venerdì 22 dicembre 2017

Ricetta per uno "Strucca-Ciglia"

Ciao a Tutti!
Oggi ricetta semplicissima, un ausilio per struccare gli occhi, specialmente l'infracigliare, ovvero lo Strucca-ciglia! Un Mascara Struccante!
Ho pensato diverse volte ad un prodotto in grado di aiutarmi nella rimozione completa dell'Infracigliare e in particolare dell'Eyeliner in Gel di Kiko, dato che mi rende la vita davvero difficile di sera!
Ho provato ad utilizzare “in piccolo” una formula già valida, ma cercando di ottimizzare la sua applicazione.
In questo senso ho trovato la soluzione nel formato “mascara”!
Io personalmente l'ho utilizzato seguendo questa procedura:

  • Prima mi bagno le ciglia ad occhi chiusi, premendo delicatamente con le dita bagnate fra le ciglia, cercando di smuoverle un pochino.
  • Poi applico questo “mascara struccante”, proprio come se andassi ad applicare il normale mascara, applico uno strato di struccante, e il movimento che ho trovato più utile è quello “da sopra” ruotando lo scovolino come se volessi pettinare le ciglia dal lato della palpebra superiore, anzi, può essere utile per applicare più prodotto sfiorare le ciglia con il bastoncino che sostiene lo scovolino, per poi pettinare il prodotto che cola con le setole, e se la vista tiene, spazzolo le ciglia anche da sopra, chiudendo un occhio alla volta.
  • A questo punto massaggio delicatamente il prodotto fra le ciglia, cercando di far penetrare bene questo olio lavante in tutti i buchini.
  • Dopo aver lavorato solo questo prodotto con le dita, procedo con la mia normale routine per lo strucco, aggiungendo quindi lo Struccogel. A questo punto solitamente riesco a fare a meno del bifasico, o comunque ne devo usare giusto un pochino, e posso tranquillamente usare lo stesso dischetto su entrambi gli occhi, per rimuovere gli ultimissimi residui.
Se invece ho fatto allenamento, e quindi il primo passo della rimozione del Make Up avviene in doccia, di solito ho già rimosso il trucco viso con il Docciacrema, che però non uso assolutamente sugli occhi, brucia!
A questo punto utilizzo il “mascara struccante” dopo la doccia, utilizzando la stessa procedura, solo che non dovendo utilizzare uno struccante viso, a quel punto uso solo il bifasico sugli occhi, seguendo la mia normale routine.
Insomma, a volte il giorno dopo qualche pallino o goccina nera mi può capitare, ma da quando uso questo mascara almeno non “ri-sputo” eyeliner in gel per 3 giorni!

Purtroppo la ricetta non può essere fatta su 100, mi sono regolata sulla quantità di prodotto contenuta in un tubetto di mascara medio, che di solito viaggia fra i 6 e i 10 ml.
Potete anche utilizzare le minisize ripulite, ma ovviamente dovrete fare meno prodotto o suddividerlo in più contenitori.

Ricetta:

Olio di Riso 5
PGE-3 Oleate 0,5
Caprylyl/Capryl Glucoside 0,5
Fenilight 0,05

Procedimento:

la realizzazione è 100% basic, anche se servono alcuni ingredienti da Spignatto, in realtà è anche più che banale!
Infatti basterà pesare nello stesso contenitore (io uso un mini becher da piccolo chimico vintage, in vetro) tutti gli ingredienti e mescolare per bene.
Il risultato sarà un liquido viscoso leggermente opacizzato, che potete tranquillamente versare in un contenitore per mascara perfettamente ripulito.

Gestione delle Omissioni/Sostituzioni:

Potete provare oli vegetali differenti, anche se tendo a consigliarvi questo perché non irrita gli occhi, l'Olio di Cocco è un'alternativa, ma tende ad addensarsi d'inverno, vi sconsiglio di usarlo tagliandolo al 50% con un altro olio se le temperature scendono sotto i 20-25°C.
Potete sostituire il PGE-3 Oleate con altri emulsionanti a basso HLB, come Ewocream o Isolan GPS, non dovrebbe cambiare sostanzialmente, ma va testata la tolleranza oculare.
Di tensioattivi non vi so consigliare un'alternativa, io per gli struccanti uso sempre questo come principale, dato che so che non mi crea problemi agli occhi, potete provare se ne avete uno diverso, ma dello stesso genere, ma dovete conoscerlo bene, e deve essere abbastanza delicato.
Di solito vanno bene altri glucosidi o comunque non ionici, mentre probabilmente sono da evitare anionici e anfoteri.
Il conservante è necessario per un motivo fondamentale: per struccare gli occhi bagnati è inevitabile che ci sia un minimo di contaminazione con acqua, una piccola frazione di conservante permette che il prodotto non diventi un terreno di proliferazione batterica o fungina.
Ho anche pensato, per il futuro, di utilizzare uno scovolino monouso ogni volta, così da poterlo ripulire, ma va da sé che comunque questo non è uno struccante vero e proprio, che “finisce il lavoro”, di fatto serve solamente per far arrivare olio e tensioattivi nei puntini più stretti fra le ciglia, quindi nel momento in cui avete un occhio sano, e usate il conservante nel prodotto, non ci sono problemi.
Ovviamente dopo un mesetto il prodotto va rifatto, perché probabilmente sarà già sporco tutto lo scovolino.
Io l'ho già rifatto un paio di volte da settembre, ma effettivamente mi ha cambiato discretamente la vita.
In ogni caso non ci metto lo stesso solo 2 minuti a struccarmi, ma le cose diventano meno problematiche, almeno per quanto riguarda lo “stress” a cui sottopongo le palpebre per riuscire ad eliminare l'Eyeliner in Gel.

Anche per oggi ho concluso!
Alla prossima!

Rasmus

Si ringraziano il Forum di Lola, il Forum di Sai Cosa Ti Spalmi, Biodizionario.it, Promiseland.it, Nononsensecosmethic.org, e la fondazione Wikipedia inesauribili fonti di informazioni e di ispirazione

4 commenti:

  1. Wow!! e' da provare, adoro spignattare un po' e questa ricetta mi sembra semplice ed efficace!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Fammi sapere se provi a farla, e fammi sapere come la trovi :D

      Elimina
  2. Questo è geniale! Devo cimentarmi assolutamente!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Provaci! è davvero facilissima nonostante tutto :D

      Elimina