lunedì 17 febbraio 2020

Skincare e Haircare Reviews di Gennaio 2020!

Ciao a Tutti!
Torno anche oggi a parlare di qualche altro prodotto utilizzato nell'ultimo mese!

CR7 – Body Shower Gel:

Aqua, Sodium Laureth Sulfate, Cocamidopropyl Betaine, Sodium Chloride, Sodium Benzoate, Glycerin, Parfum, Laureth-3, PEG-7 Glyceryl Cocoate, PEG-150 Pentaerythrityl Tetrastearate, PEG-6 Caprylic/Capric Glycerides, Potassium Sorbate, Citric Acid, C.I. 14700, Sodium Hydroxide, PEG-40 Hydrogenated Castor Oil, C.I. 17200, Alpha-Isomethyl Ionone, Benzyl Salicylate, Butylphenyl Methylpropional, Citronellol, Coumarin, Hydroxycitronellal, Limonene, Linalool

150 ml
Incluso nel cofanetto profumo

Comincio a parlarvi del detergente che ho avuto modo di testare ultimamente, anche se primariamente è il prodotto
che sta usando il fidanzato!
Si tratta di un prodotto che non avremmo mai acquistato da solo, ma è stato usato solo perché incluso in un cofanetto.
Per quanto sia stato un buon acquisto il profumo, per il detergente non è la stessa cosa.
Si tratta di un prodotto davvero molto commerciale, la formula è tipica dei prodotti da supermercato, della larga distribuzione, la schiuma è abbondante, il gel è consistente, ma il tocco è aggressivo, non viene minimamente surgrassato, nonostante la scarsa attenzione alla formulazione.
Insomma, buon profumo, ma un detergente che ha senso usare solamente quando si ha proprio la pelle unta, o per sporco particolare, o per ipersecrezione di sebo.
Usarlo d'inverno è stata proprio una catt
iva coincidenza, perché va alternato con prodotti più delicati.
Da un lato non deve stupire, il cofanetto era piuttosto economico, era facile aspettarsi un prodotto di qualità medio-bassa!

L'Erbolario – Danza di Fiori – Bagnoschiuma:

Aqua, Cocamidopropyl Betaine, Lauryl Glucoside, Sodium Cocoyl Glutamate, Iris Florentina Root Water, Rosa Centifolia Flower Water, Parfum, Glycerin, Sodium Cocoyl Barley Amino Acids, Sodium Chloride, Camellia Japonica Flower Extract, Viola Odorata Flower Extract, Papaver Rhoeas Petal Extract, Rosa Centifolia Flower Extract, Prunus Avium Flower Extract, Iris Florentina Root Extract, Paeonia Suffruticosa Root Extract, Schinus Molle Fruit Extract, Rosa Canina Fruit Extract, Disodium Cocoyl Glutamate, Citric Acid, Glyceryl Oleate, Coco-Glucoside, Sodium Citrate, Benzyl Salicylate, Limonene, Sodium Benzoate

250 ml
9,90 €

Il mio detergente del periodo invece è quest'altro, un regalo dell'anno scorso che ancora non sono riuscita a smaltire! 😅
Ho avuto in coda molti prodotti, così sono riuscita ad usarlo solo adesso!
Si tratta di un prodotto certamente molto valido, per quanto il profumo non sia proprio del mio genere!
Il detergente mostra sempre le caratteristiche lavanti della maggior parte degli altri della marca, anche se rispetto ad altri che ho provato in passato è leggermente più liquido.
Non per niente la confezione presenta una delle chiusure che meno sopporto, quella che esce in obliquo, trovo che sia in generale una delle meno igieniche, e trovo anche che sia difficile che venga usata con un prodotto della giusta consistenza, e che non ottura il foro prendendo aria.
Se la gioca così male solo con il tappo a vite modello “borraccia”!
Insomma, in questo caso almeno posso dire che il prodotto rimane bello fluido, e non forma residui appiccicosi attorno al foro e nella zona di movimento del tappo, ma avrei comunque preferito il classico tappo da flacone, col tappo che si ruota all'esterno a libro, monoblocco col foro.
Per il resto mi piace tutto del prodotto, dalla bella confezione, alla qualità del detergente, se non fosse appunto, che trovo il profumo piuttosto anonimo.
Se il profumo corpo vero e proprio non riuscirei proprio ad usarlo, almeno nel detergente trovo che la fragranza si stemperi molto, risultando semplicemente un prodotto dall'odore un po' strano (almeno per me), ma non spiacevole.
Insomma, se vi piace la fragranza il prodotto è super consigliato!

Cliosan – Crema Multiuso Viso, Corpo, Mani:

Aqua, Ethylhexylstearate, Glycerin, Cetearyl Alcohol, Caprylic/Capric Triglyceride, Glceryl Stearate, Punica Granatum Seed Oil, Passiflora Edulis Seed Oil, Parfum, Sodium Polyacrylate, Sodium Stearoyl Glutamate, Xanthan Gum, Disodium EDTA, Phenoxyethanol, Ethylhexylglycerin, Tocopherol

50 ml
0,79 €

Questo è un rimedio di emergenza che mi è stato prestato, si tratta di una crema multiuso molto economica, reperibile da MD.
Effettivamente sulle mani è molto valido per l'emergenza secchezza, una piccola quantità di prodotto dona sollievo momentaneo alle mani molto disidratate, con la pelle che rischia già di spaccarsi nel corso della giornata, e il tutto senza nemmeno ungere troppo.
Chiaro, essendo un prodotto multiuso non mi aspetto che sia esageratamente unto, altrimenti non potrebbe nemmeno essere proposto per il viso.
La crema è molto fluida, non sembra nemmeno una crema mani dalla consistenza, nonostante questo funziona.
Il mio consiglio, se non potete applicare nulla di più strong con i guantini di cotone, è di applicarla, e di fare come ho fatto io (dato che ero al lavoro), di asciugare con cura i palmi con una velina, così da poter riprendere le attività quotidiane.
Ovviamente può funzionare per chi fa lavori d'ufficio e non deve lavare spesso le mani, in quel caso purtroppo non va bene, consiglio piuttosto di pazientare fino a sera e applicare una crema mirata e molto, molto nutriente e restitutiva!

Balea – Schönheits Geheimnisse Reparierende Spülung – Balsamo Riparatore con Olio di Macadamia:

Aqua, Cetearyl Alcohol, Glycerin, Betaine, Panthenol, Niacinamide, Pentaerythrityl Tetra-di-t-butyl Hydroxyhydrocinnamate, Betula Alba Leaf Extract, Olea Europaea Leaf Extract, Macadamia Integrifolia Seed Oil, Parfum, Dicaprylyl Ether, Isopropyl Palmitate, Behentrimonium Chloride, Distearoylethyl Hydroxyethylmonium Methosulfate, Cetrimonium Chloride, Isopropyl Alcohol, Propylene Glycol, Sodium Benzoate, Potassium Sorbate, Citric Acid

200 ml
0,99 €

Che dire, una volta ri-swappato il Balsamo Noah, sono tornata a un classico!
Non è altro che l'ennesima variante dei balsami Balea con cui mi sono trovata benissimo! Ho provato quelli al Latte d'Avena, all'Acqua di Cocco e al Miele di Manuka!
Questo non differisce sostanzialmente dagli altri, è solamente una variante, cambiano ingredienti di contorno e profumazione, ma la base è la stessa.
Come sempre perfetto sia come balsamo leggero, ma anche come balsamo da Cowash, districa con poco sforzo, e non ingrassa troppo i capelli, perfetto per capelli normali o non particolarmente ostici da districare e che non necessitano abbondante nutrimento.

Balea – Straffende – Folientuch Augen Maske:

Aqua, Glycerin, Betaine, Butylene Glycol, Threalose, Hyaluronic Acid, Hydrolyzed Collagen, Aloe Barbadensis Leaf Juice, Vitis Vinifera Seed Extract, Caffeine, Guarana Powder, Tocopherol, Anthemis Nobilis Flower Extract, Phenoxyethanol, Ethylhexylglycerin, Parfum, Hexyl Cinnamal, Linalool

2 pz (1 applicazione)
1,75 €

Eccomi invece a parlare di qualche prodotto monouso, il primo è questo nuovo tipo (o forse Limited Edition) di patch occhi, quando li ho visti, ad un prezzo comunque contenuto, non ho potuto non prenderli!
Sia la confezione, che l'aspetto dei patch si avvicina più alla tipologia in Hydrogel, nonostante vengano definiti di tessuto, tanto che all'uso, richiamano più i patch Beauty Effect sempre di Balea, piuttosto che i classici in tessuto (in passato ho provato i Sephora o i Primark).
Li ho trovati piuttosto validi, una sorta di via di mezzo fra i Beauty Effect e i patch al Q10, hanno la consistenza leggermente vicina a questi ultimi, ma hanno tutti i pregi dei Beauty Effect, non tirano come i Q10, e sono belli intrisi di prodotto, tanto che rimangono bagnati davvero molto a lungo!
Considerando qualità e prezzo, forse non sono i più validi, piuttosto considererei di investire qualcosa in più prendendo i Mon Golden, altrimenti rimarrei su alternative valide, ma più economiche (anche per una questione di formato), i Beauty Effect o i Primark.

Skin Station – Maschera in Tessuto Antiage con Attivo Filler:

Aqua, Glycerin, Olus Oil, Ethylhexyl Palmitate, Lauryl Glucoside, Polyglyceryl-2 Dipolyhydroxystearate, Persea Gratissima Oil, Caprylic/Capric Triglyceride, Acetyl Heptapetide-9, Colloidal Gold, Sodium Hyaluronate, Trihydroxystearin, Glucomannan, Butyrospermum Parkii Butter, Lycium Barbarum Fruit Extract, Prunus Persica Juice, Acetyl SH-Pentapeptide-35, Diamond Powder, Pullulan, Glyceryl Oleate, Dicaprylyl Carbonate, Tocopheryl Acetate, Xanthan Gum, Methylpropanediol, Propanediol, Citric Acid, Dipropylene Glycol, Hydroxyacetophenone, Caprylyl Glycol, Dipotassium Glycyrrhizate, Tetrasodium Glutamate Diacetate, Glyceryl Caprylate, Benzyl Alcohol, Dehydroacetic Acid, Benzoic Acid, Sodium Benzoate, Potassium Sorbate, Parfum

1 pz
1,50-1,99 €

Sono stata incuriosita a provare questa variante di maschera in tessuto in un periodo di sconti, normalmente si tratta di una tipologia che non valuterei per questioni di prezzo, spendo nettamente di meno per le maschere in tessuto, ma con l'offerta ho preso in considerazione il prodotto, anche se leggermente più caro di quello che avrei speso.
Pensavo di essere stata sfortunata, quando mi sono trovata in mano l'ultimo pezzo rimasto in sconto da Tigotà, in realtà mi sono ricreduta!
Nonostante si tratti di una maschera più cara di diverse Balea che sono abituata a comprare, non l'ho trovata particolarmente valida!
Sembra una maschera in tessuto normalissima, non particolarmente intrisa di prodotto (per quanto sulla carta l'INCI sia carino), insomma, mi piace il fatto che il tessuto sia biodegradabile, ma sull'effetto proprio non ci siamo!
Sulla carta sembra proprio una bella maschera anti-age, ma così poco intrisa è solo una finta!
Insomma, va bene il vantaggio del tessuto biodegradabile, ma come maschera l'ho trovata molto ordinaria.

Ole Henriksen – Goodnight Glow Retin-ALT Sleeping Crème:

Aqua, Glycerin, Vitis Vinifera Seed Oil, C12-15 Alkyl Benzoate, Dicaprylyl Carbonate, Butyrospermum Parkii Butter, Cetearyl Alcohol, Lactic Acid, Glycolic Acid, Glyceryl Stearate, Potassium Hydroxide, Propanediol, Polysorbate-60, Panthenol, Dimethicone, Cetyl Alcohol, Parfum, Sodium Acrylate/Sodium Acryloyldimethyl Taurate Copolymer, Hydroxyacetophenone, Bakuchiol, Leontopodium Alpinum Callus Culture Extract, Isohexadecane, Linoleic Acid, PEG-75 Stearate, Phenoxyethanol, Cetearyl Glucoside, Polysorbate-80, Steareth-20, Ceteth-20, Linolenic Acid, Xanthan Gum, Citric Acid, Ethylhexylglycerin, Enteromorpha Compressa Extract, Sorbitan Oleate, Santalum Album Extract, Chamomilla Recutita Flower Extract, Saccharum Officinarum Extract, Citrus Limon Fruit Extract, Glycyrrhiza Glabra Root Extract, Leuconostoc/Radish Root Ferment Filtrate, Sodium Phytate, Silybum Marianum Fruit Extract, Ocimum Sanctum Leaf Extract, Tocopherol, Violet 2 (C.I. 60730), Red 4 (C.I. 14700), Limonene, Linalool, Citral

7 ml
omaggio

Dopo essere stata piacevolmente colpita dall'altro omaggio, devo dire che sono stata colpita anche a questo giro!
Non sono stata entusiasmata come la scorsa volta, ma di nuovo ammetto di aver trovato un buon prodotto!
Si tratta di una crema con texture e spalmabilità molto simili alla precedente, anche lo stile della profumazione non si discosta molto, anche se è nettamente diverso.
Si tratta di una crema viso specifica per la notte, che viene consigliata a tutti i tipi di pelle, certamente non per giovanissime.
L'attivo principale descritto dal produttore è il Bakuchiol, proposto come alternativa vegetale al Retinolo (Vitamina A).
Se dal Retinolo ci aspettiamo la stimolazione nella produzione di cheratinociti, e il contemporaneo rallentamento del loro passaggio di stato da cheratinociti a corneociti, possiamo dunque pensare che il Bakuchiol agisca in modo simile, allungando quindi la “vita” delle cellule epiteliali (qui potete trovare il post che ho fatto sulla struttura della pelle, per capire meglio il meccanismo che ho descritto).
La formula prevede poi l'associazione con AHA, in questo caso Lattico e Glicolico.
Il razionale di questa associazione è quindi di aumentare di spessore lo strato di cellule epiteliali vive, quindi belle ricche di acqua e nutrimenti, e al contempo di rimuovere parte delle cellule morte presenti nello strato più esterno, lo strato corneo.
Oltre a questo abbiamo comunque Pantenolo, Tocoferolo, acidi grassi Linoleico e Linolenico, cellule staminali di Stella Alpina e una moltitudine di estratti vegetali, insomma, più ricca di così si muore!
Ho solo il dubbio che su di me abbia avuto una leggera azione irritante nelle zone che hanno sofferto un po' il freddo in questo periodo (guance e zigomi), mentre ha causato qualche brufoletto in più nelle zone dove già tendo ad averli, soprattutto naso e mento, ma può essere sicuramente una reazione esclusivamente mia!

Herborist – Tai Chi Masques – Masque Noir + Masque Blanc:


Masque Noir: 
Aqua, Kaolin, Glycerin, Magnesium Aluminum Silicate, Xanthan Gum, Charcoal Powder, Prunus Persica Leaf Extract, Salix Alba Bark Extract, Sophora Japonica Root Extract, Crocus Sativus Flower Extract, Ginko Biloba Leaf Extract, Paeonia Lactiflora Root Extract, Liquidambar Formosana Fruit Extract, Tribulus Terrestris Fruit Extract, Morus Alba Bark Extract, Coix Lacryma-Jobi Seed Oil, Perilla Ocymoides Seed Oil, Gold, Citric Acid, Hydroxypropyl Starch Phosphate, Disodium EDTA, Propylene Glycol, PEG-14M, Caprylyl Glycol, Acrylates Copolymer, Hydroxyethylcellulose, Ethylhexyl Palmitate, BHT, Coix Lacryma-Jobi Seed Powder, Tourmaline, Butylene Glycol, Hydroxyacetophenone, Phenoxyethanol, C.I. 77266

Masque Blanc:
Aqua, Glycerin, Dimethicone, C.I. 77891, Olea Europaea Fruit Oil, Simmondsia Chinensis Seed Oil, Diisostearyl Malate, Paraffinum Liquidum, Petrolatum, Polyacrylate-13, Pentaerythrityl Distearate, Castoryl Maleate, Ceteareth-20, Cetyl Dimethicone, Glyceryl Stearate, Hydrogenated Dimer Dilinoleyl/Dimethylcarbonate Copolymer, Amomum Aromaticum Fruit Extract, Benincasa Cerifera Seed Extract, Astractyloides Macrocephala Root Extract, Paeonia Lactiflora Root Extract, Ginko Biloba Leaf Extract, Ampelopsis Japonica Root Extract, Morus Alba Bark Extract, Poria Cocos Sclerotium Extract, Inula Britannica Flower Extract, Perilla Ocymoides Seed Oil, Acrylates Copolymer, Polyisobutene, Tourmaline, Xanthan Gum, Polysorbate-20, Tocopheryl Acetate, Sodium Astrocaryum Murumuruate, Ethylhexyl Palmitate, Disodium EDTA, Sodium Hyaluronate, Propylene Glycol, Butylene Glycol, BHT, Hydroxyacetophenone, Phenoxyethanol
                       
30+30 g
Incluso nel Kit scoperta
290 ml
44,00-55,00 €

Ecco, questo è un altro trattamento viso che ho fatto durante il mese (eh i primi giorni di gennaio ci ho dato dentro essendo a casa fino all'Epifania! 😍), mi sono state cedute le due maschere poco tempo fa, e mi sono documentata sull'uso, che effettivamente non è canonico.
Sul sito sono riportate le istruzioni d'uso:
Prelevare una quantità sufficiente di maschera nera con la spatola. Ricoprire il viso con uno strato sottile e omogeneo di maschera. Massaggiare delicatamente per 5 minuti, poi rimuovere la maschera con una spugnetta. Risciacquare con acqua tiepida. Seguire la stessa procedura per applicare la maschera bianca. Per un risultato ottimale, rimuovere la maschera bianca dopo 10 minuti.
Ho provato a fare l'applicazione per tre volte (due volte applicazione giusta, la terza direi un po' striminzita), ma il prodotto non mi ha proprio convinto.
A parte che ho proprio percepito troppo stressante per la pelle applicare e rimuovere con una spugnetta due maschere di fila, ma ho proprio faticato a coglierne la funzionalità.
Abbiamo fondamentalmente due maschere in qualche modo affini: entrambe a base minerale rinse-off, la prima effettivamente proprio molto secca (tanto che i residui di sporco si seccano anche sul tubetto), a cui vengono inseriti estratti totalmente inutili, ma che fondamentalmente agisce solamente da maschera-scrub, con questa applicazione particolare, e la seconda, effettivamente molto meno secca, ma comunque base argilla, da risciacquare via prima della Skincare Additiva.
La prima maschera a impatto sembra quasi una maschera peel-off di quelle per i punti neri, ha la consistenza un po' appiccicosa tipica di quelle maschere, ma si solidifica più in modo simile a quelle di argilla, solo un po' prima! L'ho trovata molto fastidiosa da rimuovere, tende a rimanere appiccicata, soprattutto a causa dello strato sottile come suggerito.
La seconda maschera invece all'apparenza sembra una classica maschera di argilla, pur non molto secca, ma effettivamente è quasi un prodotto intermedio fra una maschera di argilla vera e propria, e una maschera in crema.
L'unica differenza fondamentale è che effettivamente è una maschera che si asciuga poco, e lascia un po' di residuo setoso (il silicone), ma di effetto lenitivo come descritto direi proprio di no, anche perché pure lei va rimossa con una spugnetta, e facendo quindi un po' di attrito, su una pelle che già ha subito quello della maschera precedente.
Insomma, visto poi il costo non posso che sconsigliarla, c'è assolutamente di meglio in commercio!

Ed ecco i campioncini del periodo:

L'Erbolario – Alta Fitocosmesi – Risposta Perfezione – Crema Effetto Lifting per il Viso:

Aqua, Cyclopentasiloxane, Glycerin, PEG/PPG 18/18 Dimethicone, Saccharide Isomerate, Panthenol, Persea Gratissima Oil, Sodium Chloride, Hydrolyzed Ceratonia Siliqua Seed Extract, Glycine Soja Protein, Brassica Campestris Seed Oil, Rosmarinus Officinalis Leaf Extract, Glycine, Valine, Oryzanol, Ethylhexyl Methoxycinnamate, Dimethicone/Vinyl Dimethicone Crosspolymer, Disodium Cocoamphodiacetate, Parfum, Benzyl Alcohol, Potassium Sorbate, Sodium Benzoate

30 ml
21,50 €
50 ml
39,90 €

Questa crema è una variante particolare fra le tante de L'Erbolario, infatti a differenza di tutte quelle che ho provato in passato, ha una formulazione sintetica.
Questo ovviamente vuole solo informarvi, non sono certo qui a demonizzare questa formula differente.
Anzi, devo ammettere che una crema un po' sintetica, ma valida, è stata un po' una ventata di freschezza, dopo aver provato diverse creme deludenti negli ultimi mesi, come ad esempio la Alverde 24H Hyaluron Hydro Cremegel.
Proprio perché ha una formula sintetica, ha una texture nettamente più leggera rispetto a qualsiasi altra crema ecobio, ha un tocco molto fresco e facilmente spalmabile, ma l'ho comunque trovata molto idratante, direi che mi ha molto soddisfatto.
Purtroppo l'ho trovata una crema un pochino leggera per questo periodo dell'anno, a differenza della variante notte e di altre creme che ho usato durante la stagione, ho dovuto usare qualche strato in più, quando mi sono truccata è bastato usare più di un primer e un fondotinta più nutriente (il Bourjois comprato appositamente per questo periodo dell'anno e che recensirò a fine stagione), mentre proprio nel giorno più freddo, quando non mi sono truccata, ho usato successivamente qualche goccia di Olio per Make Up, che funziona ugualmente bene addizionato ai prodotti di Skincare.
Purtroppo di Effetto Lifting non ne ho visto traccia, ma ammetto che non è l'unico prodotto inefficace in questo senso... tanto vale cercare il prodotto col giusto grado di nutrimento, e piuttosto fare quel che si può con stile di vita e Make Up!

L'Erbolario – Alta Fitocosmesi – Risposta Notte – Crema Reintegrante per il Viso:

Aqua, Dicaprylyl Ether, Olea Europaea Oil Unsaponifiables, Glyceryl Oleate, Persea Gratissima Oil, Glycerin, Cera Alba, Panthenol, Polyglyceryl-3 Polyricinoleate, Limnanthes Alba Seed Oil, Leuconostoc/Radish Root Ferment Filtrate, Butyrospermum Parkii Butter Extract, Glycine Soja Protein, Helianthus Annuus Seed Oil, Brassica Campestris Seed Oil, Rosmarinus Officinalis Leaf Extract, Hydrolyzed Rice Protein, Glycine, Valine, Superoxide Dismutase, Sodium Carboxymethyl Betaglucan, Disodium Cocoamphodiacetate, Caprylyl Caprylate/Caprate, Coco-Caprylate, Parfum,  Magnesium Sulfate, Tocopherol, Benzyl Alcohol, Sodium Benzoate

50 ml
35,90 €

Prima di passare all'uso quotidiano della crema notte di Ole Henriksen, ho voluto staccare con uno dei pochi campioncini di Crema Notte rimasto.
Ho così utilizzato questo, che era lì da un po' (e di viaggi non ne ho in programma!).
Sono davvero rimasta maluccio, devo proprio dire che fino ad ora è stata l'unica crema viso di L'Erbolario a deludermi del tutto!
Non me lo sarei mai aspettato, ma si tratta di una crema estremamente dura da spalmare, nutriente, ma dal tocco estremamente ceroso e frenato, tipico più delle creme da farmacia, o commerciali, mai mi sarei aspettata una crema simile da L'Erbolario!
Peccato davvero, perché la versione Giorno non l'avevo trovata male nè 2 anni fa, ne quando l'ho riutilizzata in queste ultime settimane, e non ho trovato male nemmeno la precedente!

Diego dalla Palma – Hydration Passion – Crema Idratante 24h:

Aqua, Caprylic/Capric Triglyceride, Triethylhexanoin, Sorbitan Olivate, Dicaprylyl Carbonate, Theobroma Grandilofrum Seed Butter, Cetearyl Olivate, Dimethicone, Polysilicone-11, Cetyl Palmitate, Glycerin, Pentylene Glycol, Sorbitan Palmitate, Betaine, Cetearyl Alcohol, Ammonium Acryloyldimethyltaurate VP/Copolymer, Phenoxyethanol, Parfum, Tocopheryl Acetate, Hydrolyzed Glycosaminoglycans, Ophiopogon Japonicus Root Extract, Xanthan Gum, Disodium EDTA, Sodium Hyaluronate, Lecithin, Sodium Lauroyl Lactylate, Arginine, Tocopherol, Tropolone, Ascorbyl Palmitate, Citric Acid, Ceramide 3, Ceramide 6II, Phytosphingosine, Cholesterol, Carbomer, Ceramide 1

50 ml
33,5 €

Sono davvero contenta invece di quest'ultimo campioncino, questa crema viso mi è piaciuta davvero molto! 😍
L'ho trovata idratante il giusto per il giorno, in questa stagione, soprattutto se devo fare diversi strati per il trucco; probabilmente nella stagione calda dovrei togliere qualche strato.
La definirei molto nutriente, quindi per pelli da normali a secche (per le normali più nella stagione fredda), e soprattutto, ho notato che ha proprio un'ottimo tocco, estremamente setoso, risponde appieno alla descrizione in questo senso!
Si spalma che è una meraviglia, pur non dando la sensazione di “tutta apparenza”, tipico di molte creme siliconiche.
Gli attivi poi non sono niente male: Trimetilglicina, Glicosaminoglicani, Sodio Ialuronato, Lecitina, Arginina, Vitamine, Ceramidi e Fitosfingosine!
Insomma, direi che è proprio un ottimo prodotto per rapporto qualità/prezzo!
Ovvio, non si rivolge al target green/ecobio, ma resta un considerabile compromesso, dato che non è nemmeno un prodotto ultra sinteticone!

Anche per oggi è tutto!
A presto!

Rasmus

Si ringraziano il Forum di Lola, il Forum di Sai Cosa Ti Spalmi, Promiseland.it, Biodizionario.it, e la fondazione Wikipedia inesauribili fonti di informazioni e di ispirazione

giovedì 13 febbraio 2020

Haul di Gennaio, Saldiiiii!

Ciao a Tutti!
Anche questo mese vi parlo degli ultimi acquisti!
In particolare, questo è stato il mese dei saldi invernali, e ci ho proprio dato dentro con l'acquisto di prodotti di Make Up! 😍😅
Non ho acquistato, incredibilmente, nulla fino a metà mese 😮
In realtà avevo addocchiato quelle 2-3 cose che mi interessavano, ma o erano esaurite online, o non abbastanza scontate... ho così preferito attendere l'occasione giusta.
L'occasione l'ho avuta finalmente quando sono capitata a Milano con delle amiche l'11 gennaio!
Ho avuto l'occasione di passare in un negozio Kiko che difficilmente frequento (zona Lima) e ho così approfittato della promo:

  • Kiko – Face 11 – Contouring Brush
  • Kiko – Long Lasting Eyeshadows Stick – 20 – Black

Molti prodotti erano scontati al 30%, così mi sono buttata sull'ombretto in stick Nero, prodotto che volevo portarmi a casa da tempo, e ho anche preso un altro pennello da Contouring, visto che mi ci sono trovata bene, e fa comodo averne uno di scorta!

La seconda tappa della giornata è stata quella più importante (non per nulla ho scritto la data) al MAC Pro di via Dante, dove sono passata per salutare un amico, e ne ho approfittato per portare a casa uno dei Kit che puntavo già dall'inizio dei saldi, ma che online era già esaurito non appena ho avuto tempo di guardare:

  • MAC – Star-Calling – Face Kit

Si tratta di una confezione regalo natalizia meravigliosa! Essendo scontata al 50% l'avevo subito puntata, già online, ma è andata a ruba sul sito!
Si tratta di un kit contenente 2 mini-size:

  • MAC – Prep+Prime – Fix+
  • MAC – Strobe Cream – Pinklite

ma soprattutto una full-size:

  • MAC – Fast Response Eye Cream

prodotto che già da solo costa 36,00€ a prezzo pieno! Persino con lo sconto con PRO Card conveniva assolutamente il Kit, scontato a 19,50€!

L'ultimo acquisto invece è stato a causa di una mia amica! 😅
Ha la capacità di scovare i migliori prodotti ovunque, e spesso con ottime occasioni, in questo caso mi ha fatto scoprire i saldi Diego dalla Palma!
Molti prodotti erano al 50% sul sito, e non solo, sono reperibili anche prodotti molto versatili, sfruttabili per tutto ciò che è basic, e non per forza elaborato, alla moda, o appariscente!
Ma ecco gli acquisti che ho fatto:

  • Diego dalla Palma – Ombretto in Stick – 37 – Deep Earth
  • Diego dalla Palma – Cream Eyeshadow – Taupe

Con questi acquisti, dove avevo pure la spedizione gratuita (ordine minimo 10€), mi sono stati dati come ulteriori omaggi/campioncini:

  • Diego dalla Palma – Matita Occhi – 12 cm
  • Diego dalla Palma – Il rossetto – n° 42
  • Diego dalla Palma – Gold Infusion – Pozione di Giovinezza
  • Diego dalla Palma – Lisciospaghetto – Crema Lisciante
  • Diego dalla Palma – Make Up Studio – Sublimatore di Luminosità Viso-Corpo

Anche per oggi è tutto!
Al più presto le recensioni di tutto!

Rasmus

Si ringraziano il Forum di Lola, il Forum di Sai Cosa Ti Spalmi, Promiseland.it, Biodizionario.it, e la fondazione Wikipedia inesauribili fonti di informazioni e di ispirazione

martedì 11 febbraio 2020

Make Up Reviews di Gennaio 2020!

Ciao a Tutti!
Anche oggi torno a parlarvi di qualche prodotto da Make Up che ho avuto modo di utilizzare negli ultimi tempi!

Sephora Collection – The Primer Mask:

Aqua, Glycerin, Ethylhexyl Stearate, Methylpropanediol, Caprylic/Capric Triglyceride, Niacinamide, Xylitylglucoside, PEG-450, C.I. 77891 (Titanium Dioxide), Anhydroxylitol, Cetearyl Alcohol, Glyceryl Stearate, Hydroxyacetophenone, Xylitol, Caprylic/Capric Glycerides, Panthenol, Carbomer, Glucose, Allantoin, Tromethamine, Xanthan Gum, Polymethylsilsesquioxane, Butylene Glycol, Parfum, Tocopheryl Acetate, Silica, Ethylhexylglycerin, Chondrus Crispus Extract, 1,2-Hexanediol, Dipotassium Glycyrrhizate, Lonicera Japonica Flower Extract, Disodium EDTA, Phenoxyethanol, Lonicera Caprifolium Flower Extract, Gossypium Herbaceum Extract, Mica, Althaea Rosea Flower Extract, Red 33 (C.I. 17200), Potassium Sorbate, Sodium Benzoate, Citric Acid

1 pz
 omaggio

Normalmente parto sempre dal trucco occhi, ma è chiaro che nel caso di un primer sotto forma di maschera in tessuto... non c'è modo di partire dagli occhi! 😅
Ho dovuto come prima cosa usare questa maschera, dopo la Skincare.
Ammetto che non so cosa mi aspettavo davvero... quindi sono rimasta abbastanza sorpresa.
Mi aspettavo sicuramente un prodotto diverso, qualcosa di più “leggero”, ma allo stesso tempo idratante!
In realtà mi ha sorpreso molto trovare una maschera in tessuto, che apparentemente era imbevuta di una crema!
Non ho notato nessun particolare effetto da “primer”, se non semplicemente uno step paragonabile ad una crema o ad una normale maschera da fare prima del trucco.
Ma se parliamo di vero e proprio primer, qualcosa che modifica la texture della pelle, o la tenuta del fondo... anche no!
Senza poi pensare al costo, che trovo davvero proibitivo se pensato come normale step per il trucco! Al massimo potrebbe andare per eventi particolari... ma allora tanto vale scegliersi dei buoni prodotti di skincare senza la necessità del monouso!

Mulac – Eyeshadow – Refill – Bro:

Talc, Mica, Silica, Zinc Stearate, Neopentyl Glycol Diethylhexanoate, Tocopherol, Triethylhexanoin, Heptyl Undecylenate, Dehydroacetic Acid, Benzyl Alcohol, Iron Oxides (C.I. 77491, C.I. 77499), Red 27 Lake (C.I. 45410), Ferric Ferrocyanide (C.I. 77510)

1,5 g
5,52-6,90 €

Anche quest'altro ombretto l'ho addocchiato proprio per la sua softness, che dire? In commercio si trovano tantissimi blu, non proprio tantissimi opachi, ma comunque sono nettamente diversi da questo.
Si tratta infatti di un bellissimo blu soft, non esageratamente scuro, sicuramente freddo per definizione, in quanto blu, ma nemmeno gelido in senso relativo, infatti non lo definirei un blu particolarmente freddo, anzi.


L'ho notato per un motivo, e non mi sono sbagliata, è davvero perfetto per fare da transizione a colori più intensi, si amalgama perfettamente con i marroni freddi, intensifica il giusto la piega nel caso di Make Up a base fredda (ovviamente incorporandosi al nero, sempre fondamentale), e non spara assolutamente come colore.
Di negativo, non è proprio un ombretto scriventissimo, un po' come Indian Ink, il Refill di MAC di cui vi ho parlato l'ultima volta, ma diciamo che per il suo ruolo ci può stare, anche lui necessita di un po' di lavoro, e di impegno, ma a differenza di Indian Ink, però, non è ugualmente stratificabile, arriva prima al punto massimo di intensità, ma resta meno intenso rispetto a Indian Ink.


Sostituisce un marrone medio-scuro per una mezzaluna o palpebra piena colorata, anche se vedendolo, potrebbe sembrare uno scuro pieno, forse è proprio la softness a renderlo meno intenso.

Kiko – Ombretto ad Alta Pigmentazione – 137:

Talc, Calcium Sodium Borosilicate, Paraffinum Liquidum, Mica, Magnesium Stearate, Calcium Aluminum Borosilicate, Lanolin Oil, Caprylic/Capric Triglyceride, Silica, Phenoxyethanol, Sodium Dehydroacetate, Diethylhexyl Syringylidene Malonate, Tin Oxide
May Contain(+/-):
C.I. 77491/C.I. 77492/C.I. 77499 (Iron Oxides), C.I. 77891 (Titanium Dioxide), C.I. 77007 (Ultramarines)

3 g
2,90-4,50 €

Si tratta di uno dei tanti ombretti fruttati da swap, ormai di tanto tempo fa 😅
Insomma, si tratta di uno di quei tanti colori poco sfruttabili che hanno giusto cambiato mano... ma passano gran parte del tempo inutilizzati!
Ci ho messo davvero tanto tempo prima di trovare un uso a questo ombretto.
Di per sé non mi dispiace, in realtà trovo che sia un bel colore, un bel Rosa tendente al Pesca e al Bruciato, è un colore molto difficile, è simile al n° 30 di cui vi avevo parlato qualche anno fa, ma a differenza dell'altro, questo è sicuramente è un colore caldo, e anche più cromato.


Visto dalla cialdina è forse più intenso e cromato di quanto non sia poi sulla palpebra, se usato nel modo giusto, anzi dà proprio un tocco di intensità ad un Make Up originale (non sobrio di certo!).
Essendo molto intenso, ha come unica posizione quella sulla palpebra mobile, può funzionare sia al posto di un chiaro shimmer per la mezzaluna (verrà una mezzaluna colorata, e meno chiara), oppure per un Halo Smokey, sovrapposto come area luminosa al centro della mobile.
Nonostante sia vecchiotto, ed economico, devo dire che la qualità della polvere non è per nulla scarsa, anzi, proprio questi shimmer sono sempre stati validi, sono più i satinati e soprattutto gli opachi a lasciare a desiderare...
Sotto ho postato un Make Up occhi dove ho usato sia questo vecchio Kiko, che Origami di Neve!

Nevecosmetics – Blush in Polvere Libera – Origami:

Titanium Dioxide (C.I. 77891), Carmine (C.I. 75470), Mica (C.I. 77019), Iron Oxides (C.I. 77492, C.I. 77491)

0,7 g
3,90 €

Dato che mi è stata swappata la mini-size di polvere, e qualche scritta è andata via, non ho ben capito sul momento se si trattasse di un blush o di un ombretto.
Conoscendo Nevecosmetics non mi avrebbe certo sorpreso che si trattasse di un ombretto!
In ogni caso, ho provato ad usarlo, in entrambi i modi!
Sostanzialmente si tratta di un Pesca molto difficile se usato come ombretto, proprio un colore da assolute, che può funzionare sugli occhi solo usato in determinati modi.
Essendo un colore molto caldo e luminoso (probabilmente da PB/PA/PC), tende otticamente a gonfiare, quindi la stagione non basta, c'entra molto anche con la forma dell'occhio, sconsigliato quindi su occhi tondi, globulosi, grandi ecc... accentuerebbe queste caratteristiche.
Certo, può andare bene se piace, e si cerca specificatamente come colore, ma per realizzare un trucco non facilmente valorizzante, la sfumatura è bella intensa, chiara e luminosa, sulla qualità del pigmento niente da criticare, anzi!
Non sembra nemmeno difficilissimo da sfumare per essere un pigmento in polvere libera!
Ho provato ad usarlo in modo creativo, cercando di dare una struttura accettabile ad un trucco chiaramente non correttivo e non armocromatico, e mi è piaciuto per creare un bell'alone luminoso agli Smoky/Halo Smoky, o per una Mezzaluna pescata, non armocromatica/correttiva.
Dopo aver tentato l'uso come ombretto, che comunque pensavo davvero più difficile, ho provato come blush, prima di avere l'effettiva conferma che sì, si trattava di un blush (ho dovuto controllare su internet, perché la scritta era quasi del tutto andata via).
Effettivamente, sulle guance è sì caldo, ma non esageratamente, è più che altro molto cromato, ma nonostante tutto devo dire che non è così male come pensavo!
Il Blush più vicino come colore che possiedo è Melba di MAC, Origami è leggermente più neutro, ma è nettamente più acceso, e quindi cromato, mentre il Pupa sembra la perfetta versione soft di Origami, ma è ben più soft di Melba!
Origami non è per nulla soft, a differenza di entrambi, mentre Melba resta un po' più acceso, e nello stesso tempo più caldo, il Pupa è mi sembra proprio vicino come temperatura, ma appunto, è il più spento fra i tre.
Ecco, sono sorpresa, in parte anche perché pensavo davvero tirasse fuori molto più arancione, in realtà la mia percezione era dovuta al croma, non alla temperatura in sé.
Che dire, un ombretto un po' acceso, di cui bisogna ben bilanciarne l'uso, la difficoltà in realtà nasce più dalla stesura, il pigmento è più facilmente dosabile e sfumabile sugli occhi, come blush continua a darmi difficoltà... ma ammetto che la base è sempre il mio tallone d'achille!

Reality Cosmetics S.R.L – Gel Glitter Capelli e Corpo:

Aqua, Glycerin, Carbomer, Polyvinyl Alcohol, Polyethylene Terephthalate, PVP, Potassium Sorbate, Sodium Hydroxymethyl Glycinate, Benzoic Acid, Sodium Hydroxide, Tetrasodium EDTA

15 ml

Non saprei se considerare davvero questo prodotto un vero e proprio decorativo, quindi un prodotto di MakeUp, o considerarlo Skincare, dato che non è propriamente qualcosa che userei sul viso in modo “strutturato”, nel Make Up insomma, ma è anche vero che non ha nulla a che fare con la Skincare, così ho preferito parlarne in questa occasione.
Si tratta di un prodotto che quantomeno andrebbe “stilizzato” nel Make Up, e avrebbe senso probabilmente solo in qualcosa di molto particolare, di scenico, e ammetto che non ho proprio sta gran preparazione!
Mi ero preparata per usarlo a Capodanno l'anno scorso... ma ero ammalata!
Così ho replicato quest'anno!
Ho provato ad usarlo su viso, corpo e capelli... ma fondamentalmente ha funzionato solo sul corpo!
Sui capelli l'ho trovato molto valido come gel in sé, mi ha permesso di fare uno styling in un momento in cui i miei capelli erano ingestibili... ma di brillantini non ne è rimasta traccia!
Nessun brillantino visibile, ho usato il fidanzato come cavia, e ho provato giusto a vedere se sulla sua barba rimanevano... ed effettivamente su di lui sì... quindi funzionano solo su capelli molto corti probabilmente.
Sul viso la resa è bruttina, inoltre il gel non è particolarmente denso di glitter... bisogna mettere un sacco di prodotto, e il rischio è che il prodotto finisca per minare alla tenuta degli altri prodotti di Make Up.
L'unico uso che ho trovato soddisfacente è sul décolleté, dove effettivamente si vedono bene i glitter, ma chiaro, funziona solo per queste occasioni particolari, e obiettivamente ormai si trovano prodotti ben più validi di questo, diciamo che ha un po' degli anni 2000 come prodotto 😅

Ed ecco infine i campioncini del periodo:

MAC – Mineralize – Time Check Lotion:

Aqua, Glycerin, Sodium Polyacrylate Crosspolymer-1, Acetylated Glycol Stearate, Vinyl Dimethicone/Methicone Silsequioxane Crosspolymer, Myristyl Myristate, Dimethicone/Vinyl Dimethicone Crosspolymer, Dimethicone, Butyrospermum Parkii Seed Butter, Mangifera Indica Seed Butter, Hypnea Musciformis Extract, Sodium Hyaluronate, Squalane, Laminaria Saccharina Extract, Gelidiella Acerosa Extract, Chlorella Vulgaris Extract, Centaurium Erythraea Extract, Yeast Extract, Caffeine, Ceramide 3, Ethylhexylglycerin, Trehalose, Sodium Stearoyl Glutamate, Aminopropyl Ascorbyl Phosphate, Lauryl PEG-9 Polydimethylsiloxyethyl Dimethicone, Alcaligenes Polysaccharides, Acetyl Hexapeptide-8, Magnesium Chloride, Rhodochrosite, Beeswax, Diamond Powder, Laureth-9, Laureth-23, Silica, Silica Silylate, Dimethicone Crosspolymer, Polysorbate-80, Calcium Chloride, Sodium Sulfate, Potassium Nitrate, Potassium Phosphate, Tromethamine, Caprylyl Glycol, Butylene Glycol, Pentylene Glycol, Salicylic Acid, Citric Acid, Hydrogenated Lecithin, Hydrogenated Polyisobutene, Parfum, Phenoxyethanol, Chlorphenesin, Sodium Benzoate, Sodium Dehydroacetate

30 ml
40,80-51,00 €

Quando ho girato per decidere gli acquisti che avrei fatto per il Black Friday, ho girato un po' di negozi, fra questo MAC, e su consiglio di un MUA che conosco, ho chiesto un campioncino di questo, del primer che ha considerato più adatto per me.
Devo essere sincera, lo puntavo già da tempo, ma mi ha sempre fermato il prezzo, come primer è davvero nettamente più caro degli altri che ho visto!
Quello che però mi ha fatto rinunciare all'acquisto è proprio la prova d'uso, all'apparenza si tratta di una crema-gel, ma una volta spalmata ha un effetto un po' troppo siliconico, ma “asciutto”.
Non si sfarina e non tira minimamente, non è certo come altri che ho provato, ad esempio la CC Blur di Kiko che sfarina tantissimo su di me, o il Sephora, carino, ma comunque super siliconico, ma nello stesso tempo non ha finito di piacermi.
Non mi è dispiaciuta l'azione sulla durata, ma trovo che l'effetto “asciutto” non finisca lì, ma che finisca per conferire una resa un po' troppo secca su di me, almeno in questa stagione.
Potrei nel caso rivalutarlo per la bella stagione, se ne avrò occasione!

Ole Henriksen – Banana Primer:

Aqua, Squalane, Dimethicone, Cetearyl Alcohol, Glycerin, Caprylic/Capric Triglyceride, Isododecane, Polymethylsilsesquioxane, Mica, Coconut Alkanes, Titanium Dioxide (C.I. 77891), Sclerocarya Birrea Seed Oil, Dilinoleic Acid/Propanediol Copolymer, 3-O-Ethyl Ascorbic Acid, Cetearyl Methicone, Silica, Phenoxyethanol, Cetearyl Glucoside, Xylitylglucoside, Dimethicone/Vinyltrimethylsiloxysilicate Crosspolymer, Anhydroxylitol, Microcrystalline Cellulose, Potassium Cetyl Phosphate, Stevioside, Polysilicone-11, Coco-Caprylate/Caprate, Hydroxyethyl Acrylate/Sodium Acryloyldimethyl Taurate Copolymer, Acrylates/C10-30 Alkyl Acrylate Crosspolymer, Xylitol, Tocopherol, Parfum, Potassium Azeloyl Diglycinate, Iron Oxides (C.I. 77491), Dipotassium Glycyrrhizate, Ethylhexylglycerin, Glucose, Xanthan Gum, Sodium Citrate, Citrus Aurantium Dulcis Fruit Extract, Citrus Limon Fruit Extract, Hippophae Rhamnoides Extract, Lycium Barbarum Fruit Extract, Rosa Canina Fruit Extract, Sodium Hydroxide, Leuconostoc/Radish Root Ferment Filtrate, Polysorbate-60, Sorbitan Isostearate, Ascorbic Acid, Aroma, Sodium Chloride, Citral, Limonene, Linalool

30 ml
25,52-31,90 €

Durante lo stesso giro esplorativo, ho avuto modo di farmi dare un campioncino anche di quest'altro primer, che mi è stato super consigliato.
Ed effettivamente, a questo giro sono stata davvero strabiliata!
Sembra effettivamente meraviglioso!
Si era un po' asciugato rispetto ad appena preparato, ho usato il campioncino una volta finito la Time Check Lotion (che non pensavo mi sarebbe durato addirittura per 4 applicazioni!), ma aveva ancora una stendibilità meravigliosa!
L'ho usato sia prima del fondo, che insieme al fondo, in quest'ultima occasione non bastava il prodotto rimasto per un'applicazione completa, così ho preferito mischiare quello rimasto al fondo, per applicare il tutto direttamente con le dita, ovviamente durante una mattinata lavorativa, in cui ero di corsa!
È certo che proverò sicuramente a comprare questo primer, una volta esauriti quelli che ho scelto, mi è piaciuto davvero troppo!
Idrata, ma allo stesso tempo non appesantisce, e ha una luminosità davvero stupenda! Migliora davvero nettamente la resa dei fondi!

Anche per oggi ho finito!
Spero che il post sia stato interessante!
A presto!

Rasmus

Si ringraziano il Forum di Lola, il Forum di Sai Cosa Ti Spalmi, Biodizionario.it, e la fondazione Wikipedia inesauribili fonti di informazioni e di ispirazione, ma soprattutto il gruppo di MUA e appassionati/e che mi ha aiutato con tantissimi consigli, in particolare un ringraziamento alla bravissima e pazientissima MUA MakeUp Pleasure!

martedì 4 febbraio 2020

Recensioni di Profumi Invernale!

Ciao a Tutti!
Torno nuovamente a presentarvi qualche nuova recensione di profumi!
Comincio con un profumo che ho avuto modo di usare con molta regolarità già dall'estate.

Monotheme – Eau de Toilette – Il Libro degli Agrumi – Boccioli di Limone:

Alcohol Denat., Parfum, Aqua, Pentaerythrityl Tetra-di-t-butyl Hydroxyhydrocinnamate, Limonene, Citral, Linalool, Hexyl Cinnamal, Geraniol, Citronellol

100 ml
11,90 €

Si tratta di un piccolo sfizio che ho voluto regalarmi in un momento in cui davvero volevo una piccola (ed economica) coccola.
Giustamente ho puntato un profumo estremamente economico, ma che desse almeno momentanea soddisfazione odorosa.
Si tratta infatti di un mono-nota, ovvero di un profumo che al posto di essere composto da diverse note, ne ha solo una, in questo caso ne vengono comunque indicate due:

  • Scorza di Limone
  • Fiore di Limone

Ma effettivamente resta un profumo mono-nota: al Limone!
Giustamente si tratta di un profumo Agrumato, viene definito anche Femminile, probabilmente per la piccola nota di fiore presente nell'insieme nettamente agrumato... ma non lo categorizzerei in modo così netto.
Sinceramente l'ho percepito più unisex di quanto venga definito.
Fondamentalmente è un profumo che non odora altro che di Limone!
Non trovo che sia una nota così nettamente definibile come femminile.
Penso che sia uno di quei profumi che piace a chi piace il Limone, sicuramente in una variante dolce, delicata, ma comunque estremamente caratteristica.
Se devo lamentarmi di un singolo difetto... è quello della tenuta, purtroppo, come è tipico delle note agrumate, è un profumo che io trovo meraviglioso... ma che dura davvero qualche ora, forse anche meno!
Non scherzo!
Mai trovato un profumo così poco persistente, anche fra quelli economici... ma la motivazione sta proprio nella scelta della nota, è per definizione una nota dalla persistenza limitata.
Che dire? Visto il costo non mi lamento certo, infatti è diventato il profumo che tengo sempre in ufficio, in un cassetto, per le mattine in cui dimentico di mettere il profumo a casa, lo spruzzo ogni qualvolta lo desidero, e mi faccio bastare in questo modo la tenuta del profumo!

Purtroppo a questo giro non sono riuscita a recensire altri profumi full-size, ma mi sono concentrata un po' sullo smaltimento dei campioncini:

L'Erbolario – Fior di Salina – Profumo:

Alcohol Denat., Parfum, Aqua, Linalool, Tocopheryl Acetate, Citric Acid, Citral, Citronellol, Coumarin, Geraniol, Limonene, Alpha-Isomethyl Ionone, Benzyl Salicylate

50 ml
22,90 €

Si tratta di uno dei campioncini che ho lasciato attendere di più, tra una cosa e l'altra, non l'ho mai usato in vacanza, nonostante l'abbia portato con me diverse volte!
La scomodità della bustina purtroppo mi mette spesso in questa condizione, dato che so di avere un'unica chance per valutare il prodotto.
Si tratta di un profumo Agrumato Aromatico Unisex, ed effettivamente concordo in pieno.
L'ho trovato molto corrispondente alla definizione Unisex, ed è stato apprezzato sia da me che dal moroso, anche se non al punto di acquistarlo (siamo già pieni di profumi più che altro).
Per quanto riguarda la famiglia olfattiva, anche in questo caso concordo, lo trovo molto agrumato all'inizio (anche se avrei pensato Limone, non Bergamotto), poi piano piano compaiono delle note marine, e infine il profumo sparisce con l'ultima scia dalla nota legnosa.
Come per altri profumi, Fragrantica.it non dichiara una vera e propria famiglia olfattiva, il produttore dichiara non una vera e propria piramide olfattiva, ma descrive le note che caratterizzano il profumo:

  • Bergamotto, Accordo Marino, Galbano, Iris ed Assoluta di Elicriso

Che dire? Sul Bergamotto ci siamo, anche se l'ho preso per Limone, sull'Accordo Marino, che non so esattamente cosa significhi, anche, perché come caratteristica del profumo c'è proprio quella sensazione di “frizzante” che caratterizza i profumi definiti “Marini”.
Difficilmente invece riconosco il resto, se non un fondo leggermente legnoso, ma non riconosco certamente Iris ed Elicriso.

Gucci – Eau de Toilette – Flora by Gucci:

Alcohol Denat., Aqua, Parfum, Limonene, Benzyl Salicylate, Hydroxycitronellal, Alpha-Isomethyl Ionone, Linalool, Ethylhexyl Methoxycinnamate, Hydroxyisohexyl 3-Cyclohexene Carboxaldehyde, Hexyl Cinnamal, Diethylamino Hydroxybenzoyl Hexyl Benzoate, Geraniol, Citronellol, Citral, Isoeugenol, Benzyl Alcohol, BHT, Blue 1 (C.I. 42090), Yellow 5 (C.I. 19140), Red 33 (C.I. 17200)

30 ml
47,96-63,95 €
50 ml
62,21-82,95 €
75 ml
83,96-111,95 €

Ero abbastanza curiosa di provare questo campioncino, è un profumo di cui mi hanno parlato, ma non avevo mai avuto modo di sentirlo, anche in profumeria mi sono dimenticata di cercarlo diverse volte.
Si tratta di un profumo Floreale da donna, del 2009, ed effettivamente è piuttosto riconoscibile come tale, non penso sia in qualche modo confondibile!
Ha una piramide nettamente concentrata sulle note floreali, per quanto ridotte in quantità, sono proprio le note che caratterizzano maggiormente il profumo.

Piramide Olfattiva (Fragrantica.it):


  • Note di Testa: Agrumi, Peonia e Mandarino
  • Note di Cuore: Osmanto e Rosa
  • Note di Fondo: Sandalo, Patchouli e Pepe Rosa

Ho avuto bisogno di un po' di tempo per “capirlo”, l'ho trovato un profumo molto sofisticato nella combinazione di note, per quanto facilmente portabile come risultato finale.
Inizialmente ha una nota agrumata molto delicata e piacevole, ma che presenta solamente il profumo, dato che svanisce, come sua caratteristica intrinseca, piuttosto in fretta.
Mi piace la persistenza, soprattutto delle note floreali, che mantengono la loro stabilità a lungo durante la giornata.
L'ho trovato un profumo ben bilanciato, mi piace perché pur essendo un floreale, non finisce per essere troppo dolce o troppo talcato, ha una freschezza che lo sposta un po' dalla tipologia del floreale classico (es. Chanel No. 5, ve ne avevo parlato anche parlando di Famiglie Olfattive), e che lo rende molto fruibile anche per le più giovani.
Non sono riuscita a capire se la versione che ho provato io, la Eau de Toilette color Tiffany sia solo una nuova versione “estetica”, o se sia proprio una variante rispetto a quella originale... Ho cercato di capire online, ma purtroppo alcune profumerie hanno questa, altre hanno una variante di boccetta più simile alla Eau de Parfum...

L'Erbolario – Albero di Giada – Profumo:

Alcohol Denat., Parfum, Aqua, Tocopheryl Acetate, Citric Acid, Alpha-Isomethyl Ionone, Citral, Citronellol, Hexyl Cinnamal, Hydroxycitronellal, Geraniol, Limonene, Linalool

50 ml
22,90 €

Quest'altro campioncino è del profumo lanciato da L'Erbolario questa primavera, viene definito Floreale da donna, ma ammetto che sono molto sorpresa dalla categoria, lo avrei considerato pienamente un agrumato di primo impatto.
Prima ancora di testarlo come campioncino, ammetto che ho già avuto modo di provarlo in negozio, ma ovviamente non è la stessa cosa, l'ambiente è già saturo di fragranze, e non si riesce a coglierne l'essenza bene come con un campioncino, che si può aprire quando si ha tempo per prestarci attenzione.

Piramide Olfattiva (Fragrantica.it):


  • Note di Testa: Bergamotto
  • Note di Cuore: Rosa Gialla, Tè Bianco e Fiore di Giada
  • Note di Fondo: Verbena Odorosa e Ambra

Nonostante la piramide olfattiva contempli solamente il Bergamotto come nota agrumata, la percezione che ho è di un profumo tutt'altro che floreale, forse proprio perché composto da un insieme poco dolce, ma più aspro e frizzante.
L'insieme è un profumo che io trovo molto leggero, molto estivo, estremamente portabile, ma forse anche un po' “da ragazzina”.
Per quanto riguarda la tenuta non c'è assolutamente da lamentarsene, le prime note sono relativamente poco durature, ma gli ultimi strascichi durano abbastanza, soprattutto considerando la fascia di prezzo del profumo, davvero bassa!
Tutto sommato non è un profumo che mi ha attirato in modo esagerato, ma sicuramente non è male, e visto il costo ci avrei fatto un pensierino se non fossi già piena di profumi!

Zadig&Voltaire – Eau de Parfum – Girls Can Say Anything:

Alcohol, Parfum, Aqua, Dipropylene Glycol, Benzyl Salicylate, Linalool, Coumarin, Alpha-Isomethyl Ionone, Butyl Methoxydibenzoylmethane, Ethylhexyl Methoxycinnamate, Citronellol, Limonene, Geraniol, Tris(Tetramethylhydroxypiperidinol) Citrate, Cinnamal, BHT, Red 33 (C.I. 17200), Yellow 5 (C.I. 19140)

30 ml
43,92-54,90 €
50 ml
63,92-79,90 €
90 ml
82,32-102,90 €

Quando ho visto la descrizione di questo profumo (nuovissimo, è del 2019), mi ha incuriosito davvero molto, infatti si tratta di una tipologia particolare per un femminile.
Viene definito un Orientale Fougère da Donna, ed effettivamente è nettamente diverso ai profumi a cui sono abituata!
Come famiglia, è tipica dei profumi maschili, quindi può essere che come mix risulti anomalo per la maggior parte delle persone.
Io personalmente non amo i profumi eccessivamente femminili, soprattutto i talcati, ma vale anche per altre famiglie, quindi sono rimasta sorpresa, ma il profumo non mi è dispiaciuto per nulla, e l'ho trovato molto fuori dagli schemi!
La famiglia olfattiva è anche una di quelle che apprezza particolarmente anche il fidanzato, che ha subito notato la fragranza!

Piramide Olfattiva (Fragrantica.it):


  • Note di Testa: Iris e Peonia
  • Note di Cuore: Fava Tonka
  • Note di Fondo: Felce, Muschio, Ambra e Vaniglia

Sinceramente non ho la capacità di riconoscere così chiaramente le note che compongono il profumo,  soprattutto le iniziali note floreali.
Riesco a percepire sicuramente qualcosa, soprattutto la Fava Tonka, ma effettivamente ha proprio quell'impronta tipica dei Fougère, come di sottobosco, di erbaceo, di muschio, ma allo stesso tempo senza risultare troppo aspro o deciso.
C'è un momento di transizione, verso metà giornata in cui avverto una puntina di nota che mi ricorda quasi un incenso profumato, una leggera nota fumosa, leggermente speziata, mentre poi a fine giornata il profumo si stempera, ma noto comunque una persistenza rara nei profumi commerciali!
Qualche nota residua, leggera, si sente persino dopo una rapida doccia! 😮

Anche per oggi è tutto!
A presto!

Rasmus

Si ringraziano il Forum di Lola, il Forum di Sai Cosa Ti Spalmi, Promiseland.it, Biodizionario.it, e la fondazione Wikipedia inesauribili fonti di informazioni e di ispirazione

venerdì 31 gennaio 2020

Le Tinture per Capelli - La Reazione in Situ

Ciao a Tutti!

Riprendo l'argomento che ho iniziato ad affrontare, in diversi step, nell'ultimo anno, ovvero la Tintura dei Capelli.
L'ultima volta ho spiegato il meccanismo alla base dei differenti tipi di tintura, ma, dopo aver visto la struttura del capello, gli elementi che donano il colore al capello e la classificazione delle tinture permanenti, diversi anni fa vi ho anche parlato dei coloranti e dello spettro di luce visibile, tutto ciò può essere utile per capire quello che andrò a spiegare oggi: come funziona nello specifico la Tintura Permanente?

Partiamo innanzitutto con il vedere cosa contiene una normale tinta per capelli:


  • Coloranti – circa 6%
  • Ammoniaca
  • Sostanze Tampone (pH sempre basico)
  • Un antiossidante che protegge i coloranti
  • Osssidante: Perossido di Idrogeno o una miscela di Perossido di Idrogeno e Urea


La caratteristica principale delle tinture permanenti è proprio la creazione del pigmento finale, che avviene in situ, ovvero quando si uniscono le due fasi della tinta e reagiscono già nel capello.
La molecola di base è il Benzene, molecola molto particolare, formata da sei atomi di Carbonio a formare un anello, schematicamente un esagono.
Proprio perché la molecola di base può essere rappresentata con la forma di un esagono, si definiscono i gruppi di coloranti, in base alla posizione in cui la molecola di base si ramifica.


I coloranti sono sempre formati da una coppia di reagenti, da una parte i coloranti primari (sempre Para), dall'altra i coloranti definiti copulanti (sempre Meta), proprio per questo motivo le tinture sono formate da due parti separate, che vanno miscelate solo al momento dell'uso.
La reazione che avviene è un'ossidazione a carico del Colore Primario, questa reazione permette il legame con il Copulante, si avrà un legame fra i due anelli attraverso un gruppo NH. 
Una seconda ossidazione, dovuta alla presenza di Perossido, può generare ulteriori composti, anche più complessi.
Il motivo per cui la reazione deve avvenire in situ ha anche a che fare con l'importanza di questo legame, vengono applicati sul capello composti a basso peso molecolare, in grado di penetrare oltre la Cuticola del Capello, attraverso le squame sollevate dal pH basico, mentre le molecole che si formano tramite la reazione sono di peso molecolare più elevato, non più in grado di uscire da dove sono entrate, rimanendo così intrappolate nella Corteccia capillare!
Proprio per questo motivo, visto che il colore finale si forma già all'interno del capello, è comprensibile come possa essere difficile realizzare uno specifico colore desiderato sui propri capelli!
Ad esclusione di kit già pronti, è difficile prevedere il colore finale (calcolando comunque che il colore del proprio capello al naturale esercita una certa influenza!), così che la realizzazione di una tinta non in kit non è cosa da tutti!
Infatti il colore è dato proprio dalla reazione delle due componenti, e i risultati dello stesso Colore Primario possono essere molto differenti a seconda del Copulante scelto!

Anche per oggi è tutto!
Alla prossima!

Rasmus

Si ringraziano il Forum di Lola, il Forum di Sai Cosa Ti Spalmi, Promiseland.it, Biodizionario.it, e la fondazione Wikipedia inesauribili fonti di informazioni e di ispirazione, e in particolare A.V., parrucchiere e amico che mi ha aiutato a destreggiarmi nel sistema cromatico delle tinture per capelli!

giovedì 23 gennaio 2020

Linea AB Biologico - Prodotti Corpo!

Ciao a Tutti!
Torno a parlarvi anche oggi della “nuova” linea Bio, la Armonia e Benessere (AB) Biologica, ovvero la linea Biologica di Atmosfera & Benessere realizzata seguendo i principi (non so se proprio in collaborazione con) di Ecobiocontrol, il nuovo sistema ideato da Fabrizio Zago per la valutazione degli ingredienti cosmetici.
Come già vi dicevo parlando dei prodotti viso, viene venduta nei supermercati del gruppo Selex (Famila/Galassia/Il Gigante ecc...), anche se non per forza come linea permanente.

Questa volta vi parlo dei prodotti per il corpo:

AB Bio – Sapone Liquido Delicato:

Aqua, Aloe Barbadensis Leaf Juice, Cocamidopropyl Betaine, Sodium Cocoyl Sarcosinate, Sodium Olivamphoacetate, Chamomilla Recutita Flower Extract, Calendula Officinalis Flower Extract, Glycerin, Sodium Cocoyl Glutamate, Parfum, Benzyl Alcohol, Lactic Acid, Sodium Benzoate, Potassium Sorbate

300 ml
2,98 €

AB Bio – Bagnodoccia Delicato:

Aqua, Aloe Barbadensis Leaf Juice, Cocamidopropyl Betaine, Sodium Cocoyl Sarcosinate, Glycerin, Sodium Olivamphoacetate, Centaurea Cyanus Flower Extract, Tocopheryl Acetate, Parfum, Benzyl Alcohol, Citric Acid, Sodium Benzoate, Potassium Sorbate, Hexyl Cinnamal, Benzyl Salicylate, Citronellol, Linalool, Eugenol, Coumarin, Alpha-Isomethyl Ionone

300 ml
2,98 €

AB Bio – Detergente Intimo Delicato:

Aqua, Aloe Barbadensis Leaf Juice, Cocamidopropyl Betaine, Sodium Cocoyl Sarcosinate, Sodium Cocoyl Glutamate, Centaurea Cyanus Flower Extract, Sodium Olivamphoacetate, Benzyl Alcohol, Parfum, Sodium Benzoate, Glycerin, Potassium Sorbate, Sodium Chloride, Linalool, Limonene, Citronellol

250 ml
2,98 €

Per quanto riguarda i tre detergenti parlo una sola volta, dato che la base è quasi del tutto la stessa.
Abbiamo una formula non tanto differente anche dal prodotto viso di cui vi ho parlato l'ultima volta, la base è sempre Sarcosinato con due anfoteri e un glutamato, quindi immagino che l'azione lavante sia simile.
Mi aspetto dei prodotti delicati, se per il viso la questione è più ostica, per quanto riguarda questi tre detergenti starei tranquilla di trovare prodotti consoni!
Il costo non è proprio bassissimo, ma per un prodotto biologico ed ecocompatibile è un prezzo del tutto conveniente!

AB Bio – Scrub Corpo Levigante:

Aqua, Aloe Barbadensis Leaf Juice, Glycerin, Sorbitol, Xanthan Gum, Hydrated Silica, Prunus Persica Seed Powder, Prunus Amygdalus Dulcis Fruit Extract, Astrocaryum Murumuru Seed Butter, Coco-Glucoside, Benzyl Alcohol, Lactic Acid, Parfum, Sodium Benzoate, Potassium Sorbate, Linalool, Tocopherol

200 ml
3,90 €

Vediamo invece questo prodotto più specifico: abbiamo sempre come principale costituente dopo l'Acqua il Gel d'Aloe, ma formalmente abbiamo uno Scrub in crema.
Gli ingredienti sono proprio pochi, ma sembra un prodotto carino.
Solitamente per i prodotti del corpo utilizzo scrub piuttosto consistenti, e in questo caso non posso nemmeno azzardare ipotesi senza provarlo.
Escludo sicuramente il grado “molto intenso” che potrebbe caratterizzare un Thalasso Scrub o comunque scrub a base sale, è oggettivamente difficile che possa esfoliare così tanto, ma potrebbe avere un grado da “intenso” a “molto leggero”, per dire di più bisognerebbe provarlo, io come sapete gli scrub li faccio in casa, quindi non ne programmo l'acquisto.

AB Bio – Crema Fluida Corpo Idratante:

Aqua, Aloe Barbadensis Leaf Juice, Glycerin, Caprylic/Capric Triglyceride, Argania Spinosa Kernel Oil, Polyglyceryl-3 Stearate, Xanthan Gum, Cetyl Alcohol, Macadamia Ternifolia Seed Oil, Cetearyl Alcohol, Parfum, Tocopheryl Acetate, Benzyl Alcohol, Sunflower Seed Oil Polyglyceryl-4 Esters, Sodium Benzoate, Potassium Sorbate, Lactic Acid

250 ml
3,99 €

AB Bio – Burro Corpo Nutriente:

Aqua, Aloe Barbadensis Leaf Juice, Glycerin, Polyglyceryl-3 Stearate, Olea Europaea Fruit Oil, Helianthus Annuus Seed Oil, Ethylhexyl Palmitate, Cetearyl Glucoside, Cetearyl Alcohol, C10-18 Triglycerides, Persea Gratissima Oil, Sunflower Seed Oil Polyglyceryl-4 Esters, Prunus Amygdalus Dulcis Fruit Extract, Butyrospermum Parkii Butter, Panthenol, Parfum, Xanthan Gum, Benzyl Alcohol, Sodium Benzoate, Tocopheryl Acetate, Potassium Sorbate, Lactic Acid, Hexyl Cinnamal, Benzyl Salicylate, Citronellol, Linalool, Eugenol, Coumarin, Alpha-Isomethyl Ionone, Geraniol, Citral

200 ml
6,49 €

Nonostante si parli nel primo caso di Crema Fluida, e nel secondo di Burro Corpo, abbiamo in realtà due semplici creme corpo.
Sicuramente sono diverse, infatti la prima sarà più leggera e con una fase grassa contenuta, mentre la seconda molto più densa, anche solo per il fatto di essere venduta in barattolo, e sicuramente più ricca di grassi.
Resta comunque che il secondo prodotto viene chiamato erroneamente burro, si tratta di una crema ricca, tutto qua.
Trovo che la differenza di prezzo sia un po' ingiustificata, d'accordo la quantità maggiore di grassi, ma non abbiamo un prodotto anidro o un'emulsione A/O, quindi trovo che a parità di prezzo valga molto più la pena la Crema Fluida.
Per il resto totale attenzione all'INCI, non so se c'è sufficientemente attenzione anche alla texture, vista così potrebbe fare un po' di scia bianca, come capita a molte creme ecobio.

AB Bio – Crema Piedi Emolliente:

Aqua, Aloe Barbadensis Leaf Juice, Cetearyl Alcohol, Glycerin, Butyrospermum Parkii Butter, Cetearyl Glucoside, Prunus Amygdalus Dulcis Seed Oil, Thymus Vulgaris Flower/Leaf Extract, Melaleuca Alternifolia Leaf Oil, Thymus Satureioides Oil, Oryza Sativa Starch, Panthenol, Xanthan Gum, Benzyl Alcohol, Sodium Benzoate, Tocopheryl Acetate, Potassium Sorbate, Lactic Acid, Limonene, Linalool

75 ml
2,29 €

Lo definirei un prodotto molto semplice, non si tratta di una crema specifica per i piedi, almeno non per la formula globale.
Gli ingredienti che la caratterizzano sono primariamente l'Amido di Riso, ad azione assorbente, e secondariamente la scelta di oli essenziali ed estratti vegetali fatta.
Insomma, io per le poche volte in cui uso la crema piedi preferisco un prodotto più mirato e più strong, come ad esempio una crema all'Urea, ma se avete l'abitudine di usare una crema “normale” sui piedi, questa sicuramente male non è.

AB Bio – Crema Mani Protettiva:

Aqua, Aloe Barbadensis Leaf Juice, Glycerin, Cetearyl Alcohol, Butyrospermum Parkii Butter, Prunus Amygdalus Dulcis Seed Oil, C10-18 Triglycerides, Cetearyl Glucoside, Calophyllum Inophyllum Seed Oil, Lavandula Hybrida Oil, Panthenol, Xanthan Gum, Benzyl Alcohol, Sodium Benzoate, Tocopheryl Acetate, Potassium Sorbate, Linalool, Lactic Acid

75 ml
2,29 €

Anche in questo caso abbiamo una formula base piuttosto “canonica”, non orientata specificatamente all'uso sulle mani, dove solitamente si cerca un prodotto molto nutriente, ma al contempo il più possibile asciutto.
Qui non abbiamo abbondanza di grassi che solitamente conferiscono alle creme questa texture, come gli acidi grassi e i grassi cerosi.
Abbiamo una base costituita principalmente da grassi vegetali, potenzialmente ad effetto unto, e nessun idratante massivo.
Magari inserire in formula l'Urea per una crema mani “base” è eccessivo, ma Allantoina? Un NMF ricostruito? Qualche lenitivo? Insomma, un prodottino un po' sempliciotto, c'è giusto il Pantenolo in questo senso; comunque può anche essere che sia io ad essere un po' fuorviata, dal fatto di soffrire particolarmente la secchezza sulle mani.

Anche per oggi è tutto!
Alla prossima!

Rasmus

Si ringraziano il Forum di Lola, il Forum di Sai Cosa Ti Spalmi, Promiseland.it, Biodizionario.it, e la fondazione Wikipedia inesauribili fonti di informazioni e di ispirazione