venerdì 17 gennaio 2020

Recensioni di Skincare ed Haircare di Dicembre!

Ciao a Tutti!
Torno anche oggi con la recensione dei prodotti utilizzati nell'ultimo periodo!
In vista del Natale, già da prima di dicembre mi sto concentrando sullo smaltimento, non solo dei campioncini, ma anche delle full-size, preoccupata che a Natale possa arrivare altro e in mancanza di spazio in casa!

Comincio parlandovi del detergente che ho utilizzato nell'ultimo periodo:

Clinique – Aromatic Elixir – Body Wash:

Aqua, Sodium Laureth Sulfate, Lauramide MIPA, Lauramidopropyl Betaine, Sodium Phosphate, Parfum, Cocamide MEA, PPG-5-Ceteth-20, Sodium Chloride, Tocopheryl Acetate, Disodium Phosphate, Glycerin, Butylene Glycol, Sodium Cocoate, Sodium Metabisulfite, Disodium EDTA, Potassium Sorbate, Phenoxyethanol, Methylchloroisothiazolinone, Methylisothiazolinone, Geraniol, Citral, Benzyl Benzoate, Benzyl Cinnamate, Linalool, Benzyl Salicylate, Eugenol, Hexyl Cinnamal, Limonene, Evernia Prunastri Extract, Alpha-Isomethyl Ionone, Butylphenyl Methylpropional, Hydroxycitronellal, Citronellol, Mica, Yellow 5 Lake (C.I. 19140), Titanium Dioxide (C.I. 77891), Red 4 (C.I. 14700)

75 ml

Come ho già accennato, tollero a malapena questo profumo, quindi se la crema corpo è stata gestibile, in quanto messa in fretta e coperta il prima possibile dagli indumenti (e messa comunque lontano dal naso!), il bagnoschiuma è stato una tortura!
Il profumo persiste per tutto il tempo della doccia, e col l'acqua calda, la sensazione è ancora peggiore, sembra anche amplificata dallo spazio chiuso del box doccia!
A dispetto della profumazione, però sono stata sorpresa di trovare un prodotto di buona qualità quanto a detergenza!
Non è un prodotto verde, non è un prodotto superbo, ma almeno è ben formulato, ha una consistenza bella soda ed è molto surgrassato, si nota dall'aspetto perlato del prodotto, questo lo rende piacevole sulla pelle e anche piuttosto delicato.
Purtroppo dopo 4-5 utilizzi l'ho spostato nel cestino per lo swap, l'ho trovato del tutto insopportabile a causa della profumazione!

L'Erbolario – Iris – Crema per il Corpo:

Aqua, Cetearyl Alcohol, Glyceryl Stearate, Dicaprylyl Ether, Olea Europaea Oil Unsaponifiables, Prunus Amygdalus Dulcis Seed Oil, Glycerin, Parfum, Capryloyl Glycerin/Sebacic Acid Copolymer, Diheptyl succinate, Iris Florentina Root Extract, Althaea Officinalis Leaf/Root Extract, Hydrolyzed Sweet Almond Protein, Brassica Campestris Seed Oil, Rosmarinus Officinalis Leaf Extract, Caprylyl Caprylate/Caprate, Coco-Caprylate, Citric Acid, Potassium Palmitoyl Hydrolyzed Rice Protein, Potassium Palmitoyl Hydrolyzed Wheat Protein, Sucrose Stearate, Xanthan Gum, Alpha-Isomethyl Ionone, Anise Alcohol, Benzyl Benzoate, Benzyl Salicylate, Citral, Citronellol, Coumarin, Geraniol, Hexyl Cinnamal, Hydroxycitronellal, Limonene, Linalool, Benzyl Alcohol, Potassium Sorbate, Sodium Benzoate

30 ml
cofanetto Compleanno

Nonostante questa sia una minisize, l'ho voluta testare quasi subito, anche per la mancanza di creme corpo in casa prima degli acquisti di Natale! 😅
Non ho in programma viaggi a breve, così è inutile lasciarla gibilare nell'armadietto per magari andarmene a comprare un'altra full-size.
In realtà avevo programmato di spignattarne un po'... ma non ero riuscita in tempo!
L'ho trovata carina, anche se non mi fanno impazzire le creme corpo L'Erbolario, trovo che siano molto più bravi nelle creme viso e nei detergenti!
La crema è molto morbida, nutriente il giusto per me, ma come molte altre, fa un pochino di scia bianca, soprattutto sulle aree più grandi.
L'ha apprezzata discretamente anche il mio fidanzato, visto che in mancanza di prodotti... ne ha usata un po' anche lui!
La profumazione è molto più delicata della versione Iris di Bottega Verde, e sinceramente la trovo anche poco persistente sul corpo.
Certamente non avendo presente il vero profumo dell'Iris sono un po' in difficoltà a definirne più approfonditamente il profumo, ma certamente l'insieme è piacevole, un filo talcato, ma non troppo pesante, come altri profumi talcati che non sopporto.

Insomma, carina, ma non la comprerei apposta ecco.

Kiehl's – Creme de Corps: 

Aqua, Squalane, Hydrogenated Polyisobutene, Glycerin, Propylene Glycol, PEG-100 Stearate, Glyceryl Stearate, Stearyl Alcohol, Myristyl Alcohol, PPG-5 Pentaerythrityl Ether, PEG-5 Pentaerythrityl Ether, Dimethicone, Sesamum Indicum Seed Oil, Butyrospermum Parkii Butter, Phenoxyethanol, Isopropyl Palmitate, Citric Acid, Ozokerite, Pentaerythrityl Tetra-Di-T-Butyl Hydroxyhydrocinnamate, Potassium Sorbate, Magnesium Aluminum Silicate, Chlorphenesin, Xanthan Gum, Glycine Soja Sterols, Sodium PCA, Allantoin, Olea Europaea Fruit Oil, Prunus Amygdalus Dulcis Seed Oil, Prunus Armeniaca Kernel Oil, Theobroma Cacao Seed Butter, Persea Gratissima Fruit Oil, Tocopherol, Glycine Soja Oil, Lecithin, Helianthus Annuus Seed Oil, Aloe Barbadensis Leaf Juice Powder, C.I. 75130 (Beta-Carotene)

30 ml
incluso nel Kit This is not a Pizza Box

Anche quest'altra mini-size è stata usata, poco prima della precedente, proprio per mancanza di creme corpo nell'immediato.
Questa, a differenza dell'altra, è di una categoria nettamente diversa.
Si tratta infatti di una crema esageratamente più ricca e nutriente, quasi un burro corpo in sostanza.
Ho trovato del tutto criminale l'idea di infilare un prodotto così denso e corposo in un flaconcino col collo così stretto! 😠
Ho faticato a prelevare prodotto fin dal primo utilizzo, tanto che, una volta notato il problema, quantomeno mi sono premurata di lasciare il flaconcino a testa in giù, così da non dover attendere un quarto d'ora per poter mettere la crema! 😔
Valutando solo il prodotto, e non il packaging, sono comunque piacevolmente colpita, si tratta di una crema davvero ben fatta, e davvero risolutiva per i problemi di secchezza, tanto che l'ho centellinata per i momenti di maggiore necessità, aprendo poi quella de L'Erbolario, che mi è arrivata poco dopo, ma più nel target dell'uso ordinario o quotidiano.

Kiehl's – Calendula &Aloe Masque:

Aqua, Glycerin, Aloe Barbadensis Leaf Juice, Butylene Glycol, PPG-26-Buteth-26, PEG-40 Hydrogenated Castor Oil, Glyceryl Acrylate/Acrylic Acid Copolymer, Carbomer, Calendula Officinalis Flower, Phenoxyethanol, Limonene, Calendula Officinalis Flower Extract, Ethylhexylglycerin, Citrus Limon Peel Oil, Paeonia Suffruticosa Root Extract, Scutellaria Baicalensis Root Extract, Sodium Hydroxide, Citrus Aurantium Dulcis Peel Oil, Tocopheryl Acetate, Cassia Angustifolia Seed Polysaccharide, Pelargonium Graveolens Flower Oil, Anthemis Nobilis Flower Oil, Citral, Citric Acid, Potassium Sorbate, Artemisia Absinthium Extract, Sodium Benzoate, Tocopherol

14 ml
incluso nel Kit This is not a Pizza Box

Questo mese il turno della maschera è andato a questa!
Non vedevo l'ora di provare anche questa, vista la delusione datami dalla prima maschera, e la soddisfazione datami dalla seconda... non sapevo proprio cosa aspettarmi!
In realtà sono rimasta triplicamente basita!
Un po' la sensazione che mi hanno dato diversi prodotti Kiehl's...
Si tratta di un prodotto che tutto chiamerei, fuorché maschera!
Sostanzialmente è un Gel d'Aloe dove sono stati lasciati in infusione petali di Calendula!
Insomma... si tratta di un gel, che sì, può essere utilizzato come maschera, ma di certo perde gran parte dell'utilità se viene considerata una maschera a risciacquo!
Le indicazioni sono di sciacquarla dopo 5 minuti, praticamente un modo per far spendere soldi inutilmente!
Soprattutto dato che è un prodotto a risciacquo solo per la presenza di petali di Calendula!
Insomma, il prodotto secondo me è valido, ha un suo perché, ma proprio non capisco come siano finiti per non valorizzarlo per nulla!
Vi do il mio consiglio: io applicherei per il tempo di una normale maschera, userei delicatamente le dita, ed eventualmente un dischetto di cotone o spugnetta di cellulosa per rimuovere grossolanamente i petali, per poi massaggiare il prodotto restante, come un gel.
Sopra proseguirei con gli step dal Siero Leggero in poi!

Ole Henriksen – C-Rush Brightening Gel Crème:

Aqua, Glycerin, Dicaprylyl Carbonate, Propanediol, Caprylic/Capric Triglyceride, 3-O-Ethyl Ascorbic Acid, Glycereth-26, Ammonium Acryloyldimethyltaurate/Beheneth-25 Methacrylate Crosspolymer, Hydrolyzed Jojoba Esters, Cetearyl Alcohol, Polyacrylate Crosspolymer-6, Hydroxyacetophenone, Panthenol, Polyglyceryl-3 Methylglucose Distearate, Tetrahexyldecyl Ascorbate, Linoleic Acid, Citric Acid, Phenoxyethanol, Parfum, Pentaerythrityl Tetra-Di-T-Butyl Hydroxyhydrocinnamate, Xanthan Gum, Cetearyl Glucoside, Linolenic Acid, Citrus Aurantium Dulcis Fruit Extract, Citrus Limon Fruit Extract, Hippophae Rhamnoides Extract, Lycium Barbarum Fruit Extract, Rosa Canina Fruit Extract, Ethylhexylglycerin, Leuconostoc/Radish Root Ferment Filtrate, Sodium Citrate, Camellia Japonica Flower Extract, Aroma, Sodium Hyaluronate, Sodium Polyacrylate, Sodium Phytate, Hyaluronic Acid, Vegetable Collagen, Ascorbic Acid, Tocopherol, Yellow 6 (C.I. 15985), Yellow 5 (C.I. 19140), Citral, Limonene, Linalool, Benzyl Alcohol

7 ml
omaggio

Visto il mese dedicato allo smaltimento... non sono stata tanto da meno con le creme viso, tanto che ho cominciato le mini-size di Ole Henriksen, in particolare con la crema giorno.
La formula non è del tutto verde, ma per un prodotto da profumeria ammetto che mi ha stupito molto in positivo!
Si tratta di una crema che sembra proprio pensata per me: ha una texture leggera, molto “spumosa”, pur essendo stata formulata con un'emulsione classica e non con emulsiogellanti (nonostante venga definita Crema-Gel), contiene diversi attivi che trovo indicati per pelle asfittica, a partire dalla Vitamina C Stabilizzata, proseguendo poi con Acidi Linoleico e Linolenico, con qualche estratto vegetale vario, con Sodio Ialuronato/Acido Ialuronico come idratanti e Collagene Vegetale (che non so esattamente cosa sia, ma sicuramente dovrebbe agire come filmante, esattamente come quello di origine animale).
Molto carina anche nell'aspetto, leggermente colorata di arancione, e con una netta profumazione di caramella all'Arancia!
La profumazione la trovo chimicissima per i miei gusti, anche nel caso di profumazioni alla frutta preferisco una riuscita più naturale, come capita con Origins, tanto per fare un esempio, ma resta comunque curata la scelta nell'insieme che presenta il prodotto.

Balea – Tuchmaske – Avocado&Honig:

Aqua, Glycerin, Propanediol, Hydroxyethyl Urea, Honey Extract, Coco-Glucoside, Royal Jelly, Honey Propolis Extract, Persea Gratissima Oil, Sodium Hyaluronate, Allantoin, Panthenol, Glycine Soja Seed Extract, 1,2-Hexanediol, Trehalose, Hydroxyethylcellulose, Hydroxyacetophenone, Niacinamide, Sclerotium Gum, Hydroxylated Lecithin, Dipotassium Glycyrrhizate, Phenoxyethanol, Butylene Glycol, Parfum

1 pz
1,25 €

Mi ha sorpreso davvero molto, in un periodo dove sono rimasta un po' delusa da diverse maschere in tessuto!
La cosa positiva è che l'ho trovata davvero molto “cicciosa” rispetto alle ultime di Balea che ho provato, quasi paragonabile alla Vital, ma con un prodotto più fresco e meno grasso, ma comunque consistente, gelloso, un po' come un siero.
per il costo che ha veramente ottima, sicuramente la riprenderò, sperando che non perda qualità nel tempo, come altre versioni di maschere in tessuto della marca (o di marchi comunque collegati a dm).
La maschera in tessuto ha una forma che non avevo mai visto, con il taglio per gli occhi più grande e con delle pseudo “stanghette” ai lati, quasi fosse per farci passare gli occhiali 😂!
In realtà penso sia lo stampo ad avere questa forma e stop, dubito sia comodo far passare le stanghette degli occhiali dentro la maschera, piuttosto io li indosso sopra, e poi pulisco leggermente la montatura nelle aree di contatto.

Balea – Straffende – Hydrogel Augen Maske:

Aqua, Butylene Glycol, Glycerin, 1,2-Hexanediol, Hydroxyacetophenone, Dipropylene Glycol, Ceratonia Siliqua Gum, Cellulose Gum, Chondrus Crispus Powder, Threalose, Agar, Xanthan Gum, Sucrose, Polyacrylyc Acid, Allantoin, Acrylates/C10-30 Alkyl Acrylate Crosspolymer, Dipotassium Glycyrrhizate, Caprylic/Capric Glycerides Polyglyceryl-10 Esters, Disodium EDTA, Sodium Hydroxide, Hydroxyethylcellulose, Saccharide Isomerate, Biotin, Caffeine, Sodium Benzoate, Sodium Hyaluronate, Yeast Extract, Sodium Citrate, Potassium Sorbate, Citric Acid, Parfum

6 g
1,49 €

Dicembre è stato anche un'occasione per provare qualche prodotto più del solito, in previsione del trucco per le feste!
Non che abbia avuto molto tempo prima in realtà eh... ma qualche momento in più c'è stato!
Ho voluto finalmente provare questi patch, che sono gli equivalenti alla maschera viso che ho utilizzato il mese scorso, questi ovviamente sono per la zona del contorno occhi.
Li ho trovati molto, molto simili ai Beauty Effect, anche se il packaging più curato li fa sembrare più simili ai Mon Golden, l'unica leggera differenza sta nella dimensione del patch, che è un pochino più grande, e si avvicina un pochino alla dimensione dei Golden (me li ricordo nettamente più grandi), ma la resa è grossomodo la stessa.
Sono di Hydrogel trasparente, con questa decorazione “effetto pizzo”, resistono belli umidi un filino di più dei Beauty Effect, ma va anche detto che la stagione è anche stata particolarmente umida!
Carini eh, ma come rapporto qualità/prezzo continuo a preferire quelli in tessuto, restano comunque validi se cercate un prodotto meno “bagnato”, perché effettivamente pur essendo umidi, li sento meno freddi dei classici in tessuto (es. Primark e Sephora).

Noah – Balsamo Nutriente al Mango e Proteine del Riso:

Aqua, Cetearyl Alcohol, Distearoylethyl Hydroxyethylmonium Methosulfate, Behenamidopropyl Dimethylamine, Coco-Caprylate, Phenoxyethanol, Dicaprylyl Ether, Lauryl Alcohol, Parfum, Citric Acid, Citrus Medica Limonum Juice, Hydrolyzed Rice Protein, Ethylhexylglycerin, Mangifera Indica Fruit Extract, Coco-Glucoside, Glyceryl Oleate, Passiflora Edulis Fruit Extract, Benzyl Salicylate, Coumarin

250 ml
7,65 €

Veniamo invece a questo prodotto tanto desiderato!
L'ho bramato per anni, ma snobbato per il costo... e me lo sono ritrovata in mano dopo uno swap! 😍
Ammetto che l'aspettativa era davvero alta, ho trovato molti prodotti validi della marca, e le mie aspettative sul balsamo forse erano un po' troppo “cariche”.
Insomma, la descrizione del prodotto è molto fedele, insomma, non mi sarei potuta aspettare niente di diverso da una marca che vuole puntare anche all'ambito professionale!
Si tratta infatti di un balsamo davvero molto, molto ricco!
L'ho trovato estremamente valido dal punto di vista del nutrimento, cosa che però, non è la mia ricerca principale nei prodotti per capelli nell'ambito balsami/maschere!
Al contempo, è leggermente carente dal punto di vista dell'azione districante, probabilmente proprio per il differente target d'uso.
Insomma, usandolo di continuo per un mesetto ho notato che appesantisce nettamente i capelli, complice comunque anche il clima umido dell'autunno padano... ma non ho mai avuto capelli peggiori!!! 😟
Belli nutriti e sani eh, ma proprio pesanti!
Non riuscivo più a fare la bella piega mossa che mi dona, ho dovuto per forza di cose optare per la piastra, così da eliminare quella situazione un po' via di mezzo, di capelli mezzi storti, ma senza forma.
Ho così optato per l'uso da maschera, facendo quindi un'applicazione di questo balsamo subito dopo lo shampoo, ma facendo seguire l'uso di un balsamo più leggero, la diversa routine ha migliorato un po' il volume dei capelli, ma mi ha comunque fatto optare per il riciclo, ho messo da parte il balsamo per il prossimo swap, dato che i miei capelli proprio non lo apprezzano!

Ed ecco infine i campioncini del periodo:

Bottega Verde – Noce e Frutti Rossi – Crema Shampoo senza Schiuma:

Aqua, Cetearyl Alcohol, Decyl Glucoside, Glycerin, Distearoylethyl Dimonium Chloride, Dicaprylyl Ether, Cetrimonium Chloride, Quaternium-80, Parfum, Benzyl Alcohol, Phenoxyethanol, Bertholletia Excelsa Seed Oil, Rubus Idaeus Juice, Fragaria Vesca Juice, Citric Acid, Hydroxypropyl Guar Hydroxypropyltrimonium Chloride, Potassium Sorbate, Disodium EDTA, Benzyl Salicylate, Hexyl Cinnamal, Hydroxycitronellal, Linalool, Citronellol, Coumarin, Geraniol, Alpha-Isomethyl Ionone, Salicylic Acid

200 ml
4,99-9,99 €

In questo periodo non ho avuto modo di fare brevi vacanze, a causa degli impegni lavorativi, ma grazie ad un cofanetto regalo, io e il mio fidanzato abbiamo avuto modo di farci una giornata in una SPA, non ho trovato un'occasione migliore per smaltire qualche campioncino!
Ho così voluto utilizzare subito questo Shampoo, che gibilava davvero da un sacco di tempo nel cassetto dei campioncini!
Che dire? È davvero un prodotto “diverso” da quelli a cui sono abituata, e mi ha davvero stupito!
Si tratta infatti di una sorta di crema detergente, quasi di un “Latte Detergente per capelli”!
Insomma, proprio sull'onda di diversi Cowashing-shampoo, Bottega Verde ha proposto il suo shampoo che lava per affinità, insomma un prodotto un po' a confine fra shampoo e balsamo!
Il prodotto si presenta come una soffice spuma, quasi come una maschera ristrutturante in versione liquida, non fa una vera e propria schiuma applicato sui capelli, ma resta comunque leggero, dando la sensazione di detergere, e insieme districa davvero molto!
Sono riuscita ad usare questo solo prodotto (l'intero campioncino) per lavare e districare, facendo quindi a meno del balsamo.
Ovviamente non avrebbe funzionato ugualmente se avessi avuto i capelli davvero molto sporchi, li avevo lavati il giorno precedente, e solitamente li lavo un giorno sì e uno o due no, quindi avrei potuto tranquillamente fare un Cowash.
Il profumo è un insieme molto “berries”, ma con una nota dolce e Gourmand in sottofondo, sicuramente l'ho trovato buono, e per un prodotto BV, non particolarmente invadente.

L'Erbolario – Ortensia – Bagnoschiuma:

Aqua, Disodium Cocoamphodiacetate, Cocamidopropyl Betaine, Lauryl Glucoside, Coco-Glucoside, Parfum, Glycerin, Sodium Chloride, Hydrangea Arborescens Root Extract, Sodium Lauroyl Oat Amino Acids, Hydrolyed Rice Protein, Disodium Cocoyl Glutamate, Sodium Cocoyl Glutamate, Citric Acid, Alpha-Isomethyl Ionone, Citronellol, Hydroxycitronellal, Limonene, Linalool, Potassium Sorbate, Sodium Benzoate

300 ml
10,90 €

Nella stessa occasione ho avuto modo di utilizzare anche quest'altro campioncino, L'Erbolario ormai è una certezza per i detergenti, quindi non ho avuto il minimo dubbio portandolo con me.
Si tratta sempre di un detergente molto curato, come gli infiniti altri che ho potuto provare della marca.
Sinceramente sono un po' in difficoltà nel descrivere la profumazione, unica variabile nettamente riconoscibile, non ho minimamente presente il profumo di Ortensia, quindi mi limito a dire che la profumazione l'ho trovata molto delicata, talcata e anche un po' di “pulito”, l'ho trovata molto da “sapone”.
Insomma, che dire? Prodotto davvero valido!

Kiehl's – Hydro-Plumping Re-Texturizing Serum Concentrate:

Aqua, Glycerin, Dimethicone, Propanediol, Dimethicone/PEG-10/15 Crosspolymer, Polymethylsilsesquioxane, Sodium Chloride, Phenoxyethanol, Butylene Glycol, Chlorphenesin, Sodium Citrate, p-Anisic Acid, Disodium EDTA, PEG-10 Dimethicone, Sodium Hydroxide, Adenosine, Perilla Ocymoides Leaf Extract, Citric Acid

15 ml
20,00 €
50 ml
53,50 €
75 ml
67,00 €

Anche quest'altro campioncino è stato davvero una sorpresa!
L'ho utilizzato già all'inizio del mese, ed è durato davvero tantissimo! Più di una settimana, applicato la mattina.
Viene descritto come un siero rimpolpante, e viene dichiarata la formula con il 15% di Glicerina, non solo, viene anche dichiarato come utilizzabile sul Contorno Occhi (io però non l'ho usato, dato che preferisco non rischiare usando troppi prodotti).
L'ho trovato davvero un buon prodotto, innanzitutto nonostante non abbia tantissimi attivi, lo considero un vero e proprio siero, e poi ha una texture e spalmabilità davvero fuori dal comune!
Si tratta infatti di un prodotto che associo molto al Lancôme Advanced Génifique/Biotherm – Life Plankton – Elixir, nonostante non sia a base di Ialuronato.
L'effetto idratante e rimpolpante l'ho trovato molto simile, insieme ad una texture super setosa e ad una scorrevolezza davvero unica!
Nonostante la presenza di siliconi, è davvero un prodotto super leggero, tanto che l'impressione è che si “liquefi” a contatto con la pelle, sembrando quasi un gel.
Certo, è vero che come siero contiene Glicerina, e non il più pregiato Sodio Ialuronato, ma è anche vero che ha un prezzo anche leggermente più basso dei due sieri che ho nominato, e in alcune occasioni si può anche approfittare di qualche sconto.

Clinique – Moisture Surge – 72h Auto-Replenishing Hydrator:

Aqua, Dimethicone, Butylene Glycol, Glycerin, Trisiloxane, Trehalose, Sucrose, Ammonium Acryloyldimethyltaurate/VP Copolymer, Hydroxyethyl Urea, Camellia Sinensis Leaf Extract, Silybum Marianum Extract, Betula Alba Bark Extract, Saccharomyces Lysate Extract, Aloe Barbadensis Leaf Water, Thermus Thermophillus Ferment, Caffeine, Sorbitol, Palmitoyl Hexapeptide-12, Sodium Hyaluronate, Caprylyl Glycol, Oleth-10, Sodium Polyaspartate, Saccharide Isomerate, Hydrogenated Lecithin, Tocopheryl Acetate, Acrylates/C10-30 Alkyl Acrylate Crosspolymer, Glyceryl Polymethacrylate, Tromethamine, PEG-8, Hexylene Glycol, Magnesium Ascorbyl Phosphate, Disodium EDTA, BHT, Phenoxyethanol, Red 4 (C.I. 14700), Yellow 5 (C.I. 19140)

15 ml
7,20-9,00 €
30 ml
15,92-19,90 €
50 ml
27,92-35,00 €
75 ml
35,00 €
125 ml
59,00 €

L'ultimo campioncino del periodo è questo, una crema di Clinique che stranamente ho apprezzato molto durante il freddo pungente dell'inizio del mese!
Ho notato che si tratta di una formula molto diversa da quella delle creme viso che ho provato fino ad ora, pur essendo una formula Crema-Gel, con emulsiogellanti e non con una vera e propria emulsione, si tratta di un prodotto che la mia pelle ha apprezzato!
Si tratta certamente di una formula a base siliconica, di certo non verde, ma a cui vengono effettivamente aggiunti attivi azzeccati.
L'effetto è una crema davvero molto idratante, e nettamente più spalmabile di quelle classiche, che non frena, anche se sotto non vengono usati strati che “lubrificano” particolarmente (va beh, io comunque uso sempre il Sodio Ialuronato mattina e sera, quindi chiaro che parlo sempre di una Beauty Routine curata, non dell'uso della sola crema viso).
Ovviamente Clinique presenta il prodotto in modo irrealistico, dicendo che può “insegnare alla pelle a reidratarsi da sola”, in realtà si tratta semplicemente di un prodotto che è vero, ha un discreto effetto idratante, oltre al classico emolliente, e funziona, ma non così.
Vengono infatti inseriti diversi zuccheri, Aloe, un peptide e Ialuronato, senza contare poi la Vitamina C stabilizzata come antiossidante e la Lecitina come ricostituente, questi ingredienti funzionano molto bene, e prolungano la permanenza di acqua nell'epidermide, ma non è che la pelle “impari” qualcosa, semplicemente si utilizza uno dei meccanismi possibili per ridurre la Perspiratio Insensibilis, non l'applicazione massiva di grassi, ma di sostanze igroscopiche.
Ho usato il campioncino per tre notti consecutive, e la pelle alla mattina mi è piaciuta, si è ripresa dal gelo del giorno, ma senza accumulare unto.

Green Energy Organics – Fast Matte-Control – Maschera Scrub Purificante:

Aqua, Glycerin, Glyceryl Stearate SE, Cetearyl Alcohol, Solum Fullonum, Cetyl Alcohol, Prunus Amygdalus Dulcis Seed Oil, Sesamum Indicum Seed Oil, Juglans Regia Shell Powder, Butyrospermum Parkii Butter, Helianthus Annuus Seed Oil, Gentiana Lutea Root Extract, Arctium Lappa Extract, Viola Tricolor Extract, Benzyl Alcohol, Dehydroacetic Acid, Lavandula Angustifolia Oil, Parfum, Rosmarinus Officinalis Leaf Extract, Linalool, Limonene

50 ml
14,90 €

Infine, ho voluto utilizzare subitissimo questo campioncino, fresco fresco di mini-swap!
Ero un po' perplessa, perché non capivo se mi sarei trovata di fronte un nuovo prodotto come la Turmeric & Cranberry Seed di Kiehl's...
In realtà mi è andata un po' meglio, se quest'ultima è effettivamente una maschera (e quindi si indurisce sul viso), questa ha proprio la base di una maschera in crema.
Sostanzialmente, nonostante la definizione, è proprio una maschera cremosa, e anche piuttosto piacevole, con buttati dentro dei rari granulini di Guscio di Noce totalmente inutili!
Innanzitutto già la quantità a livello scrubbante è irrisoria, ma la formula della base di maschera è molto buona, viene proprio mortificata da questo uso alternativo!
Si tratta infatti di una bella crema morbida, ma comunque consistente abbastanza da rimanere sulla pelle del viso senza colare, e che non si secca con il passare del tempo!
Insomma un trattamento nutriente niente male! Altro che trattamento purificante... Anche perché davvero... quella quantità di granulini non farebbe proprio nulla ad una pelle bisognosa di esfoliazione!

Anche per oggi è tutto!
A presto!

Rasmus

Si ringraziano il Forum di Lola, il Forum di Sai Cosa Ti Spalmi, Promiseland.it, Biodizionario.it, e la fondazione Wikipedia inesauribili fonti di informazioni e di ispirazione

martedì 14 gennaio 2020

Nuova Ricetta: Balsamo Esterquat Light!

Ciao a Tutti!
Torno a presentarvi una nuova “variante” del Balsamo all'Esterquat che tanto mi ha soddisfatto negli ultimi anni!
Già da tempo ho pensato di “alleggerirlo”, per renderlo un pochino meno grasso, per quanto piacevole, l'uso prolungato di un prodotto troppo pesante comincia a farsi sentire su cute e capelli, e ho bisogno di alternare.
Con questa nuova variante ho sperato di realizzare un prodotto più leggero, e quindi che non mi imponga di doverlo per forza di cose alternare spesso.


Ecco la nuova ricetta:


Fase A:
Acqua 67,7
Infuso di Malva 14,2
Glicerina 3
Inulina 3

Fase B:
Esterquat in palline 4
Alcol Cetilico 1,5
Olio di Jojoba 2
Olio di Cocco 2

Fase C:
Pantenolo 2
Cosgard 0,6

Acido Citrico per pH 5


Procedimento:

In questo caso ho sostituito il Gel ai Semi di Lino, anche per rendere la preparazione più veloce, ho optato così per l'Infuso di Malva, dove sono comunque contenute le Mucillagini.
Di conseguenza, la prima cosa da fare è preparare l'infuso, basterà far bollire l'acqua e lasciare in infusione la Malva per circa 10 minuti (ho considerato le dosi di Acqua e Malva come se preparassi una tisana da bere).
Una volta pronto quello, si procede come la volta scorsa: potete iniziare preparando la fase grassa in un contenitore, mettendola sul fuoco, ci vorrà parecchio per sciogliere per bene l'Esterquat, si fonde ad una temperatura piuttosto alta.
La fase A è molto più rapida da preparare, basterà disperdere l'Inulina nella Glicerina, per renderne più facile la solubilizzazione, anche se comunque non ci vorrà molto.

Una volta sciolta per bene tutta la fase B, si può procedere con l'emulsione, basterà frullare per qualche minuto, un po' come quando si vanno ad emulsionare le creme, poco cambia.
Inizialmente il prodotto rimarrà liquido, tanto da sembrare latte intero, successivamente, poco alla volta, acquisterà consistenza.
Proprio perché tende a raffreddarsi facilmente e rapidamente soprattutto sulla superficie, è importante continuare a mescolare per bene il prodotto fino a raffreddamento e quando non si addensa a sufficienza da non formare più “la pellicola”.

Una volta raggiunti i 45-50°C si può considerare freddo, e si possono cominciare a fare le prime aggiunte di Fase C, Pantenolo e Cosgard a quella temperatura non si degradano più.
Il prodotto si ammorbidirà leggermente dopo le aggiunte, ma una volta completato il raffreddamento dovrebbe tornare ad essere ancora più sodo.
L'Esterquat potrebbe comunque essere imprevedibile, potrebbe venirvi un prodotto di consistenza molto diversa dal mio, la stessa Lola ammette che la stessa ricetta del suo balsamo a base di Esterquat a volte le viene da vasetto, e a volte da flacone... per ora a me è sempre capitata una consistenza da vasetto, ma chissà...

Possibili Omissioni/Sostituzioni:

Il prodotto è davvero molto basic, ancora più della vecchia versione, quindi le possibili sostituzioni sono davvero ridotte all'osso.
Ho inserito il minimo indispensabile per creare un prodotto discretamente districante, e il più leggero possibile sui capelli.
L'unica vera e propria avvertenza è quella di NON INSERIRE nulla che sia gelificato con Gomma Xantana, quindi niente Gel d'Aloe gelificato in questo modo se volete sostituire l'infuso di Malva con l'Aloe.
Potete invece usare tranquillamente la polpa di foglia frullata, ma considerando che il prodotto potrebbe essere leggermente più a rischio per contaminazioni, nonostante tutte le precauzioni igieniche durante la procedura.
In quel caso vi consiglio di fare poco balsamo e nel caso tenerne in doccia una piccola quantità, lasciando il resto del prodotto perennemente in frigo.
Potete certamente tornare anche alla versione con il Gel ai Semi di Lino in fase A, io ho cambiato solo perché è più laborioso di quel che al momento riesco a fare.

Sicuramente potreste anche essere in possesso di un Esterquat diverso, come quello in pasta, che va usato ad una percentuale doppia, 8% quindi. Se state usando quello, e non quello in palline dure, dovete modificare la ricetta.

Per quanto riguarda invece gli oli, vi consiglio sempre di rimanere su oli vegetali non troppo pesanti, e assolutamente non termolabili, data la temperatura necessaria per sciogliere l'Esterquat (è comunque poco fattibile scioglierlo in una metà dell'olio per inserirne uno termolabile successivamente, continuo a sconsigliarvelo).
Sono ottimi sia Cocco, che Riso, ma continuo a preferire Jojoba perché è il più leggero fra gli emollienti vegetali, vi consiglio di metterlo per almeno metà della frazione oleosa.
Potete omettere giusto l'Inulina (ma non so quanto esattamente perda di effetto districante il prodotto), 
A voi ovviamente le possibili sperimentazioni in merito!

Anche per oggi è tutto!
A presto!

Rasmus

Si ringraziano il Forum di Lola, il Forum di Sai Cosa Ti Spalmi, Biodizionario.it, e la fondazione Wikipedia inesauribili fonti di informazioni e di ispirazione, ma soprattutto Patty per la ricetta originale!

mercoledì 8 gennaio 2020

Haul di Dicembre: Cyber Monday e Mini Swap!

Ciao a Tutti!
Anche questo mese vi parlo degli ultimi acquisti!
Comincio in particolare dai prodotti Black Friday e Cyber Monday che mi sono arrivati con un discreto ritardo:

  • Sephora Collection – Pink Clay Mask

Acquisto già fatto per me in occasione del Black Friday da parte di un'amica, ma in mio possesso ormai a metà dicembre!

Il vero e proprio ordine che ho fatto in occasione del Cyber Monday, e stranamente pure l'unico 😅, è stato da Kiko!
La promozione è stata il 50% (online) su tutti i prodotti, e non appena ho visto che era valido anche sulla collezione natalizia mi ci sono ovviamente fiondata!

  • Kiko – Hydra Pro Glow
  • Kiko – Magical Holyday – Face Masks Kit
  • Kiko – Magical Holyday – Highlighting Drops – 02 – Liquid Happiness
  • Kiko – Radiant Fusion Baked Powder – 02 – Sabbia

Ho voluto provare una cipria compatta non troppo costosa, per vedere se la Blot, per quanto valida, mi è proprio necessaria, visto il prezzo super vantaggioso ho anche avuto il coraggio di prendere l'illuminante liquido (prima o poi finirà quella meraviglia dell'edizione limitata dell'anno scorso!), l'Hydra Pro Glow per sostituire il primer illuminante Clarins (lo uso sotto al correttore per tutta la zona sotto l'occhio, obiettivamente non spenderei mai la cifra che costa il Clarins! 😱) e infine, visto il prezzo, anche le maschere in Hyrogel!
Essendo il pacco promozionale da tre, praticamente le ho pagate meno di quelle che si trovano da dm!

Il secondo giro di acquisti non ha niente a che fare con il Cyber Monday, ma è stato un giro di acquisti regolare da dm... se non fosse che grazie all'inaugurazione di un nuovo punto vendita... ho avuto modo di fare l'acquisto col 20%!

  • Balea – Augen Tuch Maske
  • Balea – Beauty Therapy – Folien Tuchmaske
  • Mon – Stefanie Giesinger – Golden Hydrogel Face Mask

Dato che ho già un sacco di scorta per molti prodotti mi sono contenuta molto, ho preso solo queste maschere viso, sono quelle un po' più care della linea, ma con lo sconto diventano già più appetibili!

Infine, come ultima occasione d'acquisto, dopo Natale, ma prima della fine dell'anno sono riuscita a ricomprare un prodotto che ho molto apprezzato.
Infatti ho avuto occasione di passare da Primark al Fiordaliso, senza pianificarlo appositamente, e così ho ripreso una delle maschere di tessuto che ho apprezzato particolarmente in passato, e che sembra rimasta invariata:

  • Primark – Ekél – Green Tea – Ultra Hydrating Essence Mask

Di acquisti poi non ne ho più fatti... il resto dei prodotti è arrivato dopo un mini-swap con il solito gruppo di amiche!

  • Herborist – Tai Chi Masques – Masque Noir + Masque Blanc
  • Wycon – Intense Lip Pencil – Almond – 35
campioncini:

  • Green Energy Organics – Fast Matte-Control – Maschera Scrub Purificante
  • La Saponaria – Aloe Vera e Argan – Crema Viso Idratante
  • Natura Equa – Crema Viso Giorno


E con questo, anche per oggi è tutto!
Vi mostrerò in un post successivo i soli Regali di Natale!
Al più presto le recensioni di tutto!

Rasmus

Si ringraziano il Forum di Lola, il Forum di Sai Cosa Ti Spalmi, Promiseland.it, Biodizionario.it, e la fondazione Wikipedia inesauribili fonti di informazioni e di ispirazione

martedì 31 dicembre 2019

Linea Armonia e Benessere Bio - Prodotti Viso!

Ciao a Tutti!
Torno a parlarvi di una “nuova” linea Bio, la AB Biologico, ovvero la linea Biologica di Atmosfera & Benessere, la linea di prodotti cosmetici del gruppo Selex (Famila/Galassia/Il Gigante ecc...), realizzata seguendo i principi (non so se proprio in collaborazione con) di Ecobiocontrol, il nuovo sistema ideato da Fabrizio Zago per la valutazione degli ingredienti cosmetici.
La linea è veramente ampia, comprende un sacco di prodotti sia per il viso, che per il corpo, e anche per i capelli, sono davvero colpita!

Comincio col parlarvi dei prodotti viso:

AB Bio – Gel Detergente Viso Rinfrescante:

Aqua, Aloe Barbadensis Leaf Juice, Cocamidopropyl Betaine, Sodium Cocoyl Sarcosinate, Sodium Olivamphoacetate, Sodium Cocoyl Glutamate, Lavandula Hybrida Oil, Chamomilla Recutita Flower Extract, Argania Spinosa Kernel Oil, Simmondsia Chinensis Seed Oil, Glycerin, Phenetyl Alcohol, Citric Acid, Caprylyl Glycol, Linalool

200 ml
4,49 €

La base di tutti i prodotti della linea è sicuramente il Gel d'Aloe, in tutti i prodotti è al secondo posto in INCI, dopo l'Acqua.
In questo caso, la formula detergente poi si rivela abbastanza tipica, viene usato come tensioattivo principale il Sarcosinato, uno dei miei tensioattivi preferiti a dir la verità, con l'aggiunta di due anfoteri e un Glutamato.
Viene poi aggiunta una piccola quantità di olio (se il detergente è trasparente è quasi trascurabile) e qualche estratto vegetale.
Per quanto di pregio, gli estratti in questo caso sono abbastanza inutili, vengono sciacquati via troppo presto perché possano apportare qualche beneficio.
Questo forse è l'unico prodotto viso che mi lascia qualche dubbio, per quanto tutto verde, sono dubbiosa sull'effettiva delicatezza, ho provato diversi detergenti viso, e alla lunga quasi tutti mi hanno creato un po' di secchezza, ho preferito nettamente il sapone naturale, a patto che venga realizzato con molto olio in eccesso, ma può valer la pena di provarlo se si ha una pelle meno delicata della mia!

AB Bio – Latte Detergente Delicato:

Aqua, Aloe Barbadensis Leaf Juice, Glycerin, Helianthus Annuus Seed Oil, Caprylic/Capric Triglyceride, Cetearyl Glucoside, Sorbitan Olivate, Butyrospermum Parkii Butter, Decyl Glucoside, Parfum, Cetearyl Alcohol, Glyceryl Stearate, Argania Spinosa Kernel Oil, Persea Gratissima Oil, Panthenol, Sodium Dehydroacetate, Xanthan Gum, Lactic Acid, Potassium Sorbate, Tocopheryl Acetate

200 ml
4,49 €

Subito dopo il detergente, arriviamo al prodotto che mi ha colpito maggiormente! Questo si che mi è piaciuto, sembra proprio essere un bel latte detergente, pensato sia per detergere per affinità la pelle secca, che per funzionare discretamente come struccante.
Io non so se lo testerei sugli occhi quanto ad efficacia, ma secondo me il trucco viso lo rimuove tranquillamente, a meno che non sia una base waterproof!
Mi piace sia la scelta degli ingredienti per l'emulsione, che l'aggiunta di un tensioattivo delicato, che aggiunge “efficacia” al prodotto.
Intuisco che possa essere grassoccio come latte detergente, quindi lo sconsiglio solo per chi cerca prodotti di questo tipo super leggeri, quasi oil-free.

AB Bio – Acqua Micellare 3 in 1:

Aqua, Aloe Barbadensis Leaf Juice, Polyglyceryl-4 Caprate, Glycerin, Melissa Officinalis Leaf Extract, Coco-Glucoside, Sodium Phytate, Citric Acid, Sodium Levulinate, Sodium Benzoate

200 ml
3,99 €

Anche quest'altro prodottino mi ispira abbastanza!
Nella formula viene usato un tensioattivo principale che è piuttosto tipico per le micellari: il Polyglyceryl-4 Caprate, ma l'azione viene svolta anche con l'aggiunta di un glucoside, non per forza troppo delicato da essere inutile.
Ovviamente non posso valutarne l'efficacia struccante solamente leggendo gli ingredienti, la lista ingredienti fornisce solo un'idea vaga dell'efficacia.
Vedendo così l'insieme, mi sbilancio a dire che dovrebbe essere sufficientemente delicato come prodotto, ma è chiaro, di base l'Acqua Micellare non è un prodotto che consiglio usare per la “norma”, lo consiglio struccarsi quando è necessario ritruccarsi (e un eccesso di olio crea problemi), per i ritocchi e le correzioni del trucco, o per struccare i tipi di pelle che non tollerano minimamente i prodotti a base oleosa, non trovo che sia il metodo migliore per lo strucco di routine.

AB Bio – Crema Viso – Pelli Normali:

Aqua, Aloe Barbadensis Leaf Juice, Olea Europaea Oil Unsaponifiables, Coco-Caprylate, Butyrospermum Parkii Butter, Helianthus Annuus Seed Oil, Cetearyl Alcohol, Glyceryl Stearate, Glycerin, Ascorbic Acid, Capryloyl Glycerin/Sebacic Acid Copolymer, Silica, Stearic Acid, Diheptyl Succinate, Xanthan Gum, Sodium Lauroyl Glutamate, Parfum, Benzyl Alcohol, Sodium Benzoate, Potassium Sorbate

50 ml
6,49 €

AB Bio – Crema Viso – Pelli Grasse:

Aqua, Aloe Barbadensis Leaf Juice, Olea Europaea Oil Unsaponifiables, Cocos Nucifera Oil, Silica, Kaolin, Glyceryl Stearate, Cetearyl Alcohol, Glycerin, Camellia Sinensis Leaf Extract, Mentha Piperita Leaf Extract, Capryloyl Glycerin/Sebacic Acid Copolymer, Stearic Acid, Diheptyl Succinate, Xanthan Gum, Sodium Lauroyl Glutamate, Parfum, Citric Acid, Benzyl Alcohol, Sodium Benzoate, Potassium Sorbate

50 ml
6,49 €

AB Bio – Crema Viso – Pelli Secche:

Aqua, Aloe Barbadensis Leaf Juice, Olea Europaea Oil Unsaponifiables, Butyrospermum Parkii Butter, Helianthus Annuus Seed Oil, Coco-Caprylate, Cetearyl Alcohol, Glyceryl Stearate, Glycerin, Rosa Moschata Seed Oil, Camellia Sinensis Leaf Extract, Silica, Stearic Acid, Capryloyl Glycerin/Sebacic Acid Copolymer, Xanthan Gum, Diheptyl Succinate, Sodium Lauroyl Glutamate, Parfum, Citric Acid, Benzyl Alcohol, Sodium Benzoate, Potassium Sorbate

50 ml
6,49 €

AB Bio – Crema Viso – Pelli Sensibili:

Aqua, Aloe Barbadensis Leaf Juice, Olea Europaea Oil Unsaponifiables, Coco-Caprylate, Butyrospermum Parkii Butter, Helianthus Annuus Seed Oil, Cetearyl Alcohol, Glyceryl Stearate, Glycerin, Chamomilla Recutita Flower Extract, Glycyrrhetinic Acid, Stearic Acid, Capryloyl Glycerin/Sebacic Acid Copolymer, Xanthan Gum, Silica, Citric Acid, Diheptyl Succinate, Sodium Lauroyl Glutamate, Parfum, Benzyl Alcohol, Sodium Benzoate, Potassium Sorbate

50 ml
6,49 €

Parlo una sola volta delle quattro creme viso, dato che la formula è differente, ma partono tutte da una base simile, e anche molto ben fatta (purtroppo non di tutte sono riuscita a reperire la foto)!
Sono tutte e quattro creme con un'alta percentuale di Aloe, che resta sempre al secondo posto, come negli altri prodotti, e con gli Insaponificabili di Oliva come ingrediente fisso al terzo posto.
Da lì poi vengono effettivamente modificate le varianti, anche in modo consono.
La base di partenza, che identifico con la crema per pelli normali, comprende poi un quantitativo di grassi scelto in base alla variante, la sola Xantana come gelificante (unico tallone d'Achille di queste creme, io non so se le tollererei), e conservanti ecobio.
Nelle varianti delle creme, per le pelli grasse viene aggiunto l'Olio di Cocco, a leggera azione antibatterica, polveri seboassorbenti, ed estratti di The e Menta Piperita, per le pelli secche vengono aggiunti diversi grassi vegetali, e rimane l'Estratto di The, per le pelli sensibili non vengono modificate qualitativamente le quote grasse (quantitativamente non si può sapere), ma vengono aggiunti Estratto di Camomilla e Glycyrrhetinic Acid, derivato della Liquirizia a forte azione lenitiva.
Insomma, non sono le classiche creme pronte a cui viene giusto aggiunto alla fine un estratto vegetale diverso per fare “scena”!
Sono titubante per la presenza di sola Gomma Xantana, altrimenti ci avrei sicuramente fatto un pensierino fin da subito!

Anche per oggi è tutto!
Alla prossima!

Rasmus

Si ringraziano il Forum di Lola, il Forum di Sai Cosa Ti Spalmi, Promiseland.it, Biodizionario.it, e la fondazione Wikipedia inesauribili fonti di informazioni e di ispirazione

lunedì 23 dicembre 2019

Skincare/Haircare Reviews di Novembre

Ciao a Tutti!
Torno anche oggi a parlarvi dei prodotti che ho utilizzato nell'ultimo periodo!
Anche questo mese ho utilizzato un bel po' di prodotti, e sto finalmente smaltendo un po' di prodotti “arretrati”, è stato un autunno “difficile” dal punto di vista lavorativo, e il blog, ma anche la costanza nei trattamenti Beauty ne hanno risentito!

Kiehl's – Calendula Herbal-Extract Toner:

Aqua, Propylene Glycol, Pentylene Glycol, Methylparaben, Disodium EDTA, Arctium Lappa Root Extract, Calendula Officinalis Flower Extract, Calendula Officinalis Flower Extract, Hydrolyzed Corn Starch, Allantoin, Hedera Helix Leaf/Stem Extract, Althaea Officinalis Root Extract

40 ml
incluso nel Kit This is Not a Pizza Box

Comincio proprio col parlarvi dell'ultimo prodotto Kiehl's che ho testato nel periodo, ovvero il tonico!
Sono rimasta piuttosto sgomenta nel vedere che nel prodotto non solo c'è un Estratto di Calendula, ma ci sono proprio i fiori! 😮
Insomma, un prodotto che sicuramente di estratto vegetale, ne ha davvero!
Non so se i fiori interi siano stati inseriti “per fare scena”, e se quindi siano già “svuotati” di principio attivo, ovviamente non posso capirlo guardando flacone e formula.
L'ipotesi che mi sento di fare è che questo prodotto sia un vero e proprio Estratto Glicolico di un insieme di vegetali, a cui poi sono state fatte delle aggiunte, tra cui sicuramente una diluizione in Acqua per renderlo utilizzabile come cosmetico pronto.
Effettivamente all'uso non sembra un prodotto dal netto tocco “alcolico”, a prescindere dal fatto che l'estrazione sia stata fatta in Glicole Propilenico e un suo parente, il Pentylene Glycol.
L'ho applicato nelle zone del viso a tendenza grassa e impura, con un dischetto di cotone, ed effettivamente ho notato netti miglioramenti nel giro di qualche applicazione appena.
Non ho solitamente una pelle particolarmente grassa, ma subisce molto le variazioni ormonali nell'arco del mese, quindi è vero, qualsiasi fluttuazione potrebbe essere dovuta ad una causa interna, ma ho comunque notato che non sempre la pelle migliora così in fretta!
Sento che una parte la fa sul serio il prodotto, ed è raro che mi sbilanci così!
Non posso che essere davvero soddisfatta! Chissà che non riesca a produrne un dupe!

Alverde – Aqua – 24H Hyaluron Hydro Cremegel – Meeresalge:

Aqua, Glycerin, Alcohol, Helianthus Annuus Seed Oil, Glycine Soja Seed Oil, Polyglyceryl-3 Dicitrate/Stearate, Myristyl Myristate, Xanthan Gum, Butyrospermum Parkii Butter, C10-18 Triglycerides, Olea Europaea Fruit Oil, Coco-Caprylate, Sodium Hyaluronate, Hydrolyzed Algin, Chlorella Vulgaris Extract, Fucus Vesiculosus Extract, Maris Aqua, Tocopherol, Helianthus Annuus Seed Oil, Sodium Lactate, Sodium Levulinate, Levulinic Acid, p-Anisic Acid, Sodium Hydroxide, Cetearyl Alcohol, Alcohol, Parfum, Linalool, Benzyl Alcohol 

50 ml
3,25 €

Mi è stata ceduta questa crema in occasione dell'ultimo Swap, dato che ero curiosa, ho cominciato ad usarla quasi subito!
Avevo appena finito la Ultra Facial Cream di Kiehl's, quindi ero aperta “a nuove opportunità”!
L'ho voluta provare per la notte, proprio perché è piuttosto corposa, ed è stato segnalato anche da chi me l'ha ceduta.
Ed effettivamente si presenta già male con la texture, è una crema ecobio, è vero, ma ha una pessima spalmabilità!
Cola terribilmente, dando proprio una brutta sensazione viscidina, e non solo, lascia proprio la sensazione di unto “colloso” sul viso.
L'effetto post utilizzo non è male, non causa brufoli, stranamente, e non ingrassa troppo la pelle, ancora più stranamente, ma è proprio il “durante” che è poco piacevole da sentire sulla pelle!
Usandola di notte devo pazientare per poco tempo, ma resta comunque poco “coccola” e più un dovere.
Ho provato a farla usare anche al fidanzato, così da farmi aiutare a finirla (meno male che è già a metà almeno!), ma anche lui ha più o meno avuto le stesse perplessità, tanto che dopo qualche tentativo di fila... l'ho riciclata come crema corpo, almeno in 3 utilizzi l'ho finita!

Pettenon Cosmetics – BBGreen Bio Beauty – Hydra Cocktail – Crema Mani Idratante:

Aqua, Glycerin, Cetearyl Alcohol, Cyclopentasiloxane, Sorbitol, Ceteareth-25, Glyceryl Stearate, Prunus Amygdalus Dulcis Oil, Cucumis Melo Fruit Extract, Cucurbita Maxima Fruit Extract, Daucus Carota Sativa Root Extract, Sodium PCA, Butyrospermum Parkii Butter, Allantoin, Triticum Vulgare Germ Oil, Persea Gratissima Oil, Decylene Glycol, Benzyl Alcohol, Chlorphenesin, Phenoxyethanol, Parfum, Hexyl Cinnamal, Cinnamyl Alcohol, Coumarin, Hydroxycitronellal 

100 ml
10 € circa

Mi ha un po' sorpreso la dissonanza fra la presentazione del prodotto, che lascia questa idea di Cocktail di frutta, e la profumazione, che al contrario è nettamente fiorita, dolce e un filo Gourmand, inoltre, visto il colore bianco latte della crema, immagino che anche degli estratti vegetali indicati ci siano giusto delle tracce.
Nonostante queste perplessità, il prodotto comunque mi è piaciuto, ed è capitato a fagiolo per i primi freddi.
La crema infatti è piuttosto consistente rispetto a molte creme commerciali, piacevole, si spalma molto facilmente, anche se rimane piuttosto untuosa durante l'applicazione, e l'effetto rigenerante è visibile.
Il mio consiglio è di utilizzarla come crema da trattamento urto, con i guanti di cotone, di notte, anche se sono piuttosto certa che sia blanda se confrontata con la crema mani che spignatto io.

Bottega Verde – Iris – Bagnodoccia:

Aqua, Sodium Laureth Sulfate, Glycerin, Cocamidopropyl Betaine, Sodium Chloride, Parfum, Sodium Benzoate, Phenoxyethanol, Disodium EDTA, Hexyl Cinnamal, Linalool, Citronellol, Citric Acid, Polyquaternium-7, Sodium Benzotriazolyl Butylphenol Sulfonate, Buteth-3, Geraniol, Tributyl Citrate, Limonene, Propylene Glycol, C.I. 42090, C.I. 17200, C.I. 14700, C.I. 19140

250 ml
3,99-7,99 €

Detergente trasparente, leggermente bluastro, dall'intenso profumo fiorito, sinceramente non saprei come confermare che sappia di Iris, è molto diverso dalla profumazione L'Erbolario (che vi recensirò a breve), per fare un esempio; questo è un profumo nettamente molto più “chimico” di quello che si avverte dalla crema L'Erbolario (il bagnoschiuma non ho ancora cominciato ad usarlo) secondo me, mentre l'ultimo ha una nota più delicata e meno “finta”.
Come detergente l'ho trovato accettabile, non è estremamente delicato come alcuni detergenti surgrassati, non è particolarmente delicato come per esempio i detergenti L'Erbolario, ma è un detergente utilizzabile non quotidianamente, specie quando si ha necessità di una detersione più strong.
Potrebbe non essere problematico per pelli nettamente grasse, ma per pelli normali, o a tendenza secca potrebbe essere un po' troppo lavante.
Sicuramente è uno dei prodotti di punta della marca, che considera molto la “decorazione” dei prodotti, specialmente quelli corpo, ma è praticamente quasi tutta estetica, come funzionalità, è un detergente base, tipo da supermercato, con una formula di tensioattivi estremamente classica, con giusto un po' di Polyquaternium e un filtro solare per proteggere i coloranti dall'ossidazione dovuta alla luce.
Insomma, vale nettamente meno di quello che costa, vale la pena solo a prezzi super scontati, come gran parte dei prodotti di Bottega Verde.

Organic Shop – Maschera per Capelli Riparazione Immediata – Avocado Biologico & Miele:

Aqua, Cetearyl Alcohol, Distearoylethyl Dimonium Chloride, Cocos Nucifera Oil, Glycerin, Mel, Persea Gratissima Oil, Helianthus Annuus Seed Oil, Rubus Chamaemorus Fruit Extract, Prunus Persica Fruit Extract, Guar Hydroxypropyltrimonium Chloride, Parfum, Citric Acid, Benzyl Alcohol, Benzoic Acid, Sorbic Acid, Sodium Benzoate, Potassium Sorbate, Iron Oxides (C.I. 77492), Chromium Oxide Greens (C.I. 77288)

250 ml
2,49-4,50 €

Tendenzialmente uso molto poco le maschere per capelli, tendo a trovarle in gran parte dei casi dei balsami iper unti!
In questo caso invece sono proprio rimasta sorpresa dal prodotto!
Si tratta di quella che definirei davvero una Maschera! Insomma un prodotto davvero nutriente e non solo districante, ma nemmeno troppo pesante/untuoso e che finisce per lasciare i capelli più grassi di com'erano prima di lavarli!
L'ho trovato davvero un compromesso perfetto!
La consistenza della maschera è quasi “gellosa”, quasi budinosa, ed effettivamente, se ha un difetto, è che non la trovo particolarmente spalmabile fra i capelli, ma il risultato è proprio buono!
I capelli sono rimasti voluminosi con l'uso, e questo prodotto ha proprio fatto il suo dovere in un momento difficile: il cambio di stagione!
Un momento in cui improvvisamente tendo a perdere un sacco di capelli (ne ho tanti, quindi il cambio è proporzionato alla quantità permanente!), e ad avere capelli “scontenti” di tutto, o troppo secchi, o troppo grassi, o troppo stopposi, o troppo indisciplinati...
Insomma, sono riuscita a ristabilire un minimo di ordine!

Kiehl's – Rare Earth Deep Pore Cleansing Masque: 

Aqua, Kaolin, Bentonite, Propanediol, Glycerin, C.I. 77891 (Titanium Dioxide), Caprylic/Capric Triglyceride, Cetearyl Alcohol, Zea Mays Starch, Phenoxyethanol, Ceteareth-20, Caprylyl Glycol, Xanthan Gum, Ethylhexylglycerin, Tocopherol, Lecithin, Aloe Barbadensis Leaf Juice, Avena Sativa Flour, Allantoin

14 ml
incluso nel Kit This is Not a Pizza Box

Ho cominciato ad utilizzare questa maschera quando per alcuni giorni mi è un po' impazzita la pelle, ho mangiato un paio di giorni maluccio e mento e naso ne hanno subito risentito!
Ho così provato questa, che viene proposta come maschera purificante.
A differenza dell'altra maschera, quella che mi ispirava così tanto per il nome, la Turmeric & Cranberry Seed, questa mi è piaciuta molto!
All'apparenza potrebbe sembrare una classica crema d'argilla a base cremosa, insomma, quelle che ogni tanto vengono vendute per Leave-In, dato che la quantità di argilla è proprio bassa.
In realtà, pur avendo una consistenza molto, molto cremosa, ha un'azione asciugante notevole!
Ha la spalmabilità della maschera Sephora Blue Clay, più o meno, ma con un filo meno di compattezza, la differenza sostanziale comunque è la velocità con cui si asciuga.
Se con la Sephora l'asciugatura era graduale, e c'era modo di accorgersi subito se era il caso di anticipare i tempi... questa asciuga molto più rapidamente, e nel caso specifico della minisize, dove la dose è un po' risicata, si forma facilmente il film secco dove c'è meno prodotto.
Insomma, per quel che costa non la trovo così valida.
Ancora prima dei 10 minuti si avverte già che la maschera è secca, e di conseguenza se non si è già lì pronti a toglierla nell'immediato forma un film duro, e si fatica un po' a toglierla.
Io solitamente rimuovo gran parte delle maschere argillose con una paletta di quelle incluse nelle creme depilatorie (ne tengo una che lavo e rilavo solo per le creme depilatorie, le altre le uso per le maschere), e poi con una spugnetta di cellulosa sotto la doccia.
Questa praticamente si è assottigliata abbastanza da rendere difficoltosa la prima rimozione con la spatola dopo circa 8-9 minuti.
Il barattolino è durato per due applicazioni un po' risicate, in entrambe le occasioni mi sono concentrata sulle zone più bisognose, tralasciando le zone più secche (i lati del viso).

Balea – Straffende – Hydrogel Gesichts Maske:

Aqua, Butylene Glycol, Glycerin, 1,2-Hexanediol, Ceratonia Siliqua Gum, Hydroxyacetophenone, Cellulose Gum, Chondrus Crispus Powder, Dipropylene Glycol, Agar, Xanthan Gum, Threalose, Sucrose, Allantoin, Polyacrylyc Acid, Disodium EDTA, Acrylates/C10-30 Alkyl Acrylate Crosspolymer, Caprylic/Capric Glycerides Polyglyceryl-10 Esters, Dipotassium Glycyrrhizate, Sodium Hydroxide, Hydroxyethylcellulose, Saccharide Isomerate, Glycine Soja Seed Extract, Sodium Hyaluronate, Sodium Citrate, Citric Acid, Camellia Sinensis Leaf Extract, Parfum

30 g (1 uso)
1,95 €

Questa è stata la primissima maschera in Hydrogel in assoluto, ho provato diverse volte le maschere in Hydrogel per il contorno occhi (sempre prodotti presi da dm, sia i patch Mon Golden, che quelli Balea), ma ero proprio curiosa di provarle su tutto il viso.
Trovato questa variante un po' meno cara, mi sono buttata, e ho proprio approfittato di una brutta giornata, in cui avevo proprio bisogno di una coccola, per provarla, dopo diversi mesi dall'acquisto!
Effettivamente la sensazione sulla pelle è meravigliosa! Si tratta di un tipo di maschera che tende un po' a “scappare”, il peso, rispetto ai patch occhi, la fa un po' scendere durante la posa, e va un po' “ripresa” di tanto in tanto, ma è veramente un passo oltre alle normali maschere in tessuto!
Ammetto che, rispetto alle maschere tradizionali (polvere da bagnare, o classiche in tubetto, cremose o argillose che siano), è un costo astronomico per applicazione, sia monetario, che ecologico, dato che è un prodotto usa e getta, con confezione usa e getta, ma a differenza delle maschere in tessuto (la gran parte delle quali in tessuto non biodegradabile), almeno la maschera si scioglie quasi del tutto (qualche ingrediente non biodegradabile c'è, ma è praticamente quasi tutta acqua!), e rimane solo la confezione, ma un po' più grande e con almeno due fogli che le maschere in tessuto non hanno.
Insomma, le maschere tradizionali penso che siano ancora le migliori per l'ambiente, e spesso anche per il portafogli.
Ma veniamo all'uso specifico: la maschera è composta da due parti, essendo molto delicato l'Hydrogel, non è fattibile usare una maschera unica, fare la metà superiore e la metà inferiore è necessario perché la maschera non si trovi con troppe pieghe quando viene inserita nella busta, e di conseguenza quando viene aperta.
Effettivamente, se non avete mai provato questo tipo di maschere fate molta attenzione a maneggiarle, sono pesanti e tendono a deformarsi se non trattate in modo molto delicato!
La resa comunque è proprio bella, la pelle resta ancora più setosa che con l'uso delle maschere Vital sempre di Balea, fino ad ora le mie preferite in assoluto!

ed ecco i campioncini del periodo:

L'Erbolario – Maschera Viso con Argilla Bianca e Verde & Propoli:


Aqua, Kaolin, Glycerin, Citric Acid, Zinc Oxide, Hectorite, Xanthan Gum, Illite, Sodium Citrate, Propolis Wax, Ribes Nigrum Leaf Extract, Rubus Idaeus Leaf Extract, Lysine Carboxymethyl Cysteinate, Lysine Thiazolidine Carboxylate, Sodium Cocoyl Barley Amino Acids, Brassica Campestris Seed Oil, Rosmarinus Officinalis Leaf Extract, Glyceryl Caprylate, Triethyl Citrate, Sodium Levulinate, Titanium Dioxide (C.I. 77891), Coco-Glucoside, Glyceryl Oleate, Sodium Anisate, Glyceryl Undecylenate, Bismuth Oxychloride (C.I. 77163), Sodium Phytate, Benzyl Alcohol

50 ml
15,50 €

Ci ho messo un po' per decidermi ad usare questo campioncino, in realtà ho faticato a capire che tipo di maschera fosse, ho ipotizzato fosse una delle classiche maschere a base crema, nonostante il Caolino in seconda posizione, ma effettivamente tra le indicazioni d'uso viene indicato come prodotto a risciacquo, così ho provato ad usarla come una normale maschera a base d'argilla.
Effettivamente si tratta proprio di una maschera tendenzialmente asciutta, sul momento è molto cremosa, ma tende ad asciugarsi.
Il campioncino contiene davvero poco prodotto per poter fare un'applicazione intera, così mi sono limitata a spalmare la maschera su mento e naso, facendo uno strato un po' risicato.
La maschera mi è piaciuta abbastanza, peccato che sia così poco valutabile in questa quantità, o comunque che non abbiano pensato di darne più pezzi, così da poter, quantomeno, fare uno strato bello spesso di prodotto.
Non l'ho trovata molto secca, per essere una maschera all'argilla di tipo Rinse-Off, ma nemmeno di quelle particolarmente corpose.
Anzi, ha una consistenza molto cremosa, tanto da passare tranquillamente per una maschera in crema, cosa impossibile ad esempio con la Sephora Blue Clay, e leggermente più acquosa della Kiehl's Rare Earth di cui vi ho appena parlato, nonostante tutto c'è da dire che non cola! Sembra proprio formulata in modo impeccabile!

Lancôme – Rénergie Multi-Lift Ultra – Tripla Efficacia Antietà:

Aqua, Glycerin, Dimethicone, Butyrospermum Parkii Butter, Octyldodecanol, Butylene Glycol, Cetyl Alcohol, PEG-100 Stearate, Glyceryl Stearate, 3-0-Ethyl Ascorbic Acid, Tocopheryl Acetate, C13-14 Isoparaffin, Guanosine, Cyathea Medullaris Leaf Extract, Vaccinium Myrtillus Fruit Extract, Saccharum Officinarum Extract, Hydroxypropyl Tetrahydropyrantriol, Sodium Citrate, Hydrolyzed Linseed Extract, Hydrolyzed Lupine Protein, Sodium Benzoate, Sodium Levulinate, Stearic Acid, Phenoxyethanol, Phenylethyl Resorcinol, Adenosine, Acer Saccharum Extract, Palmitic Acid, Polyacrylamide, Chlorphenesin, Poloxamer 338, Limonene, Xanthan Gum, Pentaerythrityl Tetra-di-t-butyl Hydroxyhydrocinnamate, Benzyl Alcohol, Cinnamic Acid, Propylene Glycol, 2-Oleamido-1,3-Octadecanediol, Leontopodium Alpinum Flower/Leaf Extract, Biosaccharide Gum-1, Alpha-Isomethyl Ionone, Acrylates/C10-30 Alkyl Acrylate Crosspolymer, Myristic Acid, Geraniol, Disodium EDTA, Citric Acid, Potassium Hydroxide, Citrus Aurantium Dulcis Fruit Extract, Citrus Limon Fruit Extract, Potassium Sorbate, BHT, Laureth-7, Levulinic Acid, Hexyl Cinnamal, Glyceryl Caprylate, Parfum

30 ml
42,00-60,00 €
50 ml
78,80-111,95 €

Mi sono decisa anche a provare questo campioncino, nonostante non avessi viaggi in programma!
Nonostante si tratti di una crema molto costosa, non l'ho trovata di questa enorme qualità vantata.
L'ho preferita alla variante che ho testato l'anno scorso grazie a Lancôme, l'ho trovata più spalmabile e meno “cerosa”.
Resta comunque una crema non di facilissima applicazione, tira leggermente, ma meno delle tipiche creme da farmacia che mal sopporto.
Però insomma... diciamo che per una fascia di prezzo del genere chiederei molto di più, la texture e la spalmabilità dovrebbero essere assolutamente impeccabili!
Io l'ho spalmata relativamente bene, ma perché uso molti strati “umidi” in precedenza, a partire dal Sodio Ialuronato 1%, ma sovrapponendogli anche con una essence molto idratante autoprodotta.
Come attivi non è male, tutti inseriti in un'emulsione a base non green, ma sicuramente ricca, abbiamo diversi estratti vegetali, antiossidanti, e filmanti.
Tra questi abbiamo il Resorcinolo, ad azione schiarente di mantenimento (da solo non basta ad un trattamento vero e proprio).
Insomma, una crema tutto sommato valida, non a base naturale, ma ben formulata, non dico il contrario, solo che per il prezzo che ha, mi aspetto di trovarmi un prodotto con una maggiore attenzione per il “tocco” della crema.

Keenwell – Thalasso Body – Serum Liporeductor Drenante Multi-Acción Total:

Aqua, Alcohol Denat., Glycerin, Ilex Paraguariensis Leaf Extract, Xanthan Gum, PPG-26-Buteth-26, Parfum, Butylene Glycol, PEG-40 Hydrogenated Castor Oil, DMDM Hydantoin, Coffea Arabica Seed Extract, Algae Extract, Fucus Vesiculosus Extract, Disodium EDTA, PEG-60 Almond Glycerides, Phenoxyethanol, Sodium Benzoate, Cetyl Hydroxyethylcellulose, Chlorphenesin, Potassium Sorbate, Propylene Glycol, Pentylene Glycol, Iodopropynyl Butylcarbamate, Sodium Dehydroacetate, C.I. 18965, Sodium Chloride, C.I. 19140, Ethylhexylglycerin, C.I. 42045

12 ml

Quest'ultimo prodotto è un po' datato, non so se la formula è ancora questa, può anche essere che sia variato completamente.
Certo è che, almeno sulla carta, tutti gli ingredienti specifici per gli inestetismi della cellulite ci sono!
Abbiamo Estratto di Fucus e altre alghe, Estratto di Caffè, Estratto di Yerba Mate.
Di negativo... ha un po' tutti i conservanti che possano esserci in un qualsiasi cosmetico 😅
L'aspetto è quasi quello di un detergente, giusto un po' alcolico e molto liquido, anche l'odore resta un po' alcolico!
Insomma, sulla pelle nessuna sensazione, sembra proprio di spalmare un qualsiasi prodotto in gel, per fortuna nessuna azione termogenica! 😅
Insomma, ho visto vagamente il target di vendita di questo prodotto... proprio non ci siamo! Non posso proprio consigliarlo, già sono piuttosto scettica sui prodotti cosmetici anticellulite... figuriamoci se di questa fascia di prezzo!

Anche per oggi ho concluso!
A presto!

Rasmus

Si ringraziano il Forum di Lola, il Forum di Sai Cosa Ti Spalmi, Promiseland.it, Biodizionario.it, e la fondazione Wikipedia inesauribili fonti di informazioni e di ispirazione