelle e insalata, ma facendo attenzione resiste ad un riso asciutto all'orientale per esempio.

Royal Beauty – Lipgloss:

Polyisobutene, Paraffinum Liquidum, Triisodecyl Trimellitate, Polyethylene, Butylene/Ethylene/Styrene Copolymer, Cera Microcristallina, Silica Dimethyl Silylate, Ethylhexyl Palmitate, Hydrogenated Polyisobutene, Sorbitan Sesquiisostearate, Caprylyl Glycol, Ethylhexylglycerin, Phenoxyethanol, Piroctone Olamine
May Contain (+/-):
Red 7 Lake (C.I. 15850), Yellow 6 Lake (C.I. 15985)

1,8 g
venduto in kit con la matita labbra

Quest'altro prodotto è il compare della matita di cui vi ho parlato sopra, sempre nello stesso kit regalo, e di conseguenza stesso rosso freddo e bello cromato!
Usati insieme lasciano proprio l'effetto labbra laccate con colore pieno, purtroppo la tenuta è quasi inesistente, tanto che ho potuto fare qualche test in casa, ma anche fossero stati colori entusiasmanti... non avrei mai usato questa matita e questo gloss nella vita reale.
L'effetto finale, appena realizzato, è certamente carino (poi certo, su una IP/IB sarebbe ancora meglio!), ma la tenuta è quasi inesistente.
Per un gloss ci vorrebbe una matita long lasting, e la sua assolutamente non lo è.
Di suo non è neanche malvagio, piuttosto consistente, non sbava esageratamente, e ha anche un piacevole effetto idratante sulle labbra.
Il gloss, a differenza della matita, l'ho trovato leggerissimamente più versatile, dato che, per quanto colorato, resta un po' semitrasparente, ma è comunque un prodotto che alla fin fine non penso che userò, e finirà anche lui, insieme alla matita, nel sacchetto per il prossimo swap.

Spero che il post sia stato interessante!
A presto!

Rasmus

Si ringraziano il Forum di Lola, il Forum di Sai Cosa Ti Spalmi, Biodizionario.it, e la fondazione Wikipedia inesauribili fonti di informazioni e di ispirazione, ma soprattutto il gruppo di MUA e appassionati/e che mi ha aiutato con tantissimi consigli, in particolare un ringraziamento alla bravissima e pazientissima MUA MakeUp Pleasure!

mercoledì 24 giugno 2020

Nuove Recensioni di Profumi!

Ciao a Tutti!
Torno anche oggi a parlare di qualche profumo di cui ho avuto esperienza negli ultimi mesi, il primo di cui vi parlo in realtà è del fidanzato, c'è stato un momento un po' assurdo in cui ne abbiamo persa una confezione l'anno scorso 🙄...
A quel punto ho provveduto a ricomprarglielo, perché quasi sicuramente l'ho infilato io da qualche parte nascosto... e prima o poi salterà fuori!

Scuderia Ferrari – Eau de Toilette – Black:

Alcohol Denat., Aqua, Parfum, Hydroxycitronellal, Limonene, Butyl Methoxydibenzoylmethane, Ethylhexyl Methoxycinnamate, Ethylexyl Salicylate, Benzyl Benzoate, Linalool, BHT, Citral, Cinnamal, Eugenol

75 ml
19,00-29,00 €

Si tratta di un profumo del 2013, e viene definito Aromatico Fougère da uomo.
Io sinceramente posso concordare sul fatto che sia maschile, ma sono un po' in dubbio sull'aromatico. Fougère invece lo trovo proprio calzante come definizione.
Si tratta di un profumo piuttosto “secco”, poco dolce, con qualche nota dolciastra solo all'inizio, ma che svanisce davvero in fretta.
Non lo definirei un profumo inconfondibile, sinceramente per quanto lo gradisca, non capisco la passione che ha il fidanzato per questo profumo! 😅
Obiettivamente trovo che a prescindere dal target di prezzo... ci siano profumi assolutamente più validi e più ricercati, anche sullo stesso genere.

Piramide Olfattiva (Fragrantica.it):


  • Note di Testa: Agrumi, Lime, Bergamotto, Mela e Prugna
  • Note di Cuore: Cardamomo, Cannella, Rosa e Gelsomino
  • Note di Fondo: Cedro, Ambra, Muschio Animale e Vaniglia

La trovo mediamente calzante come piramide olfattiva, sento qualcosa di dolciastro all'inizio, che potrebbe corrispondere alle note fruttate, mentre sento di più la parte speziata delle Note di Cuore, più rappresentative, a mio parere, del profumo.
La parte finale fatico a percepirla così chiaramente, soprattutto la Vaniglia, di cui non ne avverto proprio traccia!
Globalmente lo definirei un profumo che vale quello che costa (in sconto magari), non l'ho trovato unico e inconfondibile, ma non mi dispiace; la tenuta nel tempo è piuttosto limitata, già dopo una mattinata il profumo si avverte poco, anche applicandone in abbondanza (come fa appunto il fidanzato 😅), diciamo che per il target di prezzo ci sono profumi ben più performanti e ricercati, ma se vi piace, almeno ha un prezzo più che abbordabile.

Giorgio Armani – Eau de Toilette – Acqua di Giò:

Alcohol, Aqua, Parfum, BHT, Linalool, Geraniol, Eugenol, Alpha-Isomethyl Ionone, Cinnamyl Alcohol, Limonene, Citral, Citronellol, Butylphenyl Methylpropional, Benzyl Salicylate

30 ml
43,12-67,90 €
50 ml
50,50-76,90 €
100 ml
66,90-107,00 €
200 ml
89,50-143,00 €

Che dire? Si tratta di un profumo icona!
Infatti è un profumo piuttosto longevo, del 1996, realizzato da Alberto Morillas.
Viene considerato un profumo da uomo sulla carta, ma so per certo di non essere la prima donna ad essersene innamorata e ad usarlo su di sé!
Viene definito Aromatico Acquatico, anche se è strano, non lo avrei detto, se concordo pienamente nella definizione di Acquatico, sono un po' perplessa di fronte alla definizione principale come Aromatico, lo avrei definito se proprio Esperidato!
Effettivamente la famiglia indicata non fa parte delle famiglie storiche, a meno che Aromatico non stia per Orientale, cosa che proprio non direi.

Piramide Olfattiva (fragrantica.it):


  • Note di Testa: Arancia, Lime, Mandarino, Gelsomino, Bergamotto, Limone e Neroli
  • Note di Cuore: Ciclamino, Noce Moscata, Reseda, Coriandolo, Violetta, Fresia, Note Marine, Pesca, Giacinto, Rosa, Gelsomino, Rosmarino e Calone
  • Note di Fondo: Ambra, Patchouli, Muschio di Quercia, Cedro e Muschio Bianco

Sulla carta la Piramide Olfattiva è ricchissima di sfaccettature, dagli agrumi ai fiori, dalle spezie alle erbe aromatiche, dall'Ambra ai legni...
Insomma, abbondanza di tutto, ed è paradossale che invece il profumo risulti così fresco e “semplice” da portare, non si direbbe con tutte queste note!
Io sinceramente lo trovo un profumo unisex, molto versatile, non particolarmente appariscente, ma nemmeno che passa del tutto inosservato, lo trovo elegante, si avverte, ma senza monopolizzare l'attenzione.
Insomma, per me è stato un colpo di fulmine fin dalla prima volta in cui l'ho annusato! Ve ne avrei sicuramente parlato in questa occasione come uno dei miei profumi top 5, se non fosse che ho voluto focalizzarmi solo sui profumi considerati femminili.

Ecco i campioncini del periodo:

Carolina Herrera – Eau de Parfum – Good Girl:

Alcohol Denat. Parfum, Aqua, Linalool, Hydroxycitronellal, Benzyl Salicylate, Coumarin, Ethylhexyl Methoxycinnamate, Benzyl Benzoate, Ethylhexyl Salicylate, Butyl Methoxydibenzoylmethane, Limonene, Geraniol, Citronellol, Isoeugenol, Hexyl Cinnamal, Benzyl Alcohol, Citral, Ext.Violet 2 (C.I. 60730)

30 ml
49,52-61,95 €
50 ml
71,92-89,95 €
80 ml
91,96-114,95 €
150 ml
119,00 €

Quest'altro profumo è stato realizzato nel 2016 da Louise Turner, e ammetto che è stato un po' una novità per me, viene definito Orientale Floreale, ma l'ho trovato molto particolare nel suo genere.
La piramide olfattiva è molto articolata, e ammetto che non sento gran parte delle note indicate, ma confermo il fatto che per essere un commerciale sia piuttosto poliedrico.

Piramide Olfattiva (fragrantica.it):


  • Note di Testa: Mandorla, Caffè, Bergamotto e Limone
  • Note di Cuore: Gelsomino Sambac, Tuberosa, Iris, Rosa Bulgara e Fiore d'Arancio
  • Note di Fondo: Fava Tonka, Cacao, Sandalo, Vaniglia, Pralina, Cannella, Cedro, Legno di Cashmere, Patchouli, Ambra e Muschio

La mia impressione, nonostante le poche occasioni di utilizzo (essendo un campioncino), è di un profumo molto fuori dagli schemi, in particolare, inizialmente lo trovo un po' aspro e pungente (a dispetto delle note), mentre dopo poco tempo si addolcisce molto.
Nel corso della giornata ammetto che è un profumo che muta molto, direi anche che ha una persistenza medio-bassa, che abbassa un po' il punteggio.
Nonostante la mutazione iniziale, che lo porta ad addolcirsi, scoprendo presto le note di Cuore, non avverto molto il Gelsomino e la Rosa Bulgara, quanto più note floreali che associo a Tuberosa e Iris, nonostante non siano fiori che conosco benissimo dal loro profumo.
In ogni caso la delusione è proprio la variazione totale della fragranza nel corso della giornata, infatti quello che permane a fine giornata non sembra minimamente lo stesso profumo indossato al mattino!
Questo quando qualcosa rimane... purtroppo già durante la mezza giornata non rimane sufficientemente intenso, a fine giornata resta davvero pochissimo.

Guerlain – Aqua Allegoria – Mandarine Basilic:

Alcohol, Aqua, Parfum, Limonene, Ethylhexyl Methoxycinnamate, PEG-40 Hydrogenated Castor Oil, Benzyl Salicylate, Butylphenyl Methylpropional, Linalool, Butyl Methoxydibenzoylmethane, Butylene Glycol Dicaprylate/Dicaprate, Citral, BHT, Citronellol, Eugenol, Geraniol, Hydroxycitronellal, Tocopherol, Yellow 5 (C.I. 19140), Red 4 (C.I. 14700), Ext.Violet 2 (C.I. 60730), Alpha-Isomethyl Ionone, Benzyl Benzoate, Coumarin, Benzyl Alcohol, Farnesol, Isoeugenol

125 ml
87,12-111,95 €

Si tratta di un profumo molto particolare, viene definito un Agrumato Aromatico, e viene definito da donna; è stato realizzato già nel 2007, dal naso Marie Salamagne.
La particolarità effettivamente sta proprio nell'abbinamento di note agrumate a note verdi molto particolari.
L'impressione iniziale è piuttosto fedele alla “promessa”, ovvero al nome del profumo, si sente nettamente la nota agrumata del Mandarino, e si avverte con una certa intensità qualcosa di diverso, io ammetto che ho avvertito facilmente il Basilico, ma giusto perché lo stavo proprio cercando.
Il mio fidanzato, invece, che era allo scuro di tutto, ha sentito sì che c'era qualcosa di diverso, insieme alle note agrumate, ma non ha saputo identificare la nota.

Piramide Olfattiva (fragrantica.it):


  • Note di Testa: Clementina, Fiore d'Arancio, Edera, Tè Verde e Arancia Amara
  • Note di Cuore: Peonia, Camomilla, Mandarino e Basilico
  • Note di Fondo: Sandalo e Ambra

Trovo che la piramide olfattiva sia piuttosto fedele, almeno a quello che avverto io, noto molte delle note indicate, forse fatico più a distinguere il fondo, che a me sembra abbastanza indistinto, e forse fatico a distinguere specificatamente i fiori fra loro, ma non c'è dubbio sulle note agrumate e sulla presenza di Tè Verde!
Tanto che io più che Mandarino e Basilico... lo avrei considerato Mandarino e Tè Verde!
Insomma, non l'ho apprezzato al punto di acquistarlo, considerando anche il prezzo abbastanza caro, ma se cercate un profumo caratteristico, estremamente fresco e verde, poco dolce, ma delicato, io vi direi di considerarlo!

Anche per oggi è tutto!
Alla prossima!

Rasmus

Si ringraziano il Forum di Lola, il Forum di Sai Cosa Ti Spalmi, Promiseland.it, Biodizionario.it, e la fondazione Wikipedia inesauribili fonti di informazioni e di ispirazione

lunedì 22 giugno 2020

Skincare Reviews di Maggio!

Ciao a Tutti!
Torno anche oggi a parlarvi di qualche prodotto di Skincare/Haircare, specialmente quello che sono riuscita a sfruttare un po' durante la fase 2, in cui esco un pochino di più che durante il lockdown... ma comunque il meno possibile.

Parodontax – Whitening:

Sodium Bicarbonate, Aqua, Glycerin, Hydrated Silica, Alcohol, Cocamidopropyl Betaine, Mentha Arvensis Oil, Mentha Piperita Oil, Echinacea Purpurea Flower/Leaf/Stem Juice, Krameria Triandra Extract, Xanthan Gum, Titanium Dioxide, Sodium Fluoride, Chamomilla Recutita Extract, Salvia Officinalis Oil, Commiphora Myrrha Extract, Limonene, Sodium Saccharin, Linalool

75 ml
1,99-2,34 €

Come dentifricio non mi è mai piaciuto particolarmente il Parodontax normale, ve lo avevo raccontato in più occasioni.
Questo assomiglia un po' alla variante Extrafresh che preferisco (resta comunque un dentifricio che cerco di usare solo in caso di estrema necessità per le gengive).
In particolare, la quarantena mi ha causato un po' di fastidi generali, tra cui l'infiammazione di gengive e bocca... sono quindi stata costretta ad usare un dentifricio apposito per alcuni giorni.
Avendo in casa questo, ho voluto testare questa variante.
Il sapore più o meno direi che è una via di mezzo fra il Parodontax normale e la versione Extrafresh, non l'ho trovato così nettamente mentolato come quest'ultimo, ma non è nemmeno scialbo come la versione base.
Insomma, devo ammetterlo, per consigliarlo, non lo consiglierei, a meno che appunto, non abbiate alternative per sensibilità delle gengive, altrimenti vi consiglio assolutamente un dentifricio ecobio con tensioattivi delicati, penso sia la soluzione migliore per prevenire gran parte dei fastidi!

Mon – Stefanie Giesinger – Golden Hydrogel Face Mask:

Hydrogel:
Aqua, Butylene Glycol, Glycerin, Cocos Nucifera Oil, Caprylic/Capric Triglycerides Polyglyceryl-10 Esters, Gold, Allantoin, Chondrus Crispus, Caprylic/Capric Triglyceride, 1,2-Hexanediol, Hydroxyacetophenone, Ceratonia Siliqua Gum, Agar, Sucrose, Xanthan Gum, Mica, Triethoxycaprylylsilane, Disodium EDTA, Cellulose Gum, Sodium Hydroxide, Parfum, C.I. 77891, C.I. 77491

Serum:
Aqua, Butylene Glycol, Glycerin, Dipropylene Glycol, Sodium Hyaluronate, Carica Papaya Fruit Juice, Caffeine, Opuntia Streptacantha Stem Extract, Allantoin, 1,2-Hexanediol, Hydroxyacetophenone, Pentylene Glycol, Propylene Glycol, Polyacrylic Acid, Tapioca Starch, Dipotassium Glycyrrhizate, Hydroxyethylcellulose, Citric Acid, Sodium Benzoate, Sodium Hydroxide, Caprylic/Capric Triglycerides Polyglyceryl-10 Esters, Threalose, Potassium Sorbate, Disodium EDTA, Yeast Extract, Phenoxyethanol, Biotin, Parfum

1 pz
2,95 €

Dopo parecchio tempo ho ripreso a farmi qualche maschera durante il tempo libero, in questo mese ho utilizzato questa e la prima del kit di Kiko.
La ripresa del lavoro a pieno regime è stata un po' traumatica, e l'inizio di maggio non l'ho nemmeno visto col binocolo... ma dopo metà mese ho avuto un po' più di tempo libero, e mi sono subito premiata con le maschere più lussuose che avevo!
Questa in particolare è in Hydrogel come i pads contorno occhi della linea che avevo già provato, con l'aggiunta di un siero sulla superficie della maschera, ammetto che a parte la difficoltà di applicarla, l'effetto sulla pelle è proprio meraviglioso! 😍
L'ho trovata proprio una maschera coccolosa, fresca, ma molto nutriente e ricca, fra tutte quelle che ho provato, la linea Mon è una di quelle che ho preferito da dm, le maschere costicchiano (anche i patch contorno occhi non sono esattamente economici), ma ammetto che la differenza di prezzo, comunque non esagerata, vale!
Il prodotto è di Hydrogel piuttosto consistente, rispetto ad esempio alla Limited Edition di Balea, e aderisce anche un pochino meglio alla pelle, nonostante sia molto imbevuto.
Anzi, la differenza rispetto ad altre maschere in Hydrogel che ho provato è proprio il siero, si sente che c'è qualcosa in più sulla maschera, e dopo l'applicazione si avverte proprio l'effetto di idratazione in più sulla pelle!

Kiko – Anti-Fatigue Face Mask:

Aqua, Glycerin, Dipropylene Glycol, 1,2 Hexanediol, Cetyl Ethylhexanoate, Camellia Sinensis Leaf Extract, Ceratonia Siliqua Gum, Chondrus Crispus Powder, Glyceryl Stearate, Cellulose Gum, Sodium Polyacrylate, Camellia Sinensis Leaf Powder, Lavandula Angustifolia Extract, Hydrogenated Polydecene, Trideceth-6, Sodium Hyaluronate, Disodium EDTA, Phenoxyethanol, Butylene Glycol

1 pz
inclusa nel Magical Holiday – Face Masks Kit

Con quest'altra maschera ho inaugurato il kit natalizio delle maschere di Kiko, che avevo avuto l'occasione di acquistare in super sconto!
Anche questa è una maschera in Hydrogel, e ammetto che non ne ho una straordinaria esperienza, ne ho provate solo alcune da quando sono state messe in commercio.
Nel mio piccolo posso dire che si nota subito la differenza rispetto alla precedente di cui vi ho parlato, se la Mon è molto “umida” e si vede che è stata arricchita esternamente da un siero, questa è sì di qualità, si sente che l'Hydrogel è consistente, e la sensazione è piuttosto ricca pur non avendo la dichiarazione di un siero in aggiunta.
Direi che rispetto la maschera in Hydrogel che ho provato qualche mese fa, la Balea L.E., è più consistente e “umida”, infatti la stessa busta ha parecchio liquido sul fondo, anche dopo l'estrazione della maschera!
Insomma, non posso che confermare la qualità del prodotto, che resta comunque con un ottimo rapporto qualità/prezzo, almeno considerando il kit, che permette un notevole risparmio.

Ole Henriksen – Banana Bright Eye Crème:

Aqua, Simmondsia Chinensis Seed Oil, Butyrospermum Parkii  Butter, Isododecane, Coconut Alkanes, Tetrahexyldecyl Ascorbate, Polyglyceryl-3 Rice Branate, Polyglyceryl-3 Beeswax, Cetearyl Alcohol, 3-0-Ethyl Ascorbic Acid, Glycerin, Dilinoleic Acid/Propanediol Copolymer, Polymethylsilsesquioxane, Cocoyl Proline, Pentaerythrityl Tetraisostearate, Dimethicone Crosspolymer, HDI/Trimethylol Hexyllactone Crosspolymer, Polyacrylate-13, Mica, Polysorbate-20, Caprylyl Glycol, Titanium Dioxide (C.I. 77891), Polyglyceryl-6 Ricinoleate, Polyglyceryl-6 Caprylate, Polyglyceryl-4 Caprate, Polyglyceryl-3 Cocoate, Phenoxyethanol, Coco-Caprylate/Caprate, Polyisobutene, Acrylates/C10-30 Alkyl Acrylate Crosspolymer, Parfum, Tamarindus Indica Seed Polysaccharide, Tocopheryl Acetate, Rosa Canina Fruit Extract, Lycium Barbarum Fruit Extract, Hippophae Rhamnoides Extract, Citrus Limon Fruit Extract, Citrus Aurantium Dulcis Fruit Extract, Sodium Hydroxide, Sorbic Acid, Iron Oxides (C.I. 77491), Leuconostoc/Radish Root Ferment Filtrate, Sorbitan Isostearate, Silica, Sodium Benzoate, Propanediol, Vegetable Collagen, Aroma, Ascorbic Acid, Linoleic Acid, Pullulan, Nannochloropsis Oculata Extract, Linolenic Acid, Citric Acid, Potassium Sorbate, Tocopherol, Citral, Limonene, Linalool

3 ml
omaggio

Che dire, questo prodotto è stato uno dei più controversi che abbia usato da parecchio tempo!
Inizialmente sono rimasta super colpita dalla texture e dall'effetto sul contorno occhi, si tratta di una crema-gel molto soda, ma anche molto, molto fondente, insomma proprio il tipo di prodotto che piace a me!
Purtroppo però mi sono ricreduta in fretta... ho provato ad usare il prodotto di giorno, come anche di notte... ma ha un netto effetto collaterale: migra ovunque!
Se lo uso di notte, mi sveglio la mattiba puntualmente con gli occhi “impastati” di prodotto residuo, se lo uso di giorno, ho lo stesso fastidio, che mi compare verso fine giornata...
Insomma, dopo alcune prove... non ho proprio saputo cosa pensare!
Non so nemmeno capire se è un prodotto non adatto al tipo di pelle che ho sul contorno occhi, o se proprio è la mia zona perioculare a non tollerare quasi nulla, soprattutto in questo periodo!
Che posso dirvi? Visto che il prodotto sulla carta è valido io per non buttarlo via del tutto... l'ho utilizzato sul viso!
Ha funzionato bene come step prima della crema, una sorta di siero piuttosto consistente, con un leggero effetto luminoso (si percepisce a malapena mentre si spalma comunque, poi svanisce quasi del tutto), in questo periodo non mi sono truccata vista la necessità della mascherina, ma ho l'impressione che anche come primer illuminante possa essere un prodotto molto valido!

Ed ecco i campioncini del mese:

L'Erbolario – Corteccia – Fluido Dopobarba:

Aqua, Dicaprylyl Ether, Coco-Caprylate, Coco-Caprylate/Caprate, Glyceryl Stearate Citrate, Glyceryl Oleate Citrate, Parfum, Helianthus Annuus Seed Oil, Betula Alba Juice, Cetearyl Alcohol, Leuconostoc/Radish Root Ferment Filtrate, Olea Europaea Oil Unsaponifiables, Salix Nigra Bark Extract, Quercus Robur Bark Extract, Pinus Pinaster Bark/Bud Extract, Brassica Campestris Seed Oil, Rosmarinus Officinalis Leaf Extract, Rosa Moschata Seed Oil, Zea Mays Oil, Bisabolol, Tocopherol, Panthenol, Glycerin, Diglycerin, Caprylic/Capric Triglyceride, Cellulose Gum, Microcrystalline Cellulose, Xanthan Gum, Benzyl Alcohol, Sodium Anisate, Sodium Hydroxide

100 ml
16,00 €

Si tratta più che altro di una cremina fluida, tanto che non lo considererei un vero e proprio dopobarba, non contiene ingredienti astringenti specifici, e non lo trovo un prodotto abbastanza leggero da considerarlo dopobarba...
Già solo dalla lista ingredienti ho avuto quest'impressione (confermata dall'uso), tanto che ho finito per usarlo io dato che il fidanzato ha fin troppi prodotti dopo barba da usare!
Insomma, più che un fluido dopobarba lo definirei una crema fluida, neanche tanto inconsistente, probabilmente a causa dei gelificanti naturali, per quanto riguarda la mia pelle, è perfetto per la mezza stagione, quando cerco qualcosa di poco gelificato, ma comunque con una quota grassa non troppo irrisoria.
La profumazione è l'unica cosa che ricorda effettivamente un dopobarba, perché giustamente è nettamente maschile, ha un sentore piuttosto secco e da sottobosco, quindi può essere il lato poco piacevole di usare questo prodotto come crema viso.
Io personalmente non l'ho trovato un problema, ho fatto 4 applicazioni serali col campioncino, dopo qualche minuto già non si avverte più la profumazione intensa e maschile.

L'Erbolario – Assenzio per Lui – Fluido Dopobarba alle 3 Artemisie:

Aqua, Coco-Caprylate, Glyceryl Stearate Citrate, Coco-Caprylate/Caprate, Glyceryl Oleate Citrate, Cetearyl Alcohol, Glycerin, Microcrystalline Cellulose, Leuconostoc/Radish Root Ferment Filtrate, Butyrospermum Parkii Butter, Carthamus Tinctorius Seed Oil, Persea Gratissima Oil, Olea Europaea Oil Unsaponifiables, Parfum, Artemisia Absinthium Extract, Artemisia Dracunculus Leaf/Stem Extract, Artemisia Glacialis Extract, Rosa Moschata Seed Oil, Zea Mays Oil, Helianthus Annuus Seed Oil, Brassica Campestris Seed Oil, Rosmarinus Officinalis Leaf Extract, Bisabolol, Caprylic/Capric Triglyceride, Cellulose Gum, Panthenol, Tocopherol, Xanthan Gum, Sodium Anisate, Tridecane, Undecane, Benzyl Alcohol, Benzyl Benzoate, Benzyl Salicylate, Citronellol, Coumarin, Eugenol, Geraniol, Hexyl Cinnamal, Hydroxycitronellal, Limonene, Linalool

120 ml
16,00 €

Dopo aver provato col primo, ho guardato anche l'INCI del secondo fluido dopobarba che avevo fra i campioncini avanzati.
Anche in questo caso ho fatto la stessa ipotesi del prodotto precedente, e ci ho ugualmente azzeccato!
La texture e la consistenza del prodotto mi sono parsi proprio uguali alla variante Corteccia, quello che effettivamente cambia nettamente è la profumazione, accompagnata anche dalla presenza di una sensazione di fresco, probabilmente dovuta a qualche olio essenziale, dato che non vedo ingredienti come Mentolo o Mentil Lattato.
Se il fluido dopobarba precedente lo vedevo proprio effetto crema fluida, in termini di profumazione e sensazione sulla pelle già questo mi dà l'impressione di poter essere definito fluido dopobarba, magari orientato per le pelli a tendenza secca, dato che comunque non è un prodotto leggerissimo, quale è la mia idea di dopobarba.

L'Erbolario – Uomo – Crema per il Viso:

Aqua, Dicaprylyl Ether, Glyceryl Stearate Citrate, Helianthus Annuus Seed Oil, Olea Europaea Fruit Oil, Glycerin, Panthenol, Leuconostoc/Radish Root Ferment Filtrate, Persea Gratissima Oil, Adansonia Digitata Seed Oil, Coffea Arabica Seed Oil, Acanthopanax Seticosus Root Extract, Dunaliella Salina Extract, Brassica Campestris Seed Oil, Rosmarinus Officinalis Leaf Extract, Hydrogenated Vegetable Oil, Hydrolyzed Adansonia Digitata Seed Extract, Menthyl PCA, Bisabolol, Menthol, Oryzanol, Tocopherol, Caprylyl Caprylate/Caprate, Caprylic/Capric Triglyceride, Coco-Caprylate, Cetearyl Alcohol, Cellulose Gum, Microcrystalline Cellulose, Xanthan Gum, Parfum, Sodium Hydroxide, Benzyl Alcohol

50 ml
23,00 €

Questa crema l'ha utilizzata il fidanzato durante una notte fuori da parenti, in mia assenza, prima della quarantena, ma si era dimenticato di recensirmelo prima!
Anche per lui i campioncini sono diventati comodi da usare in viaggio! 😄
Si tratta di una crema leggerina, proprio come avrei ipotizzato io guardando l'INCI, l'ha trovata molto piacevole, da spalmare, e anche leggerissimamente rinfrescante (il Mentolo si sente comunque poco) per sua affermazione: “simile a quelle che spignatto io”, di conseguenza direi piuttosto buona 😆
In particolare si riferisce alla mia versione spignattata dell'Eterea.
Come texture l'ha trovata spalmabile il giusto, non frena (avrà capito cosa si intende? boh! 😅!) e, questo lo dico io, è pure carina dal punto di vista della formula, con Pantenolo, estratti vegetali, diversi attivi sia idratanti, che lenitivi e antiossidanti, insomma un bel mix!
Approvata sia da lui all'uso, che da me come formula! 😄

Anche per oggi è tutto!
A presto!

Rasmus

Si ringraziano il Forum di Lola, il Forum di Sai Cosa Ti Spalmi, Promiseland.it, Biodizionario.it, e la fondazione Wikipedia inesauribili fonti di informazioni e di ispirazione